Il 10 agosto 2020, il secondo aeromobile della flotta multinazionale MRTT (MMF) è stato consegnato alla Multinational MRTT Unit (MMU), presso la base operativa principale di Eindhoven (Paesi Bassi). Al termine del processo di accettazione, la proprietà dell’aeromobile è stata trasferita (tramite OCCAR) da Airbus Defence and Space alla NATO Support and Procurement Agency (NSPA), che gestisce la flotta per conto delle nazioni partners del programma.

La flotta Multinational Multi-Role Tanker Transport (MRTT) entrerà presto in servizio per fornire trasporto strategico, rifornimento in volo ed evacuazione medica alle sei nazioni partecipanti (Belgio, Repubblica Ceca, Germania, Lussemburgo, Paesi Bassi e Norvegia), dimostrando un esempio di buone pratiche di cooperazione multinazionale.

Il primo aereo A330 MRTT era stato consegnato il 30 giugno 2020 e nelle ultime settimane ha svolto missioni di addestramento per l’unità. Ora verrà sottoposto a un controllo di manutenzione ordinaria (A-check).

Il terzo, quarto e quinto velivolo sono attualmente in fase di conversione presso le strutture di Airbus DS e il resto della flotta seguirà entro la fine del 2024. L’intera flotta sarà composta da otto velivoli da trasporto multiruolo, con la possibilità di estendere in contratto fino a 11 aeromobili in futuro. I velivoli sono di proprietà della NATO e gestiti dalla NATO Support and Procurement Agency (NSPA) con il supporto dell’Organizzazione per la cooperazione congiunta sugli armamenti (OCCAR – Organization for Joint Armament Cooperation) in fase di acquisizione.

Il programma MMF è finanziato dalle sei nazioni che avranno il diritto esclusivo di utilizzare gli aerei di proprietà della NATO in un accordo di raggruppamento. L’aeromobile sarà configurato per il rifornimento in volo, il trasporto di passeggeri e merci e per le operazioni di evacuazione medica.

L’Agenzia europea per la difesa (EDA) ha avviato il programma MMF nel 2012. OCCAR gestisce la fase di acquisizione di MMF e i primi due anni del supporto in servizio iniziale come ente incaricato dell’esecuzione del contratto per conto di NSPA. Dopo la fase di acquisizione, NSPA sarà responsabile della gestione completa del ciclo di vita della flotta.

L’A330 MRTT combina la tecnologia avanzata di una aerocisterna di nuova generazione con l’esperienza operativa registrata durante oltre 200.000 ore di volo in servizio. L’A330 MRTT è interoperabile con i ricevitori di tutto il mondo e offre vere capacità multi-ruolo, come dimostrato durante le recenti missioni MedEvac e di trasporto strategico legate alla pandemia di COVID-19.

Il programma MMF è stato lanciato nel 2016 per supplire alla scarsa disponibilità di rifornitori aerei in Europa. Per far ciò la NATO ha acquistato otto velivoli, più tre in opzione, Airbus A330 MRTT Multi-Role Tanker Transports per il rifornimento in volo ma anche per il trasporto strategico e l’evacuazione medica. Gli aerei saranno operati da un gruppo di volo multinazionale composto ad oggi da Belgio, Germania, Olanda, Lussemburgo, Norvegia e Repubblica Ceca in attesa che altre nazioni della NATO entrino a far parte del suddetto gruppo di volo.

Otto velivoli Airbus A330 MRTT con tre capacità

In base ai requisiti delle nazioni partecipanti, otto aeromobili Airbus A330 MRTT (sviluppato a partire dalla versione Airbus A330-200) sono stati acquistati dalla OCCAR – Organisation Conjointe de Coopération en matière d’Armement  (Organisation for Joint Armament Co-operation), per conto della NSPA. Questi velivoli all’avanguardia sono configurati per una varietà di missioni, dal rifornimento aereo, al trasporto di truppe, dal trasporto VIP al trasporto di merci e possono anche essere riconfigurati per l’evacuazione aero-medica (MedEvac).

Per la missione di rifornimento in volo gli Airbus A330 MRTT saranno equipaggiati con un’asta rigida (boom) e due pod sub-alari per il sistema con sonda e imbuto. Oggi in Europa le nazioni che hanno delle proprie capacità di rifornimento in volo, delle quali alcune con capacità limitate, sono: Italia, Inghilterra, Francia, Spagna, Germania, Olanda; le prime tre nazioni con buone capacità e mezzi.

La capacità di carburante di base di 111 tonnellate consente all’aeromobile di eccellere nelle missioni di rifornimento in volo senza la necessità di ulteriori serbatoi di carburante. Inoltre può fornire, una portata massima di circa 2.200 litri al minuto alimentando rapidamente tutti gli aeromobili in inventario con le nazioni MMF (F-16, F-35, C-17, Eurofighter, Tornado e Gripen) e la maggior parte degli altri velivoli utilizzati nell’ambito della NATO.

Tuttavia non tutte le ore saranno occupate dal rifornimento in volo. Molte nazioni li useranno per il trasporto, nonché per l’evacuazione medica. A tal fine, l’aereo Airbus A330 può trasportare carichi strategici fino a 45 tonnellate e trasportare contemporaneamente fino a 267 passeggeri. Inoltre, le nazioni MMF possono beneficiare delle capacità di evacuazione aero-medica, in quanto l’aereo può essere configurato per includere sei unità di terapia intensiva e 16 barelle.

I velivoli della MMF saranno gestiti dall’unità multinazionale MMU – Multinational Multirole Tanker Transport Unit composta da personale militare delle nazioni partecipanti. L’unità avrà sede in due basi operative permanenti, la Main Operating Base (MOB) a Eindhoven (Paesi Bassi) e la Forward Operating Base+ (FOB+) a Colonia-Wahn (Germania).

La MMU avrà la capacità di schierarsi a livello globale, fornendo alle nazioni MMF affidabili capacità di rifornimento in volo, trasporto aereo ed evacuazione aero-medica. Per garantire una capacità di evacuazione aero-medica 24 ore su 24, 7 giorni su 7, uno degli aeromobili A3T MRTT situati presso la FOB+ rimarrà permanentemente nella configurazione MedEvac dalla fine del 2021. Le nazioni del MMF useranno queste capacità a sostegno delle missioni nazionali nonché a sostegno della NATO, dell’UE e di altri impegni multinazionali.

Photo credits: NSPA – NATO Support and Procurement Agency

Print Friendly, PDF & Email
 

Rispondi