L’annuncio del contratto di acquisto del primo lotto di F-15EX aveva fatto seguito a un contratto a prezzo fisso, per un valore fino a 101 milioni di dollari, assegnato a General Electric a fine giugno 2020 per il primo lotto di motori per F-15EX. In base al contratto, General Electric fornirà i motori F110-GE-129, incluso di installazione e ricambi e dei computer per il sistema di monitoraggio dei motori stessi.

GE Aviation ha consegnato i suoi primi motori F110-GE-129 per il caccia avanzato Eagle F-15EX dell’Aeronautica degli Stati Uniti. Come accennato a giugno, l’Air Force Life Cycle Management Center (AFLCM) degli Stati Uniti aveva assegnato a GE Aviation un contratto Lotto 1 per la produzione di 19 motori F110-GE-129, comprese installazioni e ricambi e computer del sistema di monitoraggio del motore modernizzato per i primi otto F-15EX. Ricordiamo che ogni F-15EX avrà due motori.

La linea di produzione per gli F110 di GE è completamente operativa e pronta a servire il programma F-15EX a sostegno della strategia di difesa nazionale” , ha affermato Shawn Warren, vicepresidente di GE Aviation e direttore generale dei grandi motori da combattimento. “Siamo orgogliosi di fornire questi motori a Boeing e fare la nostra parte per garantire che i requisiti di schieramento rapido della US Air Force siano soddisfatti per mantenere la capacità dei caccia.

Il motore F110-GE-129 di GE Aviation è l’unico motore testato, integrato e certificato per il fly-by-wire degli F-15EX. Nel 2014, GE Aviation ha iniziato ad investire risorse e si è impegnata a lungo termine per qualificarsi sull’F-15EX. General Electric ha una significativa esperienza e competenza nell’integrazione di aeromobili, che ha ottenuto con Boeing attraverso aggiornamenti tecnologici e software, modifiche alla versione del software e miglioramenti nelle prestazioni del motore. La famiglia di motori F110 ha superato i 10 milioni di ore di volo ed alimenta tutti gli F-15 Eagle consegnati negli ultimi otto anni.

Boeing F-15EX Advanced Eagle

Il “nuovo” F-15EX sostituirà gli F-15 C/D più vecchi nell’inventario della US Air Force ed affiancherà i più costosi F-35A. Otto aeromobili F-15EX sono stati approvati nel bilancio dell’esercizio 2020 e 12 sono stati richiesti nel bilancio FY21. L’Aeronautica militare statunitense prevede di acquistare un totale di 76 velivoli F-15EX nel corso del programma quinquennale di difesa anche se i piani futuri, secondo la Boeing, prevedono l’approvvigionamento fino a 144 aerei.

Sebbene nel 2019 i leader della US Air Force affermassero che il servizio avrebbe preferito fondi per acquistare ulteriori aerei di quinta generazione come l’F-35, i funzionari oggi affermano che l’F-15EX è il modo più economico e immediato per aggiornare la capacità fornite dalle vecchie flotte F-15C/D e sarà pronto a combattere non appena uscito dalla linea di assemblaggio.

La differenza più significativa tra F-15EX e F-15 legacy risiede nella sua architettura Open Mission Systems (OMS). L’architettura OMS consentirà il rapido inserimento delle ultime tecnologie aeronautiche. L’F-15EX è un velivolo biposto ed avrà controlli di volo fly-by-wire, un nuovo sistema di guerra elettronica Eagle Passive Active Warning Survivability System, sistemi di pilotaggio avanzati, nonché i più recenti sistemi di missione e funzionalità software disponibili per gli F-15 legacy. Con questa architettura tecnologica F-15EX è progettato per evolversi dal primo giorno.

I primi otto velivoli F-15EX saranno schierati presso la base aeronautica di Eglin , in Florida, per supportare gli sforzi di collaudo. La consegna dei primi due velivoli è prevista per il secondo trimestre dell’anno fiscale FY21. I restanti sei aeromobili sono previsti per la consegna nell’anno FY23. L’US Air Force sta utilizzando la procedura “Strategic Basing Process” per determinare le posizioni di schieramento per i lotti successivi dei nuovi F-15EX.

Print Friendly, PDF & Email
 

Rispondi