Dopo tre settimane di intensa attività, si è conclusa l’esercitazione “MARTIA I 2019“, condotta dal 2° Reggimento Aviazione dell’Esercito “Sirio” nell’ambito della fase di addestramento per le attività operative dei prossimi mesi.

L’attività, condotta sotto la guida del Comandante di Reggimento, Colonnello Maurizio Sabbi, ha visto impegnato il personale del Sirio con gli elicotteri AB-212, e altre unità dell’Aviazione dell’Esercito nell’esecuzione di diverse tipologie di missione, tra cui la “Medical Evacuation” (MEDEVAC) per il recupero di personale ferito e la “Isolated Personnel” (ISOP) per il recupero di personale rimasto isolato in ambiente non permissivo, utilizzando in entrambi i casi le più avanzate tecniche di risalita al verricello.

Le missioni di volo, attivate in ambiente diurno e notturno senza preavviso, al fine di mantenere il massimo realismo possibile riproducendo un’eventuale situazione di “aumento della tensione”, sono state condotte per perfezionare il livello di addestramento.

L’addestramento, impostato su eventi gestiti anche in situazioni di stress, ha evidenziato come il personale sia pronto a operare per garantire la giusta cornice di sicurezza e difesa.

Fonte: Esercito Italiano

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi