F35 lancio bomba nucleare tattica b61
Copyright: Sandia National Laboratories

[Video]: un F-35 lancia un mock-up della bomba nucleare tattica B61 in questo primo video declassificato

Un finto attacco con un mock-up della bomba nucleare tattica B61-12 nel polveroso deserto del Nevada ha completato con successo il primo di una serie di test di volo con il caccia stealth di quinta generazione F-35A della US Air Force, dimostrando la capacità di rilascio della bomba dalla stiva interna e ad una velocità supersonica superiore a Mach 1.

Il test di volo della B61-12 con l’ F-35A Lightning II di questa estate è stato il primo in assoluto al Tonopah Test Range dei Sandia National Laboratories con il jet da combattimento. È stato anche il primo di una serie di test che si concluderanno con dimostrazioni complete dei sistemi progettati per aumentare la fiducia che la bomba funzionerà sempre quando necessario e mai in altre circostanze.

“Stiamo mostrando la maggiore compatibilità e la più ampia versatilità della B61-12 per il deterrente nucleare del paese, e lo stiamo facendo fronteggiando anche la crisi del COVID-19”, ha detto Steven Samuels, un manager del B61-12 Systems Team di Sandia. “Non stiamo rallentando. Stiamo ancora procedendo con le attività di compatibilità della B61-12 su piattaforme diverse“.

In collaborazione con la National Nuclear Security Administration, il Los Alamos National Laboratory e l’US Air Force, Sandia aveva già completato una dimostrazione completa del sistema d’arma B61-12 con il caccia F-15E Strike Eagle a marzo del 2020 e un’altra a luglio 2020 con il bombardiere strategico B-2A Spirit.

Sandia è il laboratorio di progettazione e ingegneria per i componenti non nucleari delle scorte nucleari della nazione, incluso la B61-12. Oltre allo sviluppo di componenti non nucleari, Sandia funge da integratore tecnico per l’arma, assicurando che il sistema soddisfi i requisiti di un sistema completo di armamenti.

Durante il test di volo del 25 agosto 2020, un F-35A che volava supersonico ha lanciato una B61-12, contenente componenti non nucleari, da circa 10.500 piedi sopra il Tonopah Test Range. La bomba B61-12 inerte ha colpito il suolo del deserto nell’area designata circa 42 secondi dopo. “Abbiamo eseguito con successo questo storico, primo test di volo dell’F-35A al Tonopah Test Range entro i criteri di lancio specificati“, ha affermato Brian Adkins, range manager del TTR.

Il coordinamento tra Sandia, Los Alamos, l’NNSA e l’US Air Force ha reso possibile il test di volo, ei dati iniziali mostrano che tutti i sistemi e le interfacce tra la bomba e l’F-35A hanno funzionato come previsto. A differenza dei precedenti jet da combattimento, l’F-35A trasporta la bomba internamente. Il recente test di volo è stata la prima dimostrazione di un rilascio della B61-12 completamente strumentato da un vano bombe interno su un caccia e il primo rilascio di questo tipo di armamento alla velocità di Mach 1 o superiore.

Questo è stato il primo test per esercitare tutti i sistemi, inclusi quelli meccanici, elettrici, di comunicazione e rilascio tra la B61-12 e l’F-35A, ed è una parte fondamentale nel programma F-35A e B61-12“, ha detto Samuels. “A bordo del nuovo caccia, la B61-12 fornisce una capacità molto forte della strategia globale di deterrenza nucleare per il nostro paese e i nostri alleati.

Questo test di compatibilità è una parte essenziale del programma di estensione della vita B61-12 per rinnovare, riutilizzare o sostituire componenti, prolungare la durata della bomba e migliorarne la sicurezza, la protezione e l’efficacia. Questo programma di estensione della vita consente a scienziati e ingegneri di affrontare l’invecchiamento dei componenti delle armi nucleari.

Alcuni componenti vengono riqualificati e tornano nell’arma senza modifiche; altri che sono invecchiati vengono rigenerati utilizzando le specifiche originali, ma se a volte la tecnologia originale non è più disponibile, Sandia ridisegna quelle parti utilizzando la tecnologia moderna.

La prima B61 è entrata in servizio 50 anni fa e nel corso dei decenni sono state apportate numerose modifiche per aumentarne la sicurezza e l’affidabilità. La B61-12 consolida e sostituisce la maggior parte delle precedenti varianti. La National Nuclear Security Administration ha recentemente annunciato l’intenzione di produrre la prima B61-12 aggiornata nell’anno fiscale 2022.

L’integrazione della bomba nucleare tattica B61-12 sugli F-35 è un tema molto importante anche per quanto riguarda la NATO e gli arsenali basati in Germania e in Italia, che come sappiamo in caso di conflitto oggi utilizzerebbero i velivoli Tornado per il lancio di questa arma. Questo è stato proprio il tema al centro del dibattito, dei mesi scorsi, sulla sostituzione della flotta Tornado della Luftwaffe con un velivolo che fosse necessariamente in grado di utilizzare le B61.

Si era parlato sia degli europei Eurofighter sia degli F-35 di Lockheed Martin come piattaforme, idonee a sostituire il Tornado, ma ancora non in grado di utilizzare l’armamento nucleare in questione e quindi la scelta finale tedesca si sarebbe orientata sui Super Hornet della Boeing. Ora sappiamo che il processo di integrazione della B61 sugli F-35 è in corso e ad uno stadio avanzato, magari adesso la Germania potrebbe riprendere in considerazione l’acquisto degli F-35 al posto dei Super Hornet …. vedremo!