elicotteri australiani NH-90
@ Commonwealth of Australia, Department of Defense

Gli elicotteri australiani NH-90 ritirati dal servizio sono in fase di demolizione

Negli ultimi mesi, l’Australian Army Air Corps ha iniziato l’opera di demolizione della sua flotta di elicotteri da trasporto tattico MRH-90 Taipan ritirati dal servizio operativo più di un anno prima di quanto previsto, nonostante i recenti interessi provenienti dall’Ucraina. Secondo il ministro dell’Industria della Difesa Pat Conroy, la richiesta dell’Ucraina per gli elicotteri australiani NH-90 è arrivata troppo tardi per evitare il loro smantellamento e la demolizione delle cellule.

Il ministro Conroy, attualmente ministro della Difesa ad interim, ha affermato ai media australiani che il governo ha adottato una strategia di smaltimento mirata a “fornire i migliori rendimenti ai contribuenti“, che ha comportato lo smantellamento degli elicotteri e la vendita dei pezzi di ricambio. “Alcuni mesi dopo l’inizio del processo, l’Ucraina ha presentato una richiesta formale per gli elicotteri australiani NH-90. Servirebbero molto tempo e denaro da parte dei contribuenti per riportare quegli elicotteri in condizioni di volo”, ha detto ai giornalisti a Canberra.

L’Australian Defence Force ha acquisito 47 elicotteri MRH-90 Taipan per essere utilizzati dall’esercito e dalla marina principalmente per il ruolo di trasporto, con il primo entrato in servizio nel 2007, ma non ha mai trovato il Taipan del tutto soddisfacente, con carenze prestazionali e incidenti che hanno portato a numerosi fermi della flotta di Canberra, sebbene l’elicottero europeo rimanga in servizio con ottimi risultati con un certo numero di forze armate in tutto il mondo

Nel dicembre 2021, il governo australiano aveva annunciato che i Taipan dell’esercito sarebbero stati sostituiti da 40 elicotteri americani Black Hawk. La Marina invece ha cessato di far volare i suoi Taipan nell’aprile 2022, sostituiti dagli MH-60R Seahawks. L’ultima goccia è stata l’incidente avvenuto nel luglio dello scorso anno durante l’esercitazione Talisman Saber, quando un Taipan si è schiantato in mare, con la perdita dei suoi quattro membri dell’equipaggio. In quest’occasione NHIndustries aveva detto che “non era stato individuato alcun problema tecnico, malfunzionamento, allarme o avviso … L’elicottero … ha operato senza nessun problema particolare. Questo è ciò che vediamo nell’analisi del registratore dei dati di volo”.

Il ministro ha detto ai giornalisti a Canberra che il governo ha preso la decisione giusta di mettere immediatamente a terra la flotta Taipan in seguito a quel tragico incidente. Successivamente, il governo ha deciso di anticiparne la sostituzione con i Sikorsky UH-60M Black Hawk di fabbricazione statunitense. Il primo dei nuovi Black Hawk è arrivato lo scorso agosto, con gli Stati Uniti che hanno promesso di consegnare rapidamente il resto della flotta.

Entro tre anni l’Australian Defence Force farà volare una flotta di elicotteri tutta americana, con 29 Apache AH-64Ev6, 40 UH-60M Black Hawk, 14 CH-47F Chinook e 36 (di cui 13 nuovissimi) MH -60R Romeo Seahawks che volano sia con l’Australian Army Air Corps sia con la Fleet Air Arm della Royal Australian Navy.

Abbiamo immediatamente avviato una strategia di smaltimento degli MRH-90. Il primo passo è stato contattare altri utenti degli elicotteri per vedere se qualcuno fosse interessato ad acquistare le cellule. Ma non si è manifestato alcun interesse”, ha detto. “Abbiamo quindi lavorato con Airbus per vedere se c’erano potenziali nuovi clienti interessati ad acquistare le cellule. Non c’è stato interesse neanche per quello”.

Alla domanda dei giornalisti sul perché non congelare la strategia di demolizione finché non si farà avanti un acquirente disponibile, il Ministro ha dichiarato: “Non ci sono acquirenti disponibili. Sarebbe irresponsabile da parte nostra allontanarci dalla strategia di smaltimento su cui ci siamo fissati”, ha affermato.

Cerchiamo di essere molto chiari su questo punto. Non c’è nessuno, attraverso i processi che abbiamo stabilito, che sia disposto ad acquistare questi elicotteri, ed è per questo che abbiamo avviato questa strategia di smaltimento che offre il miglior rapporto qualità-prezzo per i contribuenti”. Il 19 dicembre 2023 il governo ucraino ha presentato una richiesta formale per l’acquisizione degli elicotteri australiani NH-90.

Sfortunatamente per l’Ucraina, la demolizione della flotta di NH-90 TTH da parte dell’Australia era troppo avanzata per prendere in considerazione anche l’opzione di una donazione allo sforzo bellico dell’Ucraina. Inoltre, secondo alcuni rapporti dei media australiani, una volta privati ​​delle parti utili, le cellule degli MRH-90 verranno sepolti, la stessa sorte toccata ad alcuni ex aerei F-111 della RAAF, nel 2011.

L’elicottero NH90 è il più grande programma di elicotteri militari in Europa. L’NH90 dispone di una cellula completamente composita con una cabina di grandi dimensioni, un ottimo rapporto peso/potenza e una vasta gamma di equipaggiamenti a seconda della versione. È dotato di un sistema di controllo di volo quadruplex fly-by-wire per un carico di lavoro ridotto del pilota e caratteristiche di gestione del volo migliorate.

L’NH90 è disponibile in due varianti principali: una specifica per le operazioni navali, l’NH90 NFH e il TTH per operazioni terrestri. E’ importante sottolineare che NHIndustries sta proseguendo con le attività di sviluppo per conto di tre attuali clienti: il programma tedesco Sea Tiger, la versione Standard 3 del TTH per l’esercito spagnolo, più le prime unità per la sua marina e la versione delle forze speciali Standard 2 per l’esercito francese.

Seguiteci anche sul nostro nuovo canale WhatsApp