X

 

SOCIAL MEDIA AVIATION REPORT


GA-ASI ha utilizzato un pilota di intelligenza artificiale per pilotare il sistema Avenger MQ-20A

@ GA-ASI

Lo scorso 12 settembre 2022, General Atomics Aeronautical Systems  ha utilizzato un sistema aeronautico senza pilota MQ-20A Avenger di proprietà dell’azienda per testare l’aereo militare, dal punto di vista operativo, utilizzando un pilota virtuale con intelligenza artificiale (AI).

Il volo completamente autonomo dell’Avenger ha utilizzato un pilota virtuale con intelligenza artificiale per quasi 30 minuti come parte di uno sciame di UAS. Il volo è stato effettuato nell’ambito del continuo impegno e investimento di GA-ASI nello sviluppo delle capacità di autonomia avanzata di AI e Machine Learning (ML) per UAS.

Il volo ha utilizzato la nuova architettura Reinforcement Learning (RL) di GA-ASI per sviluppare e convalidare un agente RL in un ambiente operativamente rilevante. Gli agenti RL forniscono uno strumento nuovo e innovativo per le piattaforme militari di prossima generazione per prendere decisioni in condizioni dinamiche e incerte del mondo reale.

Il volo è stato un enorme successo e ha dimostrato una serie di capacità rivoluzionarie nella corsa per rendere operativa l’autonomia per i velivoli da combattimento collaborativi (CCA)”, ha affermato Michael Atwood, direttore senior dei programmi avanzati di GA-ASI. “È emozionante vedere come l’IA può essere utilizzata per far avanzare il come e dove voliamo con i sistemi senza pilota man mano che la complessità dello spazio di battaglia aumenta. La capacità del nostro agente “insegui ed evita” di aggiornare dinamicamente la traiettoria di volo quando le minacce sono state identificate è il primo passo verso la costruzione di un ecosistema di aerei da combattimento autonomi collaborativi“.

TacIRST™ è una nuova classe di sistemi di sensori incorporabili multifunzione con un’architettura aperta. È stato sviluppato da Lockheed Martin per fornire una gamma di capacità sia per gli aerei con equipaggio che senza equipaggio. “Abbiamo anticipato la necessità di un rilevamento passivo delle minacce a lungo raggio da parte di velivoli autonomi e siamo orgogliosi di vedere questa capacità integrata con successo sull’Avenger“, ha affermato Terry Hoehn, Direttore dei sistemi avanzati di allarme per le minacce di Lockheed Martin. “Non vediamo l’ora di collaborare e testare ulteriormente con la GA-ASI.

Il team ha utilizzato un motore di autonomia CODE fornito dal governo e il protocollo di messaggistica OMS standard per consentire la comunicazione tra l’agente RL e il Tactical IRST. Utilizzando gli standard governativi, come CODE e OMS, diventa possibile una rapida integrazione dell’autonomia per gli aerei da combattimento collaborativi.

La General Dynamics Mission Systems ha anche fornito tecnologie chiave per il volo. Il computer di missione utilizzato per ospitare il software OMS fa parte della famiglia di sistemi Digital Backbone Node (DBN) di General Dynamics Mission Systems. L’architettura DBN consente un’implementazione rapida e sicura delle capacità in evoluzione necessarie per i CCA attraverso l’applicazione delle più recenti architetture governative aperte per massimizzare la collaborazione sul campo di battaglia tra le piattaforme.

Questo volo è stato un altro di una serie, attualmente in corso, di voli autonomi eseguiti da GA-ASI utilizzando finanziamenti interni di ricerca e sviluppo per dimostrare importanti concetti di AI/ML per UAS avanzati.

Seguiteci anche sul nostro canale Telegram.

Categorie: News Militari
Emanuele "Mané" Ferretti: Emanuele Ferretti, per gli amici Manè, è da sempre un grande appassionato di volo. Oltre ad avere all'attivo diverse centinaia di ore di volo in parapendio ed in paramotore, Mané lavora in una azienda aeronautica in provincia di Ascoli Piceno. La passione per la fotografia e per la natura lo ha portato a scoprire il mondo con i mezzi più disparati: dalla canoa, alla moto, al paramotore.

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto