Leonardo T-346
@ Archivio Aviation Report / Stefano Monteleone

Al Singapore Airshow 2022 Leonardo presenta le sue tecnologie più avanzate

Al Singapore Airshow 2022 che si conclude oggi 18 febbraio 2022, che rappresenta il principale evento di settore della regione Indo-Pacifico, Leonardo ha presentato le proprie soluzioni tecnologiche nel campo dell’aeronautica, dell’elettronica e della sicurezza informatica.

Leonardo, leader internazionale in termini di innovazione, vanta una solida presenza a Singapore con un ufficio di rappresentanza e una società controllata. Il governo di Singapore è un cliente particolarmente importante per l’azienda che punta a rafforzare le collaborazioni esistenti nella regione e a svilupparne di nuove grazie alla rete aziendale di partnership internazionali, un tassello fondamentale del suo piano strategico BeTomorrow2030.

Nella regione dell’Indo-Pacifico, le preoccupazioni legate al territorio e alla sicurezza stanno dando origine a stringenti requisiti per la modernizzazione delle forze armate e di sicurezza. Sono di particolare interesse le soluzioni ISR di Leonardo, dai sensori all’avanguardia come complemento per sistemi integrati quali il radar di sorveglianza aerea Osprey, il sistema Miysis DIRCM (Directed Infrared Countermeasure), il sistema di gestione missione ATOS e il sistema di gestione del combattimento navale integrato, che comprende un Combat Management System (CMS), sensori, comunicazioni ed effettori.

Le altre soluzioni elettroniche di Leonardo esposte al Singapore Airshow comprendono il BriteCloud, la contromisura elettronica per la protezione dei velivoli, il sistema digitale di autoprotezione SAGE, il Laser Type 163 per le forze di terra, nonché il sistema acustico ULISSES per le missioni antisommergibile. Completano l’esposizione due radar ad alte prestazioni concepiti per le missioni di difesa aerea, il Kronos Power Shield Land e il RAT-31-DL.

Leonardo ha presentato, inoltre, la propria offerta di prodotti per la sicurezza fisica e informatica dedicata alle infrastrutture critiche nazionali, alla difesa e alle applicazioni spaziali che va dalle comunicazioni professionali e dai centri di comando e controllo avanzati fino ad arrivare a capacità e piattaforme di difesa informatica, compresa la formazione e le prove di resilienza per piattaforme strategiche.

Aerei

Per quanto riguarda l’ala fissa, Leonardo ha proposto i velivoli da addestramento M-345 e M-346 con il Ground-Based Training System (GTBS), di grande interesse per i clienti della regione dell’Indo-Pacifico e non solo, grazie anche alla collaborazione tra Leonardo e l’Aeronautica Militare italiana che ha dato vita alla IFTS (International Flight Training School), un centro avanzato di addestramento al volo, riferimento internazionale per il training dei piloti militari destinati a volare sui caccia di prima linea. Altri velivoli d’interesse per le forze armate della regione sono il P-72 MPA/ASW, di cui Leonardo è Original Equipment Manufacturer (ovvero fornitore di velivolo, sistema di missione, sensori e stazione di terra) così come il C-27J Spartan per il trasporto tattico e le missioni speciali.

Elicotteri

Presenti al Singapore Airshow anche gli elicotteri di Leonardo, ordinati nella regione in oltre 450 esemplari destinati alla difesa, agli operatori governativi e commerciali, e utilizzati per i ruoli più disparati, quali ricerca e soccorso, EMS (Emergency Medical Services), pattugliamento marittimo e applicazioni navali, operazioni di pubblica sicurezza, operazioni antincendio, trasporti aziendali e supporto energetico. In esposizione al salone i modelli in scala dell’AW189, l’elicottero leader di mercato nella categoria super-medium, nonché i nuovi elicotteri monomotore civili AW 169 W09. Di recente l’azienda ha visto il bestseller AW139M incrementare la propria presenza tra gli operatori militari in Australasia. Di grande interesse per la regione anche l’elicottero militare AW159, da destinare a un ampio spettro di ruoli antisommergibile.