X

 

SOCIAL MEDIA AVIATION REPORT


Eurofighter italiani in Lituania: la Task Force Air 4th Wing raggiunge 500 ore di volo

@ Aviation Report / Gianluca Vannicelli

Gli Eurofighter italiani in Lituania che operano alle dipendenze della Task Force Air 4th Wing, su mandato della NATO per la difesa dei cieli baltici nell’ambito della missione denominata Baltic Air Policing, hanno raggiunto l’importante traguardo delle 500 ore di volo effettuate.

Tra gli assetti impiegati presso la base aerea lituana di Šiauliai, la Task Force può contare sui caccia Eurofighter Typhoon provenienti dai quattro Stormi della Difesa Aerea Nazionale: il 36° di Gioia del Colle, il 37° di Trapani, il 51° di Istrana e il 4° di Grosseto, che mantiene la lead della missione.

Il mandato operativo degli Eurofighter italiani in Lituania ha avuto inizio con il raggiungimento della FOC (Full Operational Capability) lo scorso 1 agosto e proseguirà fino a tutto il mese di novembre. Il traguardo delle 500 ore di volo è stato conseguito dopo circa due mesi e mezzo di attività in uno scenario operativo impegnativo inserito in un contesto geopolitico e militare delicato, totalizzando oltre 20 attivazioni reali (“Alpha Scramble”).

L’importante traguardo conseguito dalla Task Force Air 4th Wing testimonia la professionalità e l’efficienza dei piloti, del personale manutentivo e in generale di quello di tutta la TFA, armonicamente diretto in un proficuo gioco di squadra ed apprezzato nei suoi risultati dagli alleati baltici e dall’intera struttura della NATO.

Al contempo può ritenersi confermata la funzionalità e l’affidabilità di tutti i velivoli impiegati presso la TFA e in particolare dell’EF-2000, spina dorsale delle capacità di difesa dello spazio aereo dell’Aeronautica Militare. L’Italia è da anni impegnata nelle operazioni di Air Policing NATO, nelle quali opera su base rotazionale alternandosi ad altre nazioni alleate. Nel corso degli anni si è rischierata in tutti i teatri dove è presente una missione di Air Policing.

@ Aviation Report / Simone Vicari

Per quanto riguarda la Lituania, l’Aeronautica Militare aveva già svolto servizio a Šiauliai nel 2015 e nel 2020-21. Il teatro baltico costituisce un contesto prezioso per la crescita professionale dei piloti italiani, in termini di sortite effettuate, esperienza operativa, addestramento e standardizzazione procedurale. Le operazioni condotte dalle Forze Armate italiane sul fianco orientale dell’Alleanza Atlantica e nel Baltico sono disposte dal Capo di Stato Maggiore della Difesa e sono sotto il coordinamento e la direzione del Comando Operativo di Vertice Inte​rforze.

Nella​ base aerea di Šiauliai gli Eurofighter italiani della Task Force Air 4th Wing Baltic Horse III avevano conseguito la piena capacità operativa (Full Operational Capability) ad agosto con l’inizio ufficiale del mandato per la missione di sorveglianza degli spazi euro-atlantici nel Paese Baltico. Prima dell’impegno in Lituania gli Eurofighter dell’Aeronautica Militare avevano completato, sempre ad agosto, il dispiegamento in Romania nell’ambito della missione denominata TFA – Romania “Gladiators”.

Redazione di Aviation Report: Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto