Con il sorvolo su Roma di questa mattina le Frecce Tricolori concludono il seguitissimo “Giro d’Italia” che ha visto gli MB-339 della Pattuglia Acrobatica Nazionale sorvolare tutti i capoluoghi di regione italiani e Codogno, luogo simbolo dell’emergenza sanitaria del Covid-19. I velivoli e il personale del 313° Gruppo Volo Acrobatico dell’Aeronautica Militare hanno voluto rendere omaggio a tutta la cittadinanza italiana che in questi mesi ha fronteggiato e combattuto il virus.

Un messaggio di speranza, in un particolare momento storico durante il quale è necessario un forte impegno per assicurare la graduale ripresa delle attività sociali, lavorative ed economiche. Ognuno di noi, per il bene di tutti, è chiamato ad agire con responsabilità e senso di disciplina, valori intorno ai quali sono costruiti anche l’addestramento e le esibizioni delle Frecce Tricolori, una squadra che fa del rispetto delle regole e dello spirito di gruppo il proprio DNA.

Uno dei principi cardine del volo acrobatico delle Frecce Tricolori è proprio quello di volare insieme mantenendo le giuste distanze, un aspetto fondamentale per la perfetta riuscita delle manovre in piena sicurezza. Questo principio può diventare anche una metafora di ciò che al momento caratterizza la nostra vita quotidiana: distanti, ma uniti, continuando ad essere coesi, ad essere squadra, seppure nella necessità di mantenere la distanza sociale e con la speranza di poterci finalmente ricongiungere appena le condizioni lo permetteranno.

Alcune immagini e video del Giro d’Italia delle Frecce Tricolori

Roma

Firenze

Loreto

L’Aquila

Torino

Potenza

Campobasso

Napoli

Venezia

Cagliari

Palermo

Perugia

Catanzaro

Milano

Trieste

Bologna

Bari

Ancona

Genova

Immagini: Simone Ferrante, Stefano Monteleone, Michele Monteleone, Francesco Patacchiola, Gianluca Vannicelli, Marco Graziano, Ufficio Pubblica Informazione Aeronautica Militare

 

Rispondi