F-18 Hornet Swiss Air Force - F-18 Svizzeri
@ Aviation Report / Stefano Monteleone

F-18 Hornet svizzeri: il programma di aggiornamento terminerà nel 2027

Per continuare a utilizzare gli aerei da combattimento F/A-18C/D in servizio da oltre 25 anni, fino alla consegna dei nuovi F-35A, Berna ha deciso di sottoporre gli Hornet ad una proroga della loro durata di utilizzazione. Gran parte di questi lavori di aggiornamento è stata già conclusa. Tuttavia i lavori alla struttura degli F-18 Hornet svizzeri, piuttosto impegnativi dal punto di vista tecnico, e le consegne del materiale di ricambio si stanno protraendo più a lungo del previsto. Il termine del progetto è ora fissato alla fine del 2027.

Gli F-18 Hornet svizzeri, in servizio dal 1997, dovranno rimanere in servizio fino agli anni 2030. Dopodiché, verranno sostituiti dai nuovi aerei da combattimento F-35A della Locheed Martin. Per garantire che non ci siano lacune nella protezione e nella difesa dello spazio aereo fino a quando non entreranno in servizio i nuovi aerei da combattimento, la durata di utilizzazione dei 30 velivoli verrà prolungata.

Come accennato, gran parte di questi lavori sugli Hornet è già conclusa. Tra questi rientrano l’introduzione di sistemi modernizzati per la comunicazione, la navigazione e l’identificazione, l’aggiornamento del software degli aerei, il rinnovamento del simulatore di volo e l’adeguamento dei sistemi di pianificazione delle missioni. L’incarico originale per la proroga della durata di utilizzazione degli aerei da combattimento F-18 Hornet svizzeri prevedeva che il progetto terminasse alla fine del 2025.

Al contrario, i lavori di verifica e risanamento della struttura degli aerei stanno richiedendo più tempo di quanto previsto inizialmente. La RUAG SA, azienda principale responsabile degli upgrades, spiega che le cause di tale situazione vanno ricondotte al fatto che i lavori, piuttosto impegnativi dal punto di vista tecnico, sono più complessi del previsto. Inoltre, l’invecchiamento degli aerei fa aumentare anche l’impegno necessario per la manutenzione.

Il progetto comprende anche un pacchetto logistico per supportare l’operatività degli aerei fino agli anni 2030. Questo pacchetto comprende l’acquisto di vari materiali di ricambio e il mantenimento dell’infrastruttura di supporto necessaria per la manutenzione. A causa di termini di consegna che in alcuni casi sono molto lunghi, le consegne dei materiali continueranno fino alla fine del 2027. Una parte dei lavori residui sulla struttura degli aerei è stata implementata solo su metà della flotta

Per le ragioni summenzionate – ossia la complessità dei lavori e l’impegno supplementare necessario per la manutenzione –, una parte dei lavori residui sulla struttura degli aerei verrà eseguita solo su 15 dei 30 velivoli esistenti. Secondo la pianificazione attuale, questi interventi verranno completati nella prima metà del 2026, mentre l’altra metà degli aerei verrà sottoposta a ispezioni supplementari nell’ambito della manutenzione periodica.

In tal modo si raggiungerà un’operatività di massimo 6000 ore di volo per ciascun aereo durante la durata di utilizzazione residua per l’intera flotta che non mette in discussione la scelta di Berna e l’utilità dei lavori fino alla sostituzione della flotta con l’F-35A.

Gli F-18 Hornet svizzeri sparano il missile AMRAAM

Nel frattempo l’addestramento dei piloti degli F-18 svizzeri non si ferma. Dopo i test avvenuti nel 2018 in Svezia e nel 2021 in Scozia, si svolge nuovamente la campagna dei tiri di verifica con missili aria-aria. I test dureranno fino al 19 aprile 2024 e si svolgeranno sotto la direzione dell’Ufficio federale dell’armamento Armasuisse.

F-18 svizzeri sparano il missile amraam
@ VBS / DDPS

Le prove di tiro si svolgono in Svezia sul Vidsel Test Range. Nell’ambito di vari scenari, tre missili del tipo AIM-120 C-7 AMRAAM verranno tirati contro bersagli in volo (droni). Dopodiché si valuteranno il volo e il relativo intervento. Per le prove verranno impiegati un monoposto F/A-18C Hornet e un biposto F/A-18D Hornet (come aereo chase).

L’AIM-120C-7 AMRAAM (Advanced Medium Range Air-to-Air Missile) è un modello di missile aria-aria dotato di un sistema radar di ultima generazione. È destinato all’armamento dell’aereo da combattimento F/A-18 delle Forze Aeree svizzere e sostituisce in parte il modello precedente AIM-120B, acquistato nell’ambito del programma di armamento del 1992.

In Svizzera, l’armamento dell’aereo da combattimento F/A-18C/D è costituito da un missile radar per medie distanze (AIM-120C-7 AMRAAM), da un missile a infrarossi per brevi distanze (AIM-9X Sidewinder) e dal cannone di bordo da 20 mm. Il missile AMRAAM 120C-7 verrà utilizzato anche per l’armamento dell’F-35A. Pertanto, le informazioni ottenute con questa campagna di tiri saranno rilevanti non solo per l’attuale impiego dell’F/A-18 ma anche per l’impiego futuro dell’F-35A.

Seguiteci anche sul nostro nuovo canale WhatsApp e sul nuovo canale Threads