elicotteri MH-60 della US Navy
@ Courtesy US Navy

Elicotteri MH-60 della US Navy affondano tre imbarcazioni Houthi nel Mar Rosso

Un numero imprecisato di combattenti Houthi è morto dopo aver tentato di attaccare gli elicotteri MH-60 della US Navy e una nave mercantile nel Mar Rosso, ha annunciato questa mattina il Comando Centrale degli Stati Uniti (CENTCOM).

Gli Houthi, partiti dallo Yemen, stavano tentando di sequestrare la nave mercantile MV Maersk Hangzhou e si erano avvicinati all’unità portacontainer con quattro piccole imbarcazioni. “Le piccole imbarcazioni, provenienti dalle aree controllate dagli Houthi nello Yemen, hanno sparato all’equipaggio con armi leggere arrivando a meno di 20 metri dalla nave, e hanno tentato di salire a bordo. Una squadra di sicurezza imbarcata sulla Maersk Hangzhou ha risposto al fuoco“, si legge nella dichiarazione.

Gli elicotteri americani MH-60 imbarcati sul cacciatorpediniere USS Gravely (DDG-107) e sulla portaerei USS Dwight D. Eisenhower (CVN-69) hanno risposto alla chiamata di soccorso dalla nave mercantile battente bandiera di Singapore e sono finiti sotto il fuoco degli aggressori Houthi, si legge nel comunicato del CENTCOM.

Gli equipaggi degli elicotteri MH-60 della US Navy hanno risposto al fuoco con le loro armi e hanno affondato tre delle quattro imbarcazioni uccidendo i loro equipaggi. La quarta imbarcazione si è staccata ed è riuscita ha lasciare la zona, secondo il comunicato. L’attacco alla nave mercantile di proprietà danese è il secondo in meno di un giorno dopo che la Maersk Hangzhou era stata colpita da un missile balistico antinave lanciato ieri sempre dallo Yemen.

Iranian-backed Houthi small boats attack merchant vessel and U.S. Navy helicopters in Southern Red Sea

On Dec. 31 at 6:30am (Sanaa time) the container ship MAERSK HANGZHOU issued a second distress call in less than 24 hours reporting being under attack by four Iranian-backed… pic.twitter.com/pj8NAzjbVF

— U.S. Central Command (@CENTCOM) December 31, 2023

I cacciatorpedinieri statunitensi USS Gravely e USS Laboon (DDG-58) avevano risposto ieri alla prima chiamata di soccorso proveniente dalla nave portacontainer. Due successivi missili balistici antinave sparati contro le navi sono stati abbattuti dalle unità navali americane in quello che il CENTCOM ha definito il 23° attacco contro navi mercantili nel Mar Rosso.

Dal 17 ottobre, le forze Houthi appoggiate dall’Iran hanno preso di mira nel Mar Rosso le navi che affermano abbiano legami con Israele, in solidarietà con Hamas in seguito al conflitto in corso nel sud di Israele innescato dagli attacchi del 7 ottobre. Fino ad ora, le forze statunitensi nell’area avevano intercettato attacchi missilistici e di droni suicidi contro navi mercantili senza attaccare direttamente le forze Houthi.

Seguiteci anche sul nostro nuovo canale WhatsApp