Settimana intensa per l’industria italiana Leonardo che ha mandato in volo per la prima volta l’elicottero TH-119 la risposta di Leonardo Helicopters per sostituire la flotta di elicotteri da addestramento TH-57 della U.S. Navy e il primo velivolo di serie del jet da addestramento basico-avanzato M-345 HET (High Efficiency Trainer).

M-345 HET (High Efficiency Trainer)

L’M-345 HET è andato in volo dall’aeroporto di Venegono Superiore (in provincia di Varese) ai comandi dei piloti della Divisione Velivoli di Leonardo, Quirino Bucci e Giacomo Iannelli.

Quirino Bucci, Project Test Pilot Trainers della Divisione Velivoli di Leonardo, ha così commentato: “Il velivolo si è comportato perfettamente confermando le attese previste dai parametri progettuali ed esprimendo performance eccellenti. Il motore, in particolare, ha dimostrato un’ottima reattività alle variazioni di regime, caratteristica che sarà fondamentale per il velivolo nello svolgimento dei vari ruoli di impiego, in particolare quello del volo acrobatico in formazione. Sono stati inoltre testati gli avanzatissimi sistemi di bordo e ho avuto un positivo impatto rispetto all’ottimo livello di integrazione dell’avionica e dell’interfaccia con il pilota”.

Lucio Valerio Cioffi, Capo della Divisione Velivoli di Leonardo, ha dichiarato: “Sono molto soddisfatto per il lavoro che abbiamo svolto e soprattutto dei tempi in cui lo abbiamo fatto. L’M-345, che ha già suscitato l’interesse di molte Forze Aeree in tutto il mondo, grazie alle sue prestazioni e all’avanzato sistema di addestramento integrato, garantirà un significativo miglioramento dell’efficacia addestrativa e una riduzione dei costi operativi. Si tratta di un velivolo in grado di offrire le superiori prestazioni e l’efficacia tipiche degli aerei a getto a costi comparabili a quelli dei velivoli da addestramento a turboelica di elevata potenza.

Il cliente di lancio dell’M-345 è l’Aeronautica Militare italiana che ha identificato un fabbisogno fino a 45 M-345 (la cui sigla identificativa di Forza Armata è T-345A) per sostituire progressivamente i 137 MB-339 entrati in linea a partire dal 1982 e anche per rappresentare la nuova piattaforma della Pattuglia Acrobatica Nazionale (PAN).

Ad oggi ne ha ordinati cinque ed il primo velivolo sarà consegnato ad inizio 2020. I nuovi M-345 andranno ad integrare gli M-346 impiegati per la fase avanzata dell’addestramento dei piloti dell’Aeronautica Militare che attraverso l’International Flight Training School potrà consolidare il processo di crescita e internazionalizzazione della scuola di volo dell’Aeronautica Militare aumentando, al tempo stesso, le capacità e l’offerta disponibili per i clienti.

TH-119

Il TH-119 rappresenta la risposta di Leonardo per la sostituzione della flotta di TH-57 Sea Ranger della U.S. Navy. L’elicottero è una  speciale versione dell’AW-119, modello di grande successo negli USA e sul mercato mondiale già costruito in America anche con il contributo di numerosi fornitori locali. Dopo questo importante risultato, il TH-119 si avvia ora verso la certificazione americana FAA (Federal Aviation Administration) all’inizio del 2019, diventando così l’unico elicottero monomotore a poter operare secondo le regole del volo strumentale IFR (Instrument Flight Rules).

Il TH-119 ha effettuato il suo volo inaugurale nella giornata del 20 dicembre, con a bordo il pilota collaudatore Patrick McKernan presso lo stabilimento Leonardo di Philadelphia, dove vengono costruiti gli AW119. L’elicottero ha pienamente soddisfatto le aspettative nel corso della valutazione delle sue generali capacità di volo e dei nuovi sistemi avionici. In caso di selezione da parte della U.S. Navy, Philadelphia costruirà una flotta di oltre 125 TH-119 impiegando l’attuale linea di produzione dell’AW119.

Il TH-119, già realizzato negli Stati Uniti, è un prodotto estremamente competitivo sia sotto il profilo economico che per le previste tempistiche di consegna. È dotato di elevate prestazioni, flessibilità d’impiego e livelli di sicurezza già noti agli operatori. Il TH-119 è progettato non solo per effettuare ogni tipo di missione addestrativa della U.S. Navy attualmente richiesta ai TH-57 e di andare ben oltre tali esigenze”, ha dichiarato Andrew Gappy, responsabile delle vendite governative USA della divisione Elicotteri di Leonardo.

Sviluppato sulla base dell’AW119 per compiti di addestramento militare, il TH-119 è l’unico elicottero al mondo in grado di superare, nelle diverse fasi formative, i limiti del volo a vista (VFR – Visual Flight Rules). Il TH-119 è in grado di coprire l’ampio spettro dei requisiti addestrativi della U.S. Navy, comprendente anche varie modalità di atterraggio, volo stazionario e autorotazione senza ricorrere alla simulazione.

elicottero leonardo TH-119

A questi si aggiungono quelli dell’addestramento avanzato come l’uso di capacità NVG (Night Vision Goggles) per il volo notturno, l’impiego di specifica strumentazione di missione, la navigazione, il volo tattico, il recupero al verricello, il trasporto di carichi esterni, la ricerca e soccorso. Questo fa del TH-119 il prodotto migliore sul mercato per soddisfare le esigenze della U.S. Navy, chiamata spesso ad operare in condizioni meteo sfidanti e con scarsa visibilità.

Il nuovo cockpit digitale di Genesys Aerosystems presenta lo stesso tipo di informazioni per istruttore e pilota e con piena capacità IFR comprendente anche il sistema di direzione del volo e un moderno autopilota. La cabina presenta anche un posto per l’osservatore in grado di compiere un giro di 180 gradi offrendo così la piena visuale del quadro comandi per poter continuare la fase addestrativa anche quando si vola in qualità di passeggero.

Il TH-119 presenta grandi margini di potenza, grazie al collaudato motore Pratt & Whitney Canada PT6-B da 1000 cavalli, e una struttura e pattini estremamente resistenti per addestrare i piloti ad effettuare particolari manovre di atterraggio. L’elicottero può anche essere rifornito di carburante a motore accesso per ridurre il tempo a terra e massimizzare la versatilità operativa.

Il TH-119 è costruito e supportato presso lo stabilimento di Leonardo di Philadelphia che risponde allo standard FAA Part 21. Questo consente alla U.S. Navy di ridurre i tempi di consegna e di manutenzione della flotta. Con la sua formula monomotore, il TH-119 garantisce inoltre risparmi per milioni di dollari per i contribuenti americani rispetto ai concorrenti bimotore.

Fonte e photo credits: Leonardo

Rispondi