elicottero 360 Invictus motore T901
@ Bell

Elicottero 360 Invictus: Bell riceve il motore a turbina T901 migliorato per finalizzare la costruzione del prototipo

Bell ha annunciato che ha ufficialmente ricevuto il motore a turbina T901 migliorato di GE Aerospace per la sua presentazione all’esercito americano nell’ambito del programma FARA (Future Attack Reconnaissance Aircraft). Con l’arrivo del motore, Bell è pronta a finalizzare la costruzione del prototipo dell’elicottero 360 Invictus e passare alle fasi successive della competizione FARA.

La consegna dell’ITEP rappresenta una pietra miliare importante per FARA e per il prototipo competitivo del Bell 360 Invictus“, ha affermato Jayme Gonzalez, responsabile del programma, FARA. “Ora che abbiamo ricevuto il motore, siamo pronti per iniziare a lavorare sui test a terra e sugli altri preparativi necessari per poter arrivare al primo volo previsto per il prossimo anno”.

Bell e il Team Invictus si sono concentrati sulla preparazione dell’ infrastruttura di supporto FARA, della catena di fornitura e dell’hub di produzione per garantire l’allineamento mentre avanza nel percorso verso il primo volo. Con il motore T901 ora in mano, il team Bell è pronto ad installarlo e a preparare funzionalmente l’elicottero 360 Invictus per le operazioni di test a terra.

Una volta che l’elicottero sarà testato funzionalmente con il T901 installato, i passaggi successivi per il Bell 360 includeranno il completamento della Test Readiness Review e un rullaggio a terra con restrizioni. Questi test sono fondamentali per consentire l’esecuzione sicura, rapida ed efficiente del programma di test di volo.

Il nostro team ha lavorato duramente per ridurre i rischi in preparazione ai test a terra e in volo“, ha affermato Chris Gehler, vicepresidente senior e direttore del programma, FARA. “Siamo entusiasti di ricevere il motore T901 e non vediamo l’ora di dimostrare le capacità dell’elicottero 360 Invictus. Inoltre, continuiamo a progredire e a soddisfare i requisiti dell’US Army per un progetto di sistema d’arma aperto che fornisca il livello successivo di letalità e sopravvivenza nell’arsenale delle nostre forze armate”.

Il Bell 360 Invictus offre importanti aumenti di velocità, portata e letalità che consentiranno all’esercito americano di reintrodurre la capacità critica di esplorazione e ricognizione con capacità sia pilotate che autonome. La configurazione generale dell’elicottero, mostrata alla presentazione del prototipo avvenuta a luglio 2022, è molto tipica dei moderni elicotteri da combattimento, con il pilota e il copilota seduti in una disposizione in tandem, uno dietro l’altro, nella parte anteriore della fusoliera, con un cannone automatico di tipo Gatling a tre canne da 20 mm XM915 in una torretta sotto il muso e due rastrelliere per armi uno per lato della fusoliera, rastrelliere che possono essere retratte internamente quando non sono in uso per prestazioni più ottimali.

primo prototipo Bell invictus 360
@ Bell

L’Invictus viene pubblicizzato con una velocità superiore ai 185 nodi (342 km/h), con le due piccole ali laterali che contribuiscono fino al 50% della portanza durante il volo alle massime velocità. La Bell ha dichiarato anche che l’Invictus è sviluppato con una autonomia di combattimento di 250 km con un tempo sull’obiettivo (ToS – Time on Station) di più di 90 minuti, a seconda del carico e del tipo di missione da svolgere, e con la capacità di hovering fuori dall’effetto suolo a 4000 piedi e a 35° di temperatura. Sempre a livello di design, e per permettergli volare ad alte velocità, il 360 Invictus, come già spiegato, prevede il cockpit con i posti del pilota e cannoniere in tandem, stive interne per le armi e carrello retrattile.