Per la terza volta in circa 12 mesi gli uomini e donne del 388th e 419th Fighter Wings, ubicati presso la base aerea di Hill Air Force, Utah, hanno rischierato i loro F-35A Lighting II in combattimento. Il 421st Fighter Squadron è partito di recente da Hill AFB per la base aerea di Al Dhafra, negli Emirati Arabi Uniti, per sostenere la missione di comando centrale dell’aeronautica militare degli Stati Uniti nella regione.

Il 421st Fighter Squadron ha completato il suo addestramento a dicembre e ora sono il nostro ultimo squadrone pronto al combattimento“, ha dichiarato il Col. Steven Behmer, comandante del 388th Fighter Wing. “Ciò dimostra la prontezza dei nostri uomini e donne, e del nostro sistema d’arma. Inoltre, aggiungi preparazione e addestramento in questo difficile ambiente nato dal coronavirus. Come leader, non potremmo essere più orgogliosi dei nostri avieri.

Lo squadrone schierato è composto da piloti e manutentori del 421st Fighter Squadron e del 466th Fighter Squadron della Riserva, con unità di manutenzione degli aeromobili, nonché da personale per altre funzioni di supporto. Tre settimane fa, un primo gruppo iniziale di aviatori della prima linea e della riserva che erano stati schierati con il 34th Fighter Squadron era tornato a Hill AFB dopo uno schieramento di sei mesi in Medio Oriente. La gran parte del contingente del 34th FS rimarrà ancora nella regione e tornerà presto a casa.

Durante il dispiegamento, il 34th FS ha effettuato missioni CAS di supporto aereo ravvicinato, missioni offensive e defensive counter-air e missioni di scorta aeronavale che ha consentito la deterrenza regionale. I velivoli hanno anche operato simultaneamente da due diverse basi per più di tre mesi e hanno partecipato a esercitazioni multinazionali, rafforzando la partnership con gli alleati regionali. Il 421st Fighter Squadron assumerà probabilmente un ruolo simile.

Sono estremamente orgoglioso del nostro personale per aver risposto ancora una volta alla chiamata della loro nazione, e sono certo che faranno un lavoro eccezionale“, ha detto il Col. Brian Silkey, comandante del 419th Fighter Wing. “Come sempre, apprezziamo davvero i sacrifici delle loro famiglie e dei loro datori di lavoro civili mentre i nostri Citizen Airmen si allontanano per servire, soprattutto ora, in questi tempi difficili e incerti.

L’F-35A, la variante a decollo ed atterraggio convenzionale del Joint Strike Fighter, offre una maggiore capacità operativa combinando capacità stealth avanzate con la più recente tecnologia applicata agli armamenti.

Il 388th e il 419th FW sono le prime unità da combattimento della US Air Force dotate del caccia di quinta generazione stealth F-35A. I primi F-35A operativi sono arrivati ​​a Hill AFB nell’ottobre 2015. Il 388th FW della US Air Force e il 419th FW della US Air Force Reserve volano e mantengono il caccia F-35A in una partnership che sfrutta la forza e la capacità di entrambi gli stormi. Ad oggi la base aerea di Hill ospita 78 F-35A.

 

Rispondi