X

 

SOCIAL MEDIA AVIATION REPORT


Arrivano nel Regno Unito i primi F-35A americani del 495th Fighter Squadron, primo gruppo di volo stanziale in Europa ed equipaggiato con i caccia di quinta generazione

U.S. Air Force photo by Senior Airman Koby I. Saunders

I primi F-35A Lightning II sono arrivati sulla base aerea RAF Lakenheath, nel Regno Unito. Questo obiettivo ha richiesto sei anni di lavoro; annunciato nel 2015, il tanto atteso arrivo degli F-35 segna fa diventare la base aerea britannica la prima base delle forze aeree degli Stati Uniti in Europa a ricevere il nuovo velivolo stealth di quinta generazione.

I velivoli sono assegnati al 495th Fighter Squadron, soprannominato “Valkyries”, appartenente al 48th Fighter Wing. Il nuovo squadrone F-35 sarà composto da 24 velivoli, che verranno consegnati gradualmente nei prossimi mesi.

“Le nostre forze si addestrano e combattono in un teatro più dinamico e complesso, che richiede oggi le piattaforme più avanzate”, ha affermato il generale Jeff Harrigian, Comandante delle forze aeree statunitensi in Europa.

La RAF Lakenheath è stata selezionata nel 2015 per ospitare i primi squadroni F-35A statunitensi in Europa sulla base di legami molto stretti con la Royal Air Force britannica, infrastrutture esistenti e opportunità di addestramento congiunte. Il Regno Unito è una componente fondamentale nell’addestramento e nella preparazione al combattimento per le forze aeree americane in Europa grazie al suo eccellente spazio aereo e alla partecipazione al programma F-35.

Come le stesse Valchirie, saremo fondamentali per determinare il destino dei nostri avversari nello spazio di battaglia“, ha affermato il Tenente Colonnello Ian McLaughlin, Comandante del 495th FS. L’F-35A è un caccia multiruolo agile, versatile, ad alte prestazioni e con capacità 9g alle quali combina furtività, fusione dei sensori e consapevolezza della situazione senza precedenti.

I piani attuali dell’aeronautica militare statunitense prevedono di stazionare permanentemente due squadroni con 48 aerei di quinta generazione presso la base di Suffolk, insieme ai caccia F-15 Eagle. L’aeroporto militare ha subito una serie di aggiornamenti per ricevere i primi caccia stealth americani, tra cui l’aggiunta di un simulatore di volo, una nuova unità di manutenzione, nonché nuovi hangar e depositi. Secondo quanto indicato, circa 1.200 membri del personale saranno schierati per operare e supportare la riattivazione del primo gruppo di volo su F-35A.

L’USAF prevede di iniziare rapidamente a far volare i suoi F-35A insieme agli alleati e ai partner in Europa che già utilizzano il velivolo, ha dichiarato il Generale Jeffrey Harrigian, Comandante delle forze aeree statunitensi in Europa, il 21 settembre scorso alla conferenza Air, Space and Cyber ​​dell’Air Force Association. “Abbiamo già dei piani piuttosto buoni mentre iniziamo a pensare a come sfruttare tale capacità, in particolare con molti dei nostri partner che hanno già l’F-35 in uso“, ha detto.

Come sappiamo l’F-35 è stato acquistato da Italia, Regno Unito, Belgio, Danimarca, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Svizzera e Finlandia. A giugno, il generale dell’USAF Tod Wolters, Comandante Supremo alleato della NATO per l’Europa, ha previsto che entro il 2030 potrebbero esserci più di 450 esemplari di F-35 in Europa. Ai quali per vicinanza ed importanza strategica dobbiamo aggiungere anche gli F-35I Adir di Israele, con i quali Stati Uniti, Regno Unito ed Italia si sono già più volte addestrati per condividere tattiche e procedure di utilizzo del caccia stealth di quinta generazione.

L’arrivo dell’F-35A farà di Lakenheath la prima base permanente in assoluto di aerei statunitensi stealth di quinta generazione nel teatro europeo, aumentando notevolmente la capacità di combattimento del 48th Fighter Wing, equipaggiato di F-15C/D Eagle e F-15E Strike Eagle, e contribuendo in maniera decisiva alla difesa collettiva dell’alleanza NATO.

Il 495th Fighter Squadron “Valkyries” dell’US Air Force

Il 495th Fighter Squadron ha alle spalle una lunga storia poiché fu attivato per la prima volta durante la seconda guerra mondiale come 495th Fighter Training Group, gruppo di volo per l’addestramento dotato di una varietà aeromobili. Ha addestrato molti dei piloti che hanno combattuto durante la guerra, soprattutto per le unità equipaggiate con il P-47. E’ stato sciolto alla fine dei combattimento nel teatro europeo.

L’unità fu riattivata trentatré anni dopo, nell’aprile 1977, come 495th Tactical Fighter Squadron, il quarto gruppo di volo tattico del 48th Tactical Fighter Wing della RAF Lakenheath. L’unità, con i suoi bombardieri General Dynamics F-111 Aardvark, ha partecipato all’operazione El Dorado Canyon il 15 aprile 1986 nel raid aereo contro il governo del dittatore libico Muammar Gheddafi per il suo coinvolgimento nel bombardamento della discoteca di Berlino Ovest.

L’operazione iniziò il 14 aprile 1986 alle 5:36 del pomeriggio, quando 24 F-111F Aardvark del 495th Tactical Fighter Squadron della US Air Force Europe decollarono dalla base aerea della RAF di Lakenheath insieme a sei EF-111A Raven del 42d Electronic Combat Squadron assegnato al 20th Tactical Fighter Wing provenienti dalla base aerea della RAF di Upper Heyford.

Redazione di Aviation Report: Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto