X

 

SOCIAL MEDIA AVIATION REPORT


La Cina svelerà entro fine anno un nuovo velivolo da combattimento stealth imbarcato su portaerei

Rendering J-35 (@ Chinese Internet)

La Cina svelerà entro la fine dell’anno tutti i nuovi progressi sul suo caccia da combattimento di nuova generazione basato su portaerei, denominato J-35, ha detto il produttore dell’aereo mercoledì scorso all’Airshow China 2021 in corso a Zhuhai, nella provincia del Guangdong della Cina meridionale. “Quest’anno, le persone dovrebbero essere in grado di avere buone notizie sul jet da combattimento basato su portaerei di prossima generazione”, ha affermato Sun, Sun Cong, capo progettista del J-15, il caccia da combattimento cinese di prima generazione basato su portaerei, e capo progettista del J/FC-31, il secondo caccia stealth cinese.

L’FC-31 era stato a lungo un candidato per diventare il secondo aereo imbarcato della Cina già dalla sua presentazione del 2014 e se il prototipo FC-31 venisse aggiornato per soddisfare le esigenze delle operazioni da portaerei, potrebbe essere un’opzione eccellente per il caccia da combattimento cinese di nuova generazione imbarcato, ha detto al Global Times Fu Qianshao, un esperto di aviazione militare cinese. L’FC-31, originariamente sviluppato a scopo di esportazione, ma che non ha mai trovato un acquirente straniero, è anche in mostra all’Airshow China 2021.

Un modello in scala dell’FC-31 è esposto all’ingresso della sala espositiva della Aviation Industry Corporation of China di proprietà statale (AVIC), insieme ai modelli di un missile aria-aria a lunghissima gittata PL-15E, missile aria-aria a corto raggio PL-10E e la bomba di precisione LS-6/250. Questo velivolo stealth cinese ha una vaga somiglianza con il Lockheed-Martin F-35 Lightning II Joint Strike Fighter.

Secondo il produttore AVIC l’FC-31 avrebbe un alto tasso di sopravvivenza in ambienti ostili e una bassa firma radar, contromisure elettroniche avanzate, una forte capacità di raccolta e gestione delle informazioni, un’eccezionale consapevolezza della situazione e capacità di combattimento beyond-visual-range. Avrebbe un peso massimo al decollo di 28 tonnellate, una tangenza operativa di 15 chilometri e una velocità massima di Mach 1,8 (2.205 km/h).

Ad oggi l’FC-31 vola con motori russi RD-93 che probabilmente non sono l’ideale per un caccia ad alte prestazioni, ma secondo quanto riferito, il produttore Shenyang Aviation prevede di installare motori locali WS-19 personalizzati sulle future varianti dell’FC-31 e quindi molto probabilmente sul J-35 navale.

Pur rifiutandosi di fare un commento diretto sulle speculazioni sull’aereo, Zhou Guoqiang, assistente del direttore generale di AVIC, ha detto a un gruppo di giornalisti in una visita in anteprima alla mostra poco prima dell’apertura di martedì che l’FC-31 “riflette la potenza della Cina”, ed è un aereo chiave nella famiglia di velivoli “20”, insieme al jet da combattimento stealth J-20, al grande aereo da trasporto Y-20 e all’elicottero utility Z-20.

Sono già circolati in rete alcuni rendering del nuovo caccia imbarcato stealth J-35 come anche alcuni video del cockpit che sarebbe in comune tra l’FC-31 e il J-35.

La Marina Militare cinese (People’s Liberation Army Navy – Marina dell’Esercito Popolare di Liberazione Cinese) ora gestisce due portaerei: CNS Liaoning e CNS Shandong. Il Liaoning è stato commissionato alla Marina nel settembre 2012 dopo essere stato ricostruito in Cina per diversi anni a partire dall’unità navale dell’era sovietica Varyag, mentre lo Shandong è stato progettato e costruito a livello nazionale ed è entrato in servizio nel dicembre 2019. Sono portaerei della categoria STOBAR, che significa che i velivoli decollano dopo una breve corsa grazie ad un trampolino (sky-jump), ma possono appontare utilizzando i cavi d’arresto (STO – short take off + BAR – but arrested recovery).

Attualmente è in corso la costruzione della terza portaerei (Type 003) cinese significativamente più grande delle due in servizio. In costruzione a Shanghai sarà dotata di catapulte per lanciare aerei più pesanti e condurre operazioni di combattimento ancora più performanti. Non a caso il Liaoning e lo Shandong imbarcano solo i J-15, e solo con carichi leggeri. Ad esempio il KJ-600, un clone cinese dell’E-2 Hawkeye della US Navy, è chiaramente troppo pesante per le due prime portaerei.

La nuova portaerei Type 003 sarà quindi in grado di utilizzare i KJ-600 e i caccia con carichi pieni di carburante e armi. A tal fine, la PLAN ha modificato il J-15, una copia aggiornata del caccia russo Su-33, con un carrello di atterraggio più pesante compatibile con una catapulta a vapore o elettromagnetica. Le prime immagini di questo nuovo J-15T sono circolate alla fine dello scorso anno.

J-15T (@ Chinese TV)

Il KJ-600 e il J-15T stanno già volando e una versione navale dell’FC-31, che richiederebbe anche il carrello di atterraggio più pesante, potrebbe quindi debuttare entro la fine del 2021. Ci sono anche voci secondo cui la Marina Militare cinese starebbe lavorando su una versione radar-jamming e per guerra elettronica del J-15 chiamata J-15D, similare al J-16D presentato proprio nei giorni scorsi a Zhuhai.

Non è difficile immaginare che, quando la portaerei Type 003 imbarcherà finalmente uno stormo nei prossimi anni, tutti e quattro i modelli  citati saranno impiegati. Questo possibile stormo aereo non sarà molto diverso da Carrier Air Wing della Marina degli Stati Uniti con il suo mix di caccia, aerei radar e jammer, sebbene l’Air Wing cinese ad oggi manchi ancora di alcuni velivoli specializzati come aero-rifornitori e convertiplani da trasporto.

Photo credits: Chinese Internet, Chinese TV

Categorie: News Militari
Redazione di Aviation Report: Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto