F-35I Adir Israeliano
@ IDF / Israeli Air Force

Un F-35I Adir israeliano abbatte per la prima volta un missile da crociera

L’aeronautica militare israeliana ha confermato che i suoi caccia stealth F-35I sono attivamente coinvolti nel conflitto di Gaza. Recentemente, un F-35I Adir israeliano è stato utilizzato per intercettare ed abbattere un missile da crociera lanciato verso lo spazio aereo di Israele. Questo è il primo caso confermato in cui un F-35I è stato impiegato con successo contro un obiettivo di questo tipo.

Il video pubblicato dalle Forze di Difesa israeliane sul social X mostra chiaramente il missile da crociera, nel mirino del F-35I Adir israeliano, che è stato abbattuto con successo dal velivolo israeliano utilizzando un missile a guida infrarossa AIM-9X Sidewinder. Questo evento è avvenuto poco dopo un altro abbattimento di un missile sul Mar Rosso, effettuato dal sistema missilistico israeliano Arrow.

Sebbene i dettagli specifici sull’ora e il luogo dell’intercettazione non siano stati forniti, si ipotizza che il missile da crociera sia stato lanciato dai militanti Houthi sostenuti dall’Iran nello Yemen. L’F-35I è particolarmente adatto per contrastare minacce come missili da crociera e droni, grazie alla sua avanzata suite di sensori, che include un radar AESA altamente sofisticato e un sistema di puntamento elettro-ottico (EOTS). Per gli scontri aria-aria, gli F-35I israeliani sono armati con missili aria-aria avanzati a medio raggio AIM-120 AMRAAM e con missili AIM-9X a corto raggio.

Nel post si legge che: “Nei giorni scorsi, un missile da crociera lanciato da sud-est verso lo spazio aereo dello Stato di Israele è stato rilevato dai sistemi di controllo e rilevamento dell’Aeronautica Militare. I sistemi hanno seguito la traiettoria del missile da crociera e hanno utilizzato aerei da combattimento Adir, che lo hanno intercettato con successo”.

Finora, l’aeronautica militare israeliana ha fornito numerose prove del ruolo attivo dei suoi caccia F-15I Ra’am e F-16I Sufa nell’attuale conflitto di Gaza, principalmente utilizzando munizioni aria-terra, sia guidate che non guidate. Ai combattimenti stanno prendendo parte anche gli elicotteri d’attacco AH-64 e vari droni, compresi quelli armati. Tuttavia, non c’era stata ancora alcuna conferma ufficiale che fosse coinvolto anche il nuovo F-35I Adir.

Ma l’uso dell’F-35I Adir israeliano in operazioni di combattimento non sorprende, dato che Israele ha dimostrato la sua volontà di impiegare questa tecnologia avanzata in azioni offensive. Finora, l’aeronautica militare israeliana ha integrato con successo i suoi F-35I nelle operazioni di combattimento, dimostrando l’efficacia di questi caccia non solo contro bersagli terrestri, ma anche contro minacce aeree come i missili da crociera.

Israele sta attualmente ampliando la sua flotta di F-35I, incorporando sempre più tecnologia e armamenti di fabbricazione israeliana. Questo investimento nelle difese aeree avanzate riflette l’impegno del paese nel proteggere il proprio spazio aereo da qualsiasi tipo di minaccia. L’F-35I non solo rappresenta una risorsa preziosa per attaccare bersagli terrestri, ma anche un’importante risorsa di difesa aerea contro minacce aeree sofisticate come i missili da crociera. Nel 2022, l’aeronautica militare israeliana aveva rivelato che i suoi F-35I, l’anno precedente, avevano preso parte ai loro primi scontri aerei, abbattendo almeno due droni iraniani che, a quanto si dice, si stavano dirigendo verso il territorio israeliano.

Nel complesso, Israele ha adottato un approccio unico nell’utilizzo dei suoi F-35I, continuando la sua tradizione di adattare gli aerei militari forniti dagli Stati Uniti alle sue rigorose specifiche. Israele sta attualmente acquistando 75 modelli F-35I e questi  incorporeranno  una  percentuale crescente di tecnologia  e armi di fabbricazione israeliana. Per sviluppare tutto questo, l’aeronautica militare israeliana gestisce anche un jet F-35I particolare per testare i sistemi sviluppati dall’industria nazionale. Israele è un paese che, più di ogni altro, è abituato a investire ingenti somme in difese aeree complete in grado di affrontare minacce di ogni tipo.