X

 

SOCIAL MEDIA AVIATION REPORT


Astral Knight 2024: al via l’esercitazione di difesa aerea e missilistica nei cieli europei

@ US European Command Public Affairs

Lo scorso 6 maggio, in Europa è iniziata un’esercitazione militare multinazionale, chiamata Astral Knight 2024. Si concentra sull’esercizio della difesa aerea e missilistica integrata (IAMD – Integrated Air and Missile Defense) e sullo sviluppo incrementale delle capacità di sicurezza a livello di teatro. L’Astral Knight 2024 includerà operazioni di volo e di combattimento focalizzate in Polonia e nei Paesi Baltici.

L’esercitazione, che dovrebbe durare fino al 18 maggio, è l’esercitazione IAMD di punta del Comando Europeo degli Stati Uniti e rientra nel programma di esercitazioni più ampio del Dipartimento della Difesa chiamato Esercizio globale su larga scala 2024 (Large Scale Global Exercise 2024).

Si prevede che l’Astral Knight 2024 ospiterà quasi 5.000 donne e uomini provenienti da sei nazioni alleate partecipanti e più di 50 aerei. Quattro nazioni alleate forniranno aerei per l’esercitazione: Lituania, Polonia, Regno Unito e Stati Uniti. Altre nazioni partecipanti includono Danimarca e Grecia, che osserveranno alcuni elementi dell’esercitazione, promuovendo l’interoperabilità degli alleati in tutte le regioni baltiche.

L’Astral Knight dimostra le capacità di difesa collettiva degli alleati e dei partner della NATO in tutta Europa“, ha affermato il generale James Hecker, Comandante delle Forze Aeree Statunitensi in Europa e Africa e del Comando Aereo Alleato della NATO. “Promuovendo la collaborazione e l’integrazione tempestiva negli sforzi di difesa aerea e missilistica tra USAFE-AFAFRICA e le nazioni della NATO, miglioriamo la nostra capacità di scoraggiare e rispondere efficacemente alle minacce”.

Oltre a salvaguardare la sovranità della NATO, l’IAMD prevede un approccio coordinato per proteggere le forze militari alleate e le risorse critiche da attacchi aerei e missilistici, garantendo che possano operare liberamente, senza interruzioni e impedimenti da attacchi aerei e missilistici nemici. I recenti conflitti, come quelli in Ucraina e Israele, hanno evidenziato l’importanza di individuare e rispondere rapidamente alle minacce aeree, come missili o droni.

Il comando statunitense USAFE-AFAFRICA ha potenziato i sistemi IAMD incorporando misure offensive e difensive su più componenti per creare una forza alleata completa, in grado di impedire a un nemico di impiegare con successo armi aeree e missilistiche offensive per attaccare la sovranità della NATO, adottando un design di difesa multilivello e multidominio per contrastare efficacemente varie minacce.

Ciò viene fatto sia passivamente – con misure che includono camuffamento, occultamento e inganno – sia attivamente, integrando molteplici sistemi di difesa aerea e missilistica cinetica e non cinetica, come i sistemi di difesa controaerea quali Patriot, THAAD – Terminal High Altitude Area Defense, Aegis e altri asset con sede in Europa.

L’ultimo livello dell’IAMD è l’Air Base Air Defense (ABAD), per la protezione delle basi alleate dagli attacchi. La difesa delle principali basi operative, come la base aerea di Ramstein, richiede al personale la preparazione adeguata per difendersi da capacità in evoluzione, inclusa la proliferazione di missili da crociera e droni. L’ABAD dà priorità alla necessità di migliorare continuamente il modo in cui gli alleati della NATO difendono le loro principali basi operative dalle minacce odierne.

@ US Army / Sgt. Alexandra Shea

Gli eventi recenti mostrano che le nostre minacce più probabili oggi e nel prossimo futuro potrebbero prendere di mira le nostre principali basi operative, rendendo IAMD e ABAD molto più importanti“, ha affermato James Shaw, vice capo della Divisione Difesa Aerea e Missilistica Integrata di USAFE-AFAFRICA. “È fondamentale riconoscere che le minacce a 360 gradi arrivano da oltre i confini fino alle nostre basi aeree, che sono fondamentali per generare potenza di combattimento per l’Alleanza NATO e la nostra nazione”.

Durante l’esercitazione IAMD guidata da USAFE-AFAFRICA, le nazioni partecipanti si concentreranno sul miglioramento della manovrabilità e dell’integrazione tra le forze statunitensi, gli alleati della NATO e altri partner, mettendo in pratica elementi critici nella strategia di combattimento ACE – Agile Combat Employment del Comando americano USAFE-AFAFRICA.

Il Comando ha investito in sensori avanzati, radar e tecnologie di sorveglianza e li ha integrati con alleati e partner per sviluppare un quadro completo e accurato di consapevolezza situazionale comune. Tali capacità consentono un efficace rilevamento, tracciamento e identificazione di minacce aeree e missilistiche potenzialmente ostili.

La collaborazione con gli alleati della NATO, come nel caso dell’Astral Knight 2024, rafforza le capacità di difesa collettiva in tutto il teatro europeo e consente agli Stati Uniti e agli alleati di testare le relazioni di comando e controllo. Attraverso la tempestiva collaborazione e integrazione degli sforzi di difesa aerea e missilistica alleati, USAFE-AFAFRICA e le nazioni della NATO scoraggiano e rispondono efficacemente alle minacce.

Seguiteci anche sul nostro nuovo canale WhatsApp e sul nuovo canale Threads

Redazione di Aviation Report: Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto