Boeing USAF T-7A Red Hawk
Boeing USAF T-7A Red Hawk (@ The Boeing Company)

Boeing avvia la produzione dell’addestratore avanzato T-7A Red Hawk, il primo velivolo “eSeries” della US Air Force e strizza l’occhio alla US Navy

Una nuova era nella progettazione e costruzione di aeromobili è iniziata poiché la prima parte statunitense dell’addestratore avanzato T-7A Red Hawk è entrata ufficialmente nella linea di produzione di Boeing. Il 90% della fusoliera anteriore è già completa e Boeing sta aspettando una porzione dell’aereo dal suo partner Saab che include software, strumentazione di lavoro e parte della struttura del jet, che arriverà in circa un mese.

Il jet da addestramento, designato eT-7A Red Hawk dalla US Air Force per via della sua eredità digitale, è stato completamente progettato utilizzando la definizione basata su modelli 3D e i sistemi di gestione dei dati sviluppati da Boeing negli ultimi due decenni. Il T-7A Red Hawk ha impiegato l’ingegneria digitale e il design del velivolo Boeing TX che è passato dall’idea di base al primo volo in soli 36 mesi.

Il futuro del dominio aereo risiede nella capacità di muoversi rapidamente, correre rischi intelligenti e collaborare in nuovi modi per portare a termine il lavoro” , ha affermato Shelley Lavender, vicepresidente senior di Boeing per Strike, Surveillance and Mobility. “Creando aerei e sistemi lungo un percorso digitale, possiamo accelerare i tempi di costruzione e aumentare la qualità e l’accessibilità per i nostri clienti in un modo che non è mai stato fatto prima“. L’Advanced Pilot Training System incorpora anche simulatori dal vivo e virtuali all’avanguardia  per offrire a studenti e istruttori un’esperienza reale.

Nel settembre 2018, la US Air Force aveva assegnato a Boeing un contratto da 9,2 miliardi di dollari per la fornitura di 351 velivoli da addestramento avanzati e 46 simulatori di addestramento a terra associati. Saab è in coppia con Boeing sull’addestratore e fornisce la fusoliera di poppa del jet.

Il Red Hawk sostituirà il vecchio velivolo da addestramento dell’US Air Force, il T-38C Talon, una mossa che dovrebbe aumentare la sicurezza per i tirocinanti e gli istruttori di volo e questo primo velivolo di produzione potrebbe andare in volo prima della fine del 2021, o all’inizio del 2022, hanno detto i funzionari della Boeing il 23 febbraio. L’inizio delle consegne è previsto per il 2023 presso la Joint Base San Antonio-Randolph, in Texas, mentre la capacità operativa iniziale è prevista per il 2024.

La Boeing sta studiando anche la possibilità che l’addestratore possa essere utilizzato dalle forze aeree straniere come velivolo da attacco leggero, che è una tipica missione alternativa per alcuni velivoli da addestramento avanzati. Al momento però non ci sono dettagli su quali modifiche il T-7A potrebbe richiedere per svolgere un ruolo del genere perché, ad oggi, tutto potrebbe dipendere dai requisiti specifici per cliente.

Il Boeing / Saab T-7A Red Hawk

Il T-7A Red Hawk introduce funzionalità che preparano i piloti per i caccia di quinta generazione, tra cui un ambiente ad alto numero di G, gestione delle informazioni e dei sensori, caratteristiche di volo ad alto angolo di attacco, operazioni notturne, aria-aria e aria-suolo e offre capacità avanzate su collegamenti dati, radar simulati, armi intelligenti, sistemi di gestione difensiva e capacità di addestramento sintetico.

Insieme alla tecnologia aggiornata e alle capacità prestazionali, il sistema di addestramento avanzato T-7A è accompagnato da simulatori avanzati e dalla capacità di aggiornare il software di sistema più velocemente e in modo più fluido. Questi simulatori, che sono la base per l’addestramento dei piloti e la chiave per la prontezza dell’US Air Force, possono connettersi digitalmente agli effettivi velivoli T-7A e abilitare scenari di addestramento costruttivi e integrati virtuali dal vivo, il che significa che i piloti che si addestrano virtualmente possono collaborare con coloro che eseguono voli dal vivo sull’aereo T-7 offrendo una simulazione “real-as-it-gets”.

Il GBTS – Ground-Based Training System del T-7A è stato costruito su un’architettura di sistemi aperti di hardware e software digitale che gli consentiranno di crescere con le esigenze in evoluzione dell’US Air Force. Boeing prevede di consegnare i primi simulatori T-7A Red Hawk all’US Air Force nel 2023.

Il T-7A è costruito e sviluppato per fornire grande maneggevolezza a tutte le velocità, permettendogli di volare con profili che si avvicinano alle esigenze del mondo reale ed è specificamente progettato per preparare i piloti per velivoli di quinta generazione. Il singolo motore del velivolo genera una spinta quasi tre volte maggiore rispetto ai due motori del Talon T-38C che sta sostituendo.

La US Navy

Nel frattempo. Boeing è attualmente in trattative anche con la Marina degli Stati Uniti per sostituire il proprio jet da addestramento del il T-45 Goshawk, sebbene al momento non esista alcun programma definitivo.

La US Navy nel maggio 2020 aveva rilasciato una richiesta di informazioni per un nuovo addestratore, in grado di atterrare sia su aeroposto che su portaerei, nell’ambito del suo sforzo UJTS (Undergraduate Jet Training System). È importante sottolineare che la Marina USA vorrebbe una soluzione pronta all’uso che possa essere messa in campo entro il 2028. I fornitori avevano avuto tempo fino a luglio 2020 per rispondere alla RFI, ma non è stata ancora rilasciata alcuna richiesta formale di proposte.