F-35 per la repubblica ceca
@ Aviation Report / Gianluca Conversi

F-35 per la Repubblica Ceca: Praga acquista 24 aerei della Lockheed Martin

Oggi 27 settembre Praga ha deciso ufficialmente di acquistare 24 aerei F-35 per la Repubblica Ceca compreso un piano finanziario globale. Il futuro dell’aeronautica militare ceca per i prossimi decenni sarà assicurato dagli aerei F-35, che permetteranno alle forze armate della Repubblica Ceca di difendere efficacemente il territorio e quello degli alleati.

Allo stesso tempo, grazie a questi velivoli, aumenteranno le capacità dell’aeronautica militare dell’Esercito della Repubblica Ceca, che in futuro sarà in grado di svolgere meglio i compiti con gli alleati della NATO. “Si tratta di una soluzione efficace, perché il beneficio derivante dalle capacità di questo sistema durante il suo ciclo di vita è significativamente più alto rispetto al denaro che pagheremo rispetto all’acquisto di un altro tipo di aereo. Tutti i veri esperti concordano sul fatto che gli aerei di quinta generazione risolveranno il futuro della nostra aeronautica tattica per i decenni a venire, a differenza delle generazioni inferiori di aerei da combattimento“, ha affermato il primo ministro Petr Fiala in una conferenza stampa dopo l’incontro del governo.

Il Ministro della Difesa Jana Černochová ha poi descritto i dettagli del progetto approvato dal governo, poiché l’approvazione ha declassificato i suoi parametri chiave, in particolare i costi complessivi e le tappe fondamentali del programma che vede il 71% finanziato da Washington e il 29% da Praga.

Il costo per l’acquisizione degli F-35 per la Repubblica Ceca fino al 2034, quando saranno consegnati tutti gli aerei, ammonta a poco meno di 150 miliardi di corone ceche, circa 6,5 miliardi di USD. Una parte delle spese sarà pagata agli Stati Uniti, per un importo di circa 4,6 miliardi di USD (circa 106 miliardi di corone) per gli aerei stessi, le munizioni, il loro equipaggiamento e relativi servizi, quali formazione, assistenza agli aeromobili, riparazioni e manutenzione.

Il Ministero della Difesa pagherà i restanti costi, pari a quasi 44 miliardi di corone (circa 1,9 miliardi di USD), ai fornitori cechi per la costruzione dell’infrastruttura, per l’acquisto del carburante, per la formazione del personale professionale e l’IVA verrà trasferita al bilancio statale. In relazione all’acquisizione degli F-35 per la Repubblica Ceca, il Ministero della Difesa ha presentato non solo l’offerta del governo americano, ma anche un’analisi completa dei costi, che ha costituito la base per la decisione del governo. Il contenuto del contratto e il prezzo massimo possibile sono stati approvati dal Congresso degli Stati Uniti alla fine di giugno 2023.

Il ministro ha menzionato anche il settore della cooperazione industriale: “Quando abbiamo avviato i negoziati l’anno scorso, noi, come Repubblica Ceca, abbiamo posto la condizione di voler discutere le possibilità della cooperazione industriale per sfruttare l’opportunità per la difesa ceca e l’industria di collaborare con giganti tecnologici, come Lockheed Martin e Pratt & Whitney. E ci siamo riusciti. In meno di un anno abbiamo pronti 14 progetti di cooperazione industriale per le aziende ceche, compresa la possibilità di un coinvolgimento diretto nella catena di fornitura globale per gli aerei F-35. Abbiamo concordato di continuare la ricerca di opportunità future in settori promettenti come la tecnologia spaziale, la cibernetica, l’intelligenza artificiale. Lo considero un grande successo che porterà prospettive non solo per il nostro settore, ma anche per le istituzioni scientifiche ed educative”.

infografica f-35 della nato

Alla conferenza stampa è intervenuto anche il capo di stato maggiore dell’Esercito della Repubblica Ceca, tenente generale Karel Řehka, che ha ringraziato il governo per aver preso la decisione raccomandata dagli stessi soldati. “Le macchine della quinta generazione sono le uniche in grado di resistere ai campi di battaglia del futuro e che costituiranno anche una garanzia che, se necessario, potremo difenderci efficacemente insieme ai nostri alleati contro le aggressioni esterne“, ha affermato Řehka.

Allo stesso tempo, ha spiegato cosa rende unica la macchina acquistata. “Le caratteristiche principali dell’F-35 sono una combinazione di visibilità minima ai radar e la capacità di raccogliere ed elaborare dati in tempo reale che possono essere distribuiti a chi ne ha bisogno. Dobbiamo renderci conto che con il gran numero di queste macchine che funzioneranno in Europa e la loro interconnessione, saremo in grado di utilizzare sensori e informazioni dei nostri alleati. Stiamo parlando di una rete di più di seicento aerei, e si tratta di una forza con un grande potenziale di deterrenza per scoraggiare un possibile avversario dal tentare di attaccarci. Sono importanti anche l’elevata protezione dell’equipaggio e l’enorme potenziale di ulteriore sviluppo, grazie ai quali posso dire con responsabilità che i piloti che un giorno manderanno in pensione questa macchina non sono ancora al mondo in questo momento“, ha spiegato il Capo di Stato Maggiore Generale dell’esercito ceco che ha aggiunto che “… se la nostra patria venisse attaccata, non saremmo in grado di difenderci sul nostro territorio. Per difendere efficacemente la Patria e l’intera alleanza occorre la capacità di operare anche sul territorio nemico. E questo è meglio farlo con un aereo di quinta generazione“.

Il progetto approvato oggi dal governo è il risultato di un processo durato più di un anno, avviato con una risoluzione del governo dello scorso luglio. A quel tempo il governo, sulla base di una raccomandazione militare, affidò al ministro della Difesa Jana Černochová i negoziati con il governo degli Stati Uniti sulla possibilità di acquisire 24 aerei supersonici della quinta generazione. Ricordiamo che i 24 F-35 per la Repubblica Ceca saranno della variante CTOL (Conventional Take Off and Landing), ovvero F-35A.

Il contenuto del documento presentato al governo dal Ministro della Difesa Jana Černochová non è solo l’offerta del governo statunitense, che comprende l’acquisto degli aerei stessi, delle relative attrezzature, dell’addestramento dei piloti e del personale tecnico, dei simulatori, dell’assicurazione del ciclo di vita per tutta la durata del contratto e munizioni, ma anche una panoramica completa dei progetti che dovranno essere realizzati prima dell’arrivo del primo aereo F-35.

Il finanziamento dell’F-35 viene preparato come completo, quindi include tutto ciò che è necessario affinché la Repubblica Ceca possa utilizzare pienamente l’F-35, effettuare manutenzione, riparazioni, preparare le infrastrutture e acquistare la quantità necessaria di munizioni. Come detto, il progetto contiene anche informazioni sulla cooperazione industriale negoziata per le aziende ceche.

Il processo di acquisizione si svolgerà nell’arco di undici anni all’interno del bilancio della difesa, i soldi verranno rilasciati gradualmente e non costituiranno un onere importante per il bilancio militare, grazie al quale l’F-35 non metterà a repentaglio altri progetti necessari. I primi aerei arriveranno nella Repubblica Ceca all’inizio del prossimo decennio, fino ad allora saranno preparate le condizioni per l’utilizzo degli aerei.

Gli attuali 12 JAS-39 Gripen C in servizio, più i due biposto da addestramento, faranno il loro lavoro fino al 2035, momento in cui sarà garantita gradualmente una transizione completa al sistema F-35. Inoltre l’acquisizione dei 24 F-35 avrà un impatto notevole sulla struttura dell’intera forza aerea tattica ceca, perché gli F-35 saranno in grado di eseguire uno spettro completo di compiti senza la necessità di utilizzare altre piattaforme, come anche gli L-159.

Attualmente l’aeronautica militare ceca dispone di 24 aerei L-159, oltre a 14 Gripen C/D, che si presuppone, dopo il 2035, vengano ritirati dal servizio con l’unificazione della forze da combattimento dell’aeronautica su un’unica piattaforma. I primi F-35 per la Repubblica Ceca dovrebbero essere prodotti nel 2029, dopodiché il personale verrà addestrato e dovrebbe arrivare nella Repubblica Ceca nel 2031. La Repubblica Ceca prevede di raggiungere la piena capacità operativa con gli F-35 nel 2035.