Nell’ambito di una grande esercitazione americana in Europa, sei bombardieri strategici B-52H con capacità nucleare dell’aeronautica statunitense si sono addestrati insieme a caccia norvegesi. Alle manovre hanno partecipato sia gli F-16AM Fightning Falcons che gli F-35 Joint Strike Fighters della Royal Norwegian Air Force.

Come avevamo già riportato due giorni fa nella nostra edizione inglese, sabato 22 agosto 2020, sei bombardieri B-52H Stratofortress della US Air Force sono arrivati ​​a Fairford, in Inghilterra. I bombardieri del 5th Bomb Wing, con base presso la Minot Air Force Base in North Dakota, si addestreranno in Europa per un periodo lungo.

Questa è un’importante arena di addestramento per la Norvegia che rafforzerà la cooperazione tra i paesi della NATO. “Sono molto contento che i nostri amici americani scelgano di esercitarsi nel nostro ambiente. È importante che abbiano familiarità con le condizioni norvegesi e possano operare insieme a noi se necessario“, ha affermato il capo della difesa norvegese, Generale Eirik Kristoffersen. La prima missione di addestramento è stata condotta con gli F-16 Fightning Falcons.

Questa esercitazione è una prova della capacità della Norvegia di coordinare le operazioni in tutta l’area di operazione della NATO. Durante la missione vera e propria, l’aeronautica militare norvegese ha addestrato tutta la sua catena operativa, dal controllo e sorveglianza dello spazio aereo al personale di terra agli aerei. È importante che tutti abbiano familiarità con le diverse basi, lo spazio aereo e i diversi modelli operativi, per creare esperienza e fiducia tra le persone che svolgono le missioni, ha confermato il Generale Kristoffersen.

Questa è stata la quarta volta quest’anno che i caccia norvegesi effettuano voli di addestramento con bombardieri strategici statunitensi. Il 3 giugno 2020 quattro bombardieri strategici della 5th Bomb Wing B-52H Stratofortresses hanno condotto una missione strategica a lungo raggio in Europa e nell’Artico. Il volo ha coinvolto missioni nell’Oceano Artico e nel Mare di Laptev. Anche in questo caso i bombardieri statunitensi si sono addestrati con gli F-16 e gli F-35 norvegesi.

Gli schieramenti di bombardieri dell’aeronautica militare USA e le sortite a lungo raggio in Europa sono sempre più comuni e il messaggio rivolto principalmente alla Russia viene spontaneo anche per questo ultimo gruppo di B-52H. Non sarebbe, quindi, la prima volta che l’US Air Force ha utilizzato tutta la triade dei suoi bombardieri strategici per mostrare le eventuali capacità offensive nei confronti di Mosca.

L’attività americana in Europa si concentrerà sulla cooperazione tra i paesi della NATO e le nazioni partner. Questo tipo di cooperazione rafforza la capacità di operare dei paesi della NATO, ma ancora più importante, rafforza la capacità statunitense di lavorare insieme durante i periodi di conflitto e crisi.

B-52H and F16 royal norwegian air force

Le missioni dei bombardieri strategici, che si svolgono dal 2018, forniscono una familiarizzazione del teatro per i membri degli equipaggi di volo e di terra e l’opportunità per l’integrazione degli Stati Uniti con gli alleati della NATO e con i partner regionali. Le missioni dei bombardieri aumentano la prontezza e forniscono la formazione necessaria e rispondono a qualsiasi potenziale crisi o sfida in tutto il mondo. Ci sono state più di 200 sortite di volo di successo coordinate con alleati e partner dall’inizio delle missioni della Bomber Task Force in Europa.

La base aerea britannica RAF Fairford è la sede abituale dei bombardieri americani schierati in Europa. L’aeroporto militare è in grado di operare 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e può ospitare bombardieri e aerei di intelligence, sorveglianza e ricognizione.

Photo credits: Royal Norwegian Air Force – Luftforsvaret

 

Rispondi