Lockheed Martin ha consegnato il 19 settembre 2019 il primo dei due rifornitori di carburante KC-130J Super Hercules ai rappresentanti dell’Armée de l’Air francese sulla Base Aérienne 123 di Orléans-Bricy. La consegna di questo aereo all’Aeronautica Militare Francese contribuisce all’attuale aumento del potere delle forze armate in termini di equipaggiamento: tra il 2019 e il 2025, sono 295 i miliardi di euro dedicati al bilancio della difesa francese.

L’Armée de L’Air riceverà un totale di quattro velivoli Super Hercules ordinati nel 2016 dalla direzione generale degli armamenti (DGA – Direction Générale de l’Armement), due aerei da trasporto C-130J-30 e due rifornitori di carburante KC-130J, attraverso la procedura di vendita militare estera con il governo degli Stati Uniti. Il contratto di acquisizione comprende anche il sistema di supporto, formazione e manutenzione per un periodo di due anni. I due trasporti C-130J-30 sono stati consegnati rispettivamente nel 2017 e nel 2018, mentre il secondo KC-130J verrà consegnato nel 2020. Tutti questi Super Hercules andranno ad affiancare l’esistente flotta trasporti di C-130H Hercules, A-400M, C-160 Transall e CN-235 già in servizio in Francia.

In particolare i due KC-130J avranno il compito di supportare e rifornire in volo gli elicotteri H225M Caracal delle forze speciali francesi per offrire una maggiore portata e una capacità completa come già sviluppato in Italia dall’Aeronautica Militare tra i KC-130J e gli elicotteri HH-101A Caesar. Questi Hercules tanker saranno presi in carico dall’Escadron de Transport 2/61 “Franche-Comté” situato alla base aerea 123 di Orléans-Bricy che ha già in servizio i due trasporti C-130J-30. Per il Colonnello Stanislas Michel, comandante della base aerea 123: “Questa nuova capacità sviluppata con il KC-130J è importante soprattutto per le missioni tattiche dell’Aeronautica Militare con l’elicottero Caracal. Vogliamo essere in grado di implementare tale capacità in tre mesi, questa è la priorità.

Il Comandante Romain, pilota di C-130J: “Gli equipaggi completeranno un corso di addestramento di due settimane al simulatore in Italia e il velivolo sarà testato prima che sia reso disponibile per le operazioni. La vera evoluzione è l’estensione dell’autonomia degli elicotteri. A breve potranno eseguire missioni dalle quattro alle cinque ore contro un’ora e mezza di autonomia attuale.” ha confermato il comandante. Questo velivolo sarà una risorsa importantissima per le missioni di ricerca e salvataggio, ma anche per proiettare ulteriormente merci e personale militare soprattutto nei teatri sahariani. “Due equipaggi del gruppo di volo 2/61 Franche-Comté sono già stati addestrati, un terzo è attualmente in formazione ed un quarto seguirà a breve. L’obiettivo è che i nostri sette equipaggi si qualifichino abbastanza rapidamente“, afferma il comandante.

Il KC-130J fornirà agli equipaggi dell’Armée de l’Air una soluzione comprovata per il rifornimento in volo necessario in qualsiasi ambiente e in qualsiasi momento“, ha dichiarato Rod McLean, vicepresidente e direttore generale, Mobilità aerea e missioni marittime presso Lockheed Martin. “Scegliendo di utilizzare sia il C-130J-30 che il KC-130J, la Francia ha costruito una flotta di mezzi di trasporto aereo diversificata che espande le capacità e la portata globale delle forze armate francesi“.

La Francia è il 17° paese a scegliere il C-130J Super Hercules per le esigenze di trasporto aereo. Il C-130J è il velivolo da trasporto tattico più avanzato attualmente in servizio, che offre prestazioni superiori, capacità avanzate e la versatilità adeguate per ogni tipo teatro di operazioni.

Essendo il tanker per il rifornimento aereo tattico più importante, il KC-130J è già una soluzione testata in battaglia che sfrutta appieno gli elevati miglioramenti tecnologici e prestazionali insiti nell’aereo versione Super Hercules. Come vero moltiplicatore di forza il KC-130J può rifornire sia aeromobili ad ala fissa che ad ala rotante, oltre a poter effettuare il rifornimento di carburante a terra.

Con questa consegna, la Francia si unisce a una comunità globale di operatori di KC-130J. Inoltre come parte della cooperazione franco-tedesca sul C-130J, a partire dal 2021, sarà costituito un centro di addestramento binazionale. Questo centro comprenderà anche simulatori di volo e fornirà una formazione completa per piloti, responsabili del carico e personale tecnico. Nell’ottobre 2016, Francia e Germania hanno firmato una dichiarazione di intenti per studiare un’unità di volo comune, sul C-130J, di stanza in Francia. Nel 2018 la Germania ha annunciato l’acquisizione di una flotta C-130J-30 / KC-130J il cui arrivo è previsto nel 2021 sulla Base Aérienne 105 di Evreux. Questa collaborazione tra Francia e Germania sarà la prima cooperazione di questo tipo nella storia del C-130J.

Photo credits: Armée de l’Air

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi