@ Boeing

Boeing e Wisk svelano il concetto di operazioni per la mobilità aerea urbana

Boeing e il suo partner di joint venture Wisk hanno pubblicato oggi una tabella di marcia per la transizione verso un futuro in cui gli aerei automatizzati e senza equipaggio possono trasportare in sicurezza passeggeri e merci nelle aree urbane e suburbane. Il concetto di operazioni definisce le raccomandazioni tecnologiche, normative e sociali necessarie per implementare la mobilità aerea urbana (UAM) negli Stati Uniti e integrarla nel sistema nazionale dello spazio aereo.

Stiamo lavorando per consentire un futuro dell’aerospazio che sia sicuro, sostenibile e su larga scala. Le operazioni senza equipaggio saranno fondamentali per realizzare questa visione e dobbiamo superare gli attuali standard di sicurezza per il sistema di trasporto aereo“, ha affermato Brian Yutko, Vice President e Chief Engineer of Sustainability & Future Mobility di Boeing.

Il concetto di operazioni inizia proponendo principi fondamentali per la mobilità aerea urbana, compreso che i voli dovrebbero essere sicuri e alla portata di tutti. Inoltre, l’aereo sarebbe automatizzato per ridurre il carico sui controllori del traffico aereo e sui piloti, e volerebbe giorno e notte secondo le regole del volo a vista o strumentale e sarebbe supportato da sistemi automatizzati a bordo ea terra.

L’importante lavoro che condividiamo oggi costituisce un trampolino di lancio nel progresso di UAM negli Stati Uniti e nel mondo“, ha affermato Gary Gysin, CEO di Wisk, che ha lavorato per portare sul mercato il primo veicolo completamente elettrico, auto- aerotaxi volante negli Stati Uniti

La visione che abbiamo delineato è il risultato di molti anni di collaborazione con Boeing, la FAA, la NASA e le principali parti interessate del settore. Di conseguenza, questo documento offre il quadro più completo proposto fino ad oggi con una visione per abilitare l’UAM nello spazio aereo nazionale. Wisk si impegna a realizzare, con i suoi partner, questa visione“, ha affermato Gysin.

Boeing e Wisk affermano che saranno necessari metodi evolutivi e pragmatici per trasformare in realtà la visione di UAM. Ciò include la creazione di nuove infrastrutture come i “vertiporti”, luoghi in cui gli aerei UAM possono decollare e atterrare, caricare e scaricare passeggeri e ricevere servizi. Inoltre, mentre l’aeromobile sarà automatizzato, Boeing e Wisk raccomandano la creazione di “centri operativi della flotta” in cui i “supervisori multiveicolo” monitoreranno i voli, implementeranno le istruzioni di controllo del traffico aereo per mantenere la separazione degli aeromobili e garantiranno il funzionamento sicuro del volo.

Il lavoro che abbiamo svolto con i nostri partner di Wisk dimostra come questa visione condivisa può diventare realtà e siamo entusiasti di condividere queste ConOps con le parti interessate pubbliche, governative, politiche e normative per impegnarsi in tutto il settore per plasmare quel futuro“, ha affermato Yutko.

Seguiteci anche sul nostro canale Telegram.