X

 

SOCIAL MEDIA AVIATION REPORT


Emirates effettua il primo volo dimostrativo con un Boeing 777-300ER con un motore alimentato con carburante per aviazione sostenibile (SAF) al 100%

@ Emirates

Emirates ha effettuato il suo primo volo dimostrativo su un Boeing 777-300ER, alimentando uno dei suoi motori con Carburante per Aviazione Sostenibile (SAF) al 100%. Il volo è decollato dall’aeroporto internazionale di Dubai (DXB) ed è stato comandato dal capitano Fali Vajifdar e dal capitano Khalid Nasser Akram ed ha volato per più di un’ora sulla costa di Dubai. L’equipaggio della cabina di pilotaggio era accompagnato da Adel Al Redha, Chief Operating Officer di Emirates, e dal Capitano Hassan Hammadi, Divisional Senior Vice President, Emirates Flight Operations.

Emirates aveva completato pochi giorni fa i test a terra per uno dei suoi motori GE90. L’obiettivo dei test e dell’analisi a terra era proprio quello di dimostrare la capacità del motore GE90 di funzionare con la miscela di SAF al 100% senza influire sulle sue prestazioni, senza richiedere modifiche ai sistemi dell’aeromobile o procedure di manutenzione speciali per il Boeing 777-300ER o il motore GE90. Il SAF riduce le emissioni di carbonio lungo il ciclo di vita del combustibile fino al 80%.

Il volo dimostrativo alimentato da SAF ha un significato particolare in quanto il 2023 è stato dichiarato l’anno della sostenibilità negli Emirati Arabi Uniti. L’anno mostrerà l’impegno degli Emirati Arabi Uniti nel cercare soluzioni innovative a sfide come l’energia, i cambiamenti climatici e altre questioni legate alla sostenibilità. Il volo del Boeing 777-300ER di Emirates contribuisce a sostenere gli sforzi collettivi del settore per consentire un futuro ai voli alimentati a SAF al 100% e contribuire a far avanzare gli obiettivi di sostenibilità degli Emirati Arabi Uniti.

Il volo dimostrativo di Emirates, il primo in Medio Oriente e Nord Africa ad essere alimentato da SAF al 100%, supporta sforzi più ampi per ridurre le emissioni di CO2 mentre l’industria cerca di incrementare l’utilizzo di Carburante per Aviazione Sostenibile. I voli contribuiranno anche a perfezionare il playbook per le future dimostrazioni e supporteranno la futura certificazione in cui il carburante SAF drop-in al 100% è approvato per gli aerei. Attualmente, il SAF è approvato per l’uso su tutti gli aerei, ma solo in miscele fino al 50% con carburante per aerei convenzionale.

Emirates ha collaborato con i partner GE Aerospace, Boeing, Honeywell, Neste e Virent per procurarsi e sviluppare una miscela di SAF che riproduce nel modo più simile possibile le proprietà del carburante per aerei convenzionale. Per ogni rapporto di miscelazione sono state effettuate una serie di misurazioni delle proprietà chimiche e fisiche del carburante. Dopo numerosi test di laboratorio e prove rigorose, sono arrivati a un rapporto di miscelazione che rispecchiava le qualità del carburante per aerei. Sono state miscelate diciotto tonnellate di Carburante per Aviazione Sostenibili (SAF), composto da HEFA-SPK fornito da Neste (esteri e acidi grassi idrotrattati e cherosene paraffinico sintetico) e HDO-SAK fornito da Virent (cherosene aromatico sintetico idrodeossigenato). Il SAF al 100% ha alimentato un motore GE90 mentre il carburante per jet convenzionale ha rifornito l’altro motore.

Il volo di prova del Boeing 777-300ER dimostra ulteriormente la compatibilità del Carburante per Aviazione Sostenibile appositamente miscelato come fonte di carburante sicura e affidabile. Il promettente risultato di questa iniziativa si aggiunge anche ai dati e alle ricerche del settore sulle miscele SAF in proporzioni più elevate, aprendo la strada alla standardizzazione e alla futura approvazione del SAF 100% drop-in in sostituzione del carburante per aerei, ben al di sopra rispetto all’ 50% come limite di miscela.

Adel Al Redha, Chief Operating Officer, Emirates Airline ha dichiarato: “Questo volo rappresenta un momento fondamentale per Emirates e un passo positivo per il nostro settore mentre lavoriamo collettivamente per affrontare una delle nostre maggiori sfide: ridurre la nostra impronta di CO2. Abbiamo affrontato un lungo percorso prima di riuscire a vedere finalmente decollare questo volo dimostrativo con SAF al 100%. Emirates è la prima compagnia aerea passeggeri al mondo a utilizzare un Boeing 777-300ER alimentato da un motore GE con SAF al 100%. Tali iniziative contribuiscono in modo fondamentale alla conoscenza del settore sui SAF e forniscono dati per dimostrare l’uso di miscele più elevate di SAF per le future approvazioni normative. Ci auguriamo che voli dimostrativi storici come questo aiutino ad aprire la porta per ampliare la catena di fornitura SAF e, in futuro, renderla più disponibile e accessibile in tutte le aree geografiche e, soprattutto, accessibile per una più ampia adozione da parte del settore”.

“GE Aerospace si congratula con Emirates per questo importante risultato. Il SAF è fondamentale per aiutare l’industria aeronautica a raggiungere il suo obiettivo di azzerare le emissioni entro il 2050 e collaborazioni come questa per testare il SAF 100% a livello globale ci aiuteranno ad avvicinarci a questo obiettivo “, ha affermato Aziz Koleilat, Vice President of Global Sales and Marketing per Medio Oriente, Europa orientale e Turchia presso GE Aerospace. “Tutti i motori GE Aerospace possono funzionare oggi con miscele SAF approvate e stiamo contribuendo a supportare l’approvazione e l’adozione del SAF 100%”.

“Boeing si congratula con Emirates per il successo dei suoi test di volo utilizzando Carburante per Aviazione Sostenibile”, ha affermato Omar Arekat, Vice President, Commercial Sales and Marketing, Medio Oriente presso The Boeing Company. “Il SAF svolgerà un ruolo fondamentale nell’impegno dell’industria aeronautica a raggiungere l’azzeramento delle emissioni entro il 2050, richiedendo una forte collaborazione del settore. Siamo stati orgogliosi di collaborare con Emirates in questi test e non vediamo l’ora di lavorare ulteriormente con i nostri partner per consentire l’uso diffuso di SAF in tutto il mondo”.

“Siamo entusiasti di applicare la nostra tecnologia a una dimostrazione così importante. L’unità di alimentazione ausiliaria 331-500 o APU è parte integrante del sistema aeronautico Boeing 777-300ER. L’APU fornisce sistemi di avviamento del motore principale, controllo ambientale e backup di emergenza per l’aeromobile a terra e in volo. Utilizza lo stesso carburante dei principali motori di propulsione. Attualmente l’APU è certificata per funzionare solo con il 50% di SAF; quindi, questa dimostrazione è un grande primo passo per mostrare la piena funzionalità e capacità dell’APU quando funziona con il 100% di SAF”, ha affermato Mosab Alkubaisy, Direttore delle compagnie aeree, Honeywell Aerospace Middle East.

Jonathan Wood, Vicepresidente EMEA, Renewable Aviation di Neste, ha dichiarato: “Il Carburante per Aviazione Sostenibile svolge un ruolo cruciale nella riduzione delle emissioni dei viaggi aerei, ma per sfruttare appieno il suo potenziale di decarbonizzazione dobbiamo consentire l’uso del SAF al 100%. Voli di prova come questo del Boeing 777-300ER di Emirates con Neste MY Sustainable Aviation Fuel sono un passo importante verso la certificazione del SAF al 100%. Neste sta lavorando a stretto contatto con i partner per accelerare la disponibilità e l’uso di Carburante per Aviazione Sostenibile mentre aumentiamo la nostra capacità di produzione SAF a 1,5 milioni di tonnellate all’anno entro la fine di quest’anno. Non vediamo l’ora di aumentare la fornitura di SAF anche a Dubai”.

“La tecnologia di Virent converte gli zuccheri di origine vegetale ampiamente disponibili nei composti che rendono possibile il Carburante per Aviazione Sostenibile al 100%, senza la necessità di miscelarli con il tradizionale carburante per aerei”, ha affermato Dave Kettner, Presidente e General Counsel di Virent, Inc. “Insieme alla nostra società madre, la Marathon Petroleum Corporation, ci impegniamo a soddisfare le esigenze energetiche di oggi investendo in un futuro diversificato dal punto di vista energetico e il volo di oggi è un ottimo esempio di questo impegno. Siamo entusiasti dell’opportunità che abbiamo avuto di lavorare con i nostri colleghi lungimiranti di Emirates, GE Aerospace, Boeing, Honeywell e Neste mentre dimostriamo che possiamo alimentare l’aviazione sostenibile senza modificare i moderni motori delle compagnie aeree di oggi o l’infrastruttura che serve l’industria aerea.”

Sua Eccellenza Saif Humaid Al Falasi, CEO del Gruppo presso ENOC, ha elogiato il risultato in quanto coincide con il 2023 come “Anno della sostenibilità”, annunciato dal Presidente degli Emirati Arabi Uniti Sua Altezza lo sceicco Mohamed bin Zayed Al Nahyan. Rappresenta inoltre un passo importante verso la riduzione delle emissioni di anidride carbonica e il raggiungimento della neutralità climatica.

Sua Eccellenza ha aggiunto: “In ENOC, diamo la priorità a lavorare a stretto contatto con i nostri partner strategici per implementare una roadmap nazionale per il Carburante per Aviazione Sostenibile. Ciò non solo mira ad accelerare la decarbonizzazione del settore dell’aviazione, ma contribuisce anche al raggiungimento degli obiettivi degli Emirati Arabi Uniti in termini di neutralità climatica, migliora l’efficienza e la conservazione del carburante, nonché posiziona gli Emirati Arabi Uniti come hub regionale per il Carburante per l’Aviazione Sostenibile. Svolgendo un ruolo attivo nella fornitura di carburante per aviazione agli aeroporti di Dubai, ENOC Group sta partecipando a questo risultato assicurando e miscelando Carburante per Aviazione Sostenibile, contribuendo a garantire la disponibilità di questo tipo di carburante negli Emirati Arabi Uniti”.

Emirates si impegna a sostenere iniziative che aiutano a ridurre al minimo le sue emissioni di CO2 e la compagnia aerea ha già fatto grandi passi in avanti nell’efficienza e nella conservazione del carburante, nonché nei progressi operativi. La compagnia aerea sostiene anche l’impegno collettivo del settore IATA per raggiungere l’azzeramento delle emissioni entro il 2050 e sta esplorando diverse opportunità per aumentare l’efficienza operativa del carburante SAF, di carburanti per aviazione a basse emissioni di carbonio (LCAF) ed energia rinnovabile.

La compagnia aerea gestisce già un programma completo, basato su una migliore efficienza del carburante, che indaga attivamente e implementa modi per ridurre il consumo di carburante e le emissioni inutili, ovunque sia fattibile dal punto di vista operativo. Alcune delle iniziative più significative del programma includono il funzionamento di “tracce flessibili”, o rotte flessibili, collaborando con i fornitori di servizi di navigazione aerea per creare il piano di volo più efficiente per ogni volo. Questi sforzi sono in corso dal 2003 ed Emirates ha collaborato con IATA per estendere questo sistema di rotte in tutto il mondo come procedura operativa standard, ove possibile.

Il primo volo di Emirates alimentato da SAF miscelato con carburante per aerei è stato nel 2017, operato dall’aeroporto di Chicago O’Hare su un Boeing 777. La compagnia aerea ha ricevuto la sua prima consegna di un A380 alimentato da SAF nel 2020 e ha anche utilizzato 32 tonnellate di SAF per i suoi voli da Stoccolma lo stesso anno.

Immagini: Emirates

Redazione di Aviation Report: Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto