sesto airbus belugaxl
@ Airbus

BelugaXL: Airbus completa la sua flotta di 6 super cargo

Dopo aver servito come piattaforma di test del programma dal 2018, questo mese è entrato in servizio l’ultimo dei sei Airbus BelugaXL. Questi successori dell’A300-600ST, l’iconico Beluga originale, continuano la sua missione di rafforzare le capacità industriali dell’azienda europea.

Ora la flotta è completa con l’ultimo BelugaXL che si è unito agli altri cinque velivoli già in servizio presso l’Airbus Transport International (ATI) dopo aver servito come aereo per i collaudi. ATI, una filiale di Airbus, è la compagnia aerea interna della compagnia dal 1996.

Offrendo il 30% in più di capacità di carico utile rispetto al suo predecessore, l’A300-600ST, il BelugaXL è fondamentale per l’accelerazione della produzione di Airbus. I sei aerei da trasporto appositamente commissionati, costruiti a Tolosa, in Francia, trasportano sotto insiemi e componenti di altri aerei tra i siti produttivi europei di Airbus. Ogni missione richiede in media un tempo di consegna di soli 70 minuti, grazie a strutture di carico appositamente progettate presso gli stabilimenti in Francia, Germania, Spagna e Regno Unito.

Il passaggio definitivo dell’ultimo aereo ad ATI segna la chiusura del programma BelugaXL, lanciato nel 2014. Il team di sviluppo è stato centralizzato, riunendo circa 1.000 ingegneri e fornitori Airbus in un unico luogo per abbreviare i cicli decisionali e semplificare i processi. Parti, attrezzature e principi di progettazione sono stati riutilizzati e presi in prestito da altre piattaforme Airbus, ove possibile. Tutto ciò ha aiutato il BelugaXL a passare dal tavolo da disegno al suo primo volo in soli cinque anni.

Abbiamo creato il BelugaXL, ma anche quello che abbiamo chiamato lo spirito BXL: rendere possibile l’impossibile“, afferma Bertrand George, che ha guidato lo sviluppo dell’aereo. “Sebbene ciascuno dei sei velivoli sia stato certificato e consegnato in tempo, far decollare il programma BXL non è stata una passeggiata nel parco. Le nostre istruzioni erano di dimezzare il costo di sviluppo originale del BelugaXL e di consegnare il primo aereo – certificato come un normale A330ceo – entro cinque anni”, ricorda Bertrand.

Fortunatamente abbiamo avuto carta bianca per esplorare nuovi approcci per realizzarlo. Queste esperienze saranno utili per i programmi futuri in tutte le attività di Airbus”. Guardando indietro, Bertrand ricorda ancora l’emozione del primo volo. “Quello che al mattino era un camion, nel pomeriggio era un aereo”, dice. “Vedi il lavoro di migliaia di persone e migliaia di ore di volo davanti ai tuoi occhi.

Come è tradizione per la prima cellula che lascia la catena di montaggio, il BelugaXL #1 non è entrato in servizio immediatamente. Invece, dopo il suo volo inaugurale, è stato utilizzato come piattaforma di test del programma fino al 2023. In quattro anni, il gigantesco aereo da trasporto ha completato oltre 800 ore di collaudi in volo durante le quali i piloti hanno esplorato come il velivolo gestiva tutte le condizioni operative che avrebbe incontrato viaggiando tra le 11 destinazioni europee di Airbus.

Ora, dopo un una riconfigurazione importante, il BelugaXL#1 è pronto a portare la sua parte di carico. La capacità aggiuntiva di carico extra è ora il benvenuto, poiché ogni programma degli aeromobili commerciali di Airbus sta aumentando la produzione anche quest’anno.

BelugaXL: più grande, più capace e vola con SAF

Basato sul cargo A330-200, ogni BelugaXL ha una capacità di carico utile di 51 tonnellate e un’autonomia di 2.200 miglia nautiche. L’aereo è lungo quanto due balenottere azzurre e alto quanto un edificio di tre piani. La sua stiva è abbastanza grande da inghiottire 26 piccole automobili o sette elefanti. Ancora più importante, l’aereo da trasporto può ospitare la sezione più grande della fusoliera dell’A350 o due delle ali lunghe 30 metri del widebody, mentre il suo predecessore poteva trasportarne solo una. Per quanto riguarda l’incremento della produzione, questo è un punto di svolta.

Si prevede che la flotta BelugaXL di ATI raggiungerà le 9.500 ore di volo all’anno entro il 2027, rispetto alle 6.500 ore di volo pianificate nel 2024. Inoltre, come il suo predecessore, può operare con una miscela di carburante sostenibile per l’aviazione (SAF), aiutando Airbus a raggiungere il suo obiettivo di aumentare costantemente l’uso dei SAF nelle sue operazioni aeree interne.

Già nel 2023 SAF rappresentava oltre la metà dei consumi di carburante di ATI. Il carburante sostenibile drop-in è già disponibile su quasi tutta la rete europea di ATI. Entro il 2030 la totalità delle operazioni di volo della flotta sarà effettuata con SAF, in conformità con la roadmap di sostenibilità di Airbus.

La maggiore capacità del BelugaXL significa anche che saranno necessari meno voli rispetto al suo predecessore. Si prevede che nel 2024 i sei aerei messi insieme trasporteranno circa il 5% in più di carico utile rispetto alla flotta mista BelugaXL e Beluga ST del 2019. La stessa ATI afferma che emetterà il 20% in meno di emissioni di carbonio nel 2024, sempre rispetto al 2019.

ATI spera di gestire il BelugaXL per i prossimi trent’anni. La grande infrastruttura di produzione del programma viene lentamente smantellata e destinata allo stoccaggio, nel caso in cui in futuro fossero necessari ulteriori BelugaXL.

Seguiteci anche sul nostro nuovo canale WhatsApp e sul nuovo canale Threads