Aviazione a Lungo Raggio russa - Tupolev Tu-160 Blackjack
@ Russian Ministry of Defence

L’Aviazione a Lungo Raggio russa celebra il 109° anniversario

Il 23 dicembre scorso l’Aviazione a Lungo Raggio russa ha celebrato 109 anni dalla sua costituzione. E’ una componente delle forze nucleari strategiche di Mosca e parte integrante delle forze aerospaziali russe. L’aviazione a lungo raggio russa è equipaggiata con i bombardieri strategici Tu-160 Blackjack e Tu-95MS Bear, con il caccia a lungo raggio MiG-31I Foxbat, con i bombardieri a lungo raggio Tu-22M3, gli aerei da rifornimento Il-78, e con diversi aerei da addestramento e da trasporto di vari modelli.

Dal febbraio 2023, anche il personale dell’aviazione a lungo raggio ha preso parte alla cosiddetta “operazione militare speciale”, ad attività di addestramento al comando e al controllo delle forze armate sotto la guida del comandante in capo supremo delle forze armate di Mosca e ad altri eventi di addestramento al combattimento.

Inoltre, quest’anno sono state completate le attività di pattugliamento aereo sugli oceani Artico e Pacifico, sul Mar Nero, sul Baltico, sul Mar Norvegese, sul Nord, sul Giappone, sul Giallo e sul Mar Cinese Orientale. Questi voli hanno incluso anche due voli di pattugliamento congiunto con gli equipaggi dei bombardieri a lungo raggio H-6K dell’aeronautica militare dell’Esercito popolare di liberazione cinese.

Sempre nel 2023, il comando dell’aviazione a lungo raggio russa ha continuato a ricevere aerei da combattimento modernizzati. Sugli aerei sottoposti a modernizzazione, l’equipaggiamento esistente è stato sostituito con moderni sistemi analoghi ma digitali, che hanno permesso di aumentare la precisione dell’uso delle armi degli aerei, l’affidabilità dell’aeromobile e anche di espandere le capacità del sistema di controllo operativo dell’aeromobile.

Giovani piloti e navigatori, dopo essersi diplomati alla Scuola superiore di piloti dell’aviazione militare di Krasnodar e di Chelyabinsk dell’Accademia aeronautica, hanno iniziato la riqualificazione per i modelli di aerei modernizzati. Inoltre, sulla base del Combat Use Center e delle unità dell’aviazione, vengono formati giovani equipaggi di volo. In totale, nell’anno accademico 2023 sono stati formati più di 50 equipaggi di volo.

L’aviazione a lungo raggio russa proviene direttamente dallo squadrone di dirigibili Ilya Muromets. La prima formazione di bombardieri pesanti fu creata sulla base di una decisione del Consiglio militare dell’esercito russo, approvata dai più alti vertici il 23 dicembre 1914. Durante la prima guerra mondiale, gli equipaggi dello squadrone effettuarono circa 400 missioni di combattimento per ricognizione e bombardamento di obiettivi nemici.

Con l’inizio della Grande Guerra Patriottica, gli equipaggi delle unità di bombardieri a lungo raggio già a mezzogiorno del 22 giugno 1941 iniziarono le operazioni di combattimento per distruggere la concentrazione delle truppe naziste nelle aree di Suwalki e Prasnysz. Il 23 giugno, insieme ai piloti della marina, bombardarono obiettivi nelle retrovie dei nazisti e dei loro alleati a Danzica, Königsberg, Varsavia, Cracovia e Bucarest.

Durante gli anni della Secondo Guerra Mondiale, gli equipaggi dei bombardieri a lungo raggio effettuarono circa 220.000 missioni di combattimento, sganciando 2.276.000 bombe di vario calibro su truppe e obiettivi nemici. 312 aviatori dell’aviazione a lungo raggio russa divennero Eroi dell’Unione Sovietica e 6 ricevettero questo titolo due volte.

I bombardieri strategici Tu-22, Tu-95, Tu-160, entrati in servizio con l’aviazione a lungo raggio russa negli anni ’70 e ’80, hanno elevato il ruolo dell’aviazione a lungo raggio nel sistema di difesa generale del paese altezza. Oggi, l’aviazione a lungo raggio è armata, o sarà armata a brve, con i bombardieri strategici modernizzati Tu-160M e Tu-95MS e Tu-22M3M, Mig-31I, aerei da rifornimento Il-78 e altri tipi di aerei.

“Abbiamo un grande piano per modernizzare e ottenere nuove attrezzature aeronautiche per il prossimo anno. Si tratterà di velivoli completamente nuovi, basati su nuovi principi, con nuove qualità aerodinamiche e di combattimento. Pertanto, spero che alla prossima sintesi saremo in grado per riferire di che tipo di attrezzatura si tratta”, ha detto il ​​Comandante dell’aviazione a lungo raggio Sergei Kobylash ai giornalisti in occasione delle celebrazioni per il 109° anniversario.

Seguiteci anche sul nostro nuovo canale WhatsApp