X

 

SOCIAL MEDIA AVIATION REPORT


Consegnato il primo caccia Rafale della Croazia

@ Croatian MoD, Armeé de l'Air et de le Space

Oggi 2 ottobre 2023, nel corso di una cerimonia ufficiale, è stato consegnato il primo caccia Rafale della Croazia, il primo dei dodici aerei da caccia multiruolo francesi acquistati dalla Repubblica di Croazia, presso la base dell’aeronautica francese Mont-de-Marsan in Francia.

Con questa storica consegna, la Repubblica di Croazia ha rafforzato la sua capacità di combattimento complessiva delle sue forze armate introducendo gli aerei da combattimento francesi nell’aeronautica militare croata. I Rafale, della Dassault Aviation, sostituiranno la flotta di MiG-21 che nel 2024 inizierà ad essere ritirata dal servizio.

Alla cerimonia erano presenti il ​​Ministro della Difesa Mario Banožić insieme al Capo di Gabinetto del Primo Ministro Zvonimir Frka-Petešić, al Vice Primo Ministro e Ministro dei Veterani croati Tom Medved e la delegazione delle Forze Armate della Repubblica di Croazia guidata dal Capo di Stato Maggiore delle forze armate della Repubblica di Croazia, l’ammiraglio Robert Hranje. Da parte francese, alla cerimonia ha partecipato la delegazione delle Forze Armate e del Ministero della Difesa della Repubblica francese.

Questo è un grande giorno per la Croazia, ma anche per i nostri piloti da caccia che hanno dimostrato quante persone impegnate, professionali e qualificate abbiamo nelle file dell’esercito croato“, ha affermato Banožić, che ha anche aggiunto che “… in questa parte d’Europa nessuno avrà un’aeronautica più forte, più moderna e più potente“.

Il ministro ha ringraziato la parte francese per la cooperazione e il sostegno fornito dalla Francia in tutto questo processo ed ha espresso la sua soddisfazione per il fatto che grazie a questo progetto è stato compiuto un passo significativo nelle relazioni tra Francia e Croazia e che sono state gettate le basi per una cooperazione ancora più profonda a livello nazionale, a livello bilaterale ed europeo.

Allo stesso modo, riferendosi ai piloti di caccia croati che da mesi si addestrano in Francia sugli aerei Rafale e che hanno dimostrato abilità e professionalità eccezionali, il ministro ha detto: “Anche se questo è un grande giorno per la Repubblica di Croazia, questo è un grande giorno per i nostri piloti da caccia che hanno dimostrato quante persone appassionate, professionali ed esperte abbiamo tra le fila dell’esercito croato. Grazie a ciascuno dei nostri piloti, grazie a ciascun tecnico aeronautico per tutto quello che hanno dimostrato durante l’addestramento in Francia: voi siete il garante del luminoso futuro dell’Esercito croato e un punto di forza insostituibile delle nostre Forze Armate“, ha detto il ministro Banožić.

Nel contesto delle attuali sfide alla sicurezza causate dall’aggressione contro l’Ucraina, Frka-Petešić ha sottolineato che il rafforzamento delle capacità aeree complessive della NATO è oggi particolarmente importante, e in questo senso ha sottolineato che il governo croato ha riconosciuto tempestivamente le tendenze e ha raddoppiato il bilancio della difesa negli ultimi sette anni e ha avviato investimenti concreti nella modernizzazione di tutti i rami delle forze armate croate.

Il Generale francese, Ispettore delle Forze Armate francesi e dell’Aeronautica Militare, Sig. Luc de Rancourt, ha affermato che per lui è stato un onore eccezionale collaborare con il Governo della Repubblica di Croazia e con il Ministero della Difesa. Ha affermato che l’aereo Rafale è uno strumento potente e importante, soprattutto nelle attuali circostanze di cambiamento dei paradigmi di sicurezza causati dalla guerra in Ucraina. In particolare ha elogiato i piloti e i tecnici croati per l’impegno e l’ottimo addestramento che svolgono in Francia insieme ai colleghi dell’aeronautica militare francese.

I caccia Rafale della Croazia

Con la decisione del Governo della Repubblica di Croazia del 28 maggio 2021, l’offerta della Repubblica francese era stata ritenuta la più favorevole e il 25 novembre 2021 sono stati firmati un accordo tecnico e tre contratti con le società Dassault Aviation, MBDA France e Safran Electronic & Defence, il cui pagamento sarà effettuato in un periodo di sei anni dal 2021 al 2026.

Il valore totale dell’accordo tecnico e di tutti e tre i contratti per la fornitura dei caccia Rafale della Croazia è pari a 999.068.493 di euro, ovvero 1.152.496.307 di euro con costi stimati di indicizzazione dei prezzi e IVA. Le risorse finanziarie saranno previste nel bilancio del Ministero della Difesa. Secondo i contratti, verranno acquistati dalla Repubblica francese 12 aerei Rafale F3-R usati (dieci monoposto e due biposto) con gli stessi standard degli aerei utilizzati dall’aeronautica militare francese.

Insieme ai 12 aerei, c’è anche un simulatore di volo che consentirà una gamma completa di formazione e validazione di tattiche, attrezzature di terra e di prova, pezzi di ricambio e supporto completo da parte dei rappresentanti autorizzati delle aziende produttrici in Francia e Croazia. L’intero supporto è valido fino all’ultimo trimestre del 2026, oltre a una garanzia di 12 mesi per l’aereo, il motore, le attrezzature e i pezzi di ricambio consegnati.

Secondo le proiezioni di molti analisti sull’impiego nell’aeronautica militare croata, l’acquisto di questi aerei pienamente compatibili con la NATO sarà sufficiente per i prossimi 30 anni e più, mentre l’uso operativo degli aerei Rafale nell’aeronautica militare francese è previsto fino al 2060.

Immagini: Croatian MoD, Armeé de l’Air et de le Space

Redazione di Aviation Report: Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto