Sikorsky elicottero RAIDER X motore ITEP
@ Lockheed Martin, Sikorsky / David Eby

Elicottero RAIDER X: Sikorsky avvia il processo di installazione del motore Improved Turbine Engine

Sikorsky, società di Lockheed Martin, ha avviato il processo di installazione del nuovo motore Improved Turbine Engine (ITEP) dell’US Army sull’elicottero RAIDER X, sviluppato per il programma Future Attack Reconnaissance (FARA). L’US Army e gli ingegneri di Sikorsky hanno revisionato il motore dopo il suo arrivo allo stabilimento di West Palm Beach e lo hano trasferirlo, il 20 ottobre scorso, al test lab per l’integrazione dei motori, adiacente all’area di assemblaggio del RAIDER X.

“L’approccio di Lockheed Martin all’ingegneria di sistema, che si basa su modelli, garantisce al team di Sikorsky l’affidabilità necessaria nella fase finale della costruzione del RAIDER X, che ci avvicina al completamento di questo sistema d’arma, che saprà tenere il passo con il ritmo rapido delle missioni di ricognizione,” ha commentato il Presidente del Future Vertical Lift Vice Andy Adams.

“I dati raccolti dal RAIDER X – e la velocità e l’agilità con cui opera – supporteranno le missioni dell’Esercito con una capacità di rilevamento avanzata e una capacità di networking senza pari, consentendo ai soldati e alle forze congiunte di accedere alle informazioni di cui hanno bisogno per portare a termine le missioni”, ha aggiunto Adams.

Al momento l’elicottero RAIDER X è completo al 98%. Dopo l’installazione della strumentazione supplementare, Sikorsky avvierà immediatamente l’installazione del motore. Saranno poi eseguiti i test e i controlli finali del sistema. Seguiranno l’accensione del motore e il controllo del sistema di propulsione con l’ITEP installato sul velivolo. Una volta superati i controlli di sistema, verranno condotti i test di volo per l’accettazione e si procederà al primo volo, previsto per la fine del 2024, quando il motore e l’aereo avranno ottenuto l’approvazione al volo da parte dell’US Army. Oltre al RAIDER X, l’esercito americano intende utilizzare il motore ITEP anche per la flotta di UH-60 Black Hawk.

“Grazie a una maggiore efficienza del carburante e il 50% di potenza in più rispetto al motore attuale, il motore ITEP è una delle pietre miliari per la modernizzazione del Black Hawk e aumenterà la capacità di portanza e l’autonomia del velivolo,” ha commentato Adams. “Mentre l’US Army sta lavorando ai velivoli Future Vertical Lift, il Black Hawk rimarrà il velivolo tattico d’assalto e di servizio fondamentale per l’Esercito degli Stati Uniti.”

Il RAIDER X è dotato di avionica e sistemi di missione basati sulla Modular Open Systems Architecture (MOSA) che offre opzioni “plug-and-play” per informatica, sensori, sopravvivenza e armi. La tecnologia coassiale X2 offre un potenziale e un margine di crescita impareggiabili per una maggiore velocità, raggio di combattimento e carico utile. Ciò consente una gamma più ampia di configurazioni dell’aeromobile per requisiti di missione specifici.

Nelle intenzioni di Sikorsky l’elicottero RAIDER X dovrebbe raggiungere una velocità massima di 240 nodi (445 km/h) e di 220 nodi (407 km/h) in modo continuativo, anche se al momento il produttore ha confermato solo che il velivolo supera i requisiti minimi di 185 nodi (342 km/h) di velocità del programma FARA. Il RAIDER X sarà un elicottero con la configurazione dei posti affiancati e non in tandem come sull’Apache o sul Bell 360 Invictus, suo unico e diretto concorrente nel programma.

Quasi dieci anni fa, l’esercito americano ritirò il suo ultimo elicottero progettato specificamente per la missione di ricognizione d’attacco: l’OH-58 Kiowa Warrior. Da allora, una combinazione di elicotteri AH-64 Apache e velivoli a pilotaggio remoto si è sostituita, eseguendo la missione di ricognizione d’attacco nel miglior modo possibile.

Ma le minacce simili richiedono velivoli di prossima generazione appositamente progettati per stare al passo con la lotta attraverso una continua evoluzione. A differenza del Kiowa Warrior il Future Attack Reconnaissance Aircraft (FARA), la principale priorità di modernizzazione dell’esercito americano, sarà una risorsa strategica che fornirà un livello di sopravvivenza mai ottenuto prima dall’US Army. Sikorsky è una delle due società in lizza per il programma FARA.

“RAIDER X è un sistema d’arma completo”, ha affermato Jay Macklin, direttore del Future Vertical Lift Business Development di Sikorsky e aviatore dell’esercito in pensione. “Fornisce portata, sopravvivenza e letalità significative, molto più di quanto esiste oggi con le flotte attuali e sarà collegato alla rete come parte fondamentale della forza armata, consentendo ai comandanti di terra di vedere e modellare il campo di battaglia”.

La tecnologia X2™ , il fondamento del design degli aerei ad ala rotante coassiale di Sikorsky, consente all’elicottero RAIDER X di volare più velocemente e più lontano degli elicotteri a rotore principale singolo trasportando un carico utile significativo. La velocità, la portata e i sistemi di missione integrati di RAIDER X lo renderanno una risorsa strategica particolarmente efficace e migliorata nelle vaste distese della regione dell’Indo-Pacifico. I progetti X2 consentono inoltre una crescita intrinseca del sistema d’arma rispetto alle limitazioni degli aerei a rotore principale singolo. Tutti questi attributi consentiranno al RAIDER X di operare a distanze maggiori con una velocità di avvicinamento al bersaglio superiore e un alto grado di consapevolezza della situazione.