H160 di Air Corporate
@ Aviation Report / Emanuele Ferretti

H160 di Air Corporate: presentato il primo elicottero destinato al mercato italiano

Airbus Helicopters Italia ha presentato presso la propria sede di Trento il primo elicottero H160 di Air Corporate, il primo destinato al mercato italiano. Presentato ufficialmente all’EBACE lo scorso mese, l’H160 in configurazione Line Lounge di Air Corporate ha già accumulato oltre 100 ore di volo e si appresta a diventare un caposaldo della società che da 25 anni si occupa di trasporto aereo per una clientela business molto esigente.

Dell’H160 è stato scritto molto, io in primis ho realizzato molti approfondimenti, ci ho volato durante la presentazione a Bresso, ho visto come viene costruito a Marignane, ho assistito alla presentazione all’Ebace 2024, ma nella mia testa riecheggiano le parole di Alexandre Ceccacci durante la prima intervista che ho realizzato con lui in occasione di HEMS 2019: “Su H160 molta innovazione e tecnologia oltre che un bellissimo elicottero e in Italia sappiamo che piacciono questi due aspetti. È come quando vedo un’auto italiana e resto meravigliato, (…) il nuovo H160 produce lo stesso effetto soprattutto quando ti aspetti il meglio e ne capisci le capacità, i nuovi standard e la tecnologia racchiusi nella macchina. Questo elicottero porta con se nuovi standard nel settore.”

Nuovi standard nel settore” affermava con uno sguardo fiero e sicuro Ceccacci, fresco di nomina a direttore generale di Airbus Helicopters Italia. Sono passati quasi cinque anni da quella intervista, è giunto il momento di scoprire se quelle parole erano vere!

Siamo molto orgogliosi dell’ultimo modello della nostra flotta: con i suoi 68 brevetti, il bimotore H160 è infatti il nuovo punto di riferimento per stile, prestazioni, competitività economica, manutenzione, sicurezza e comfort a basso impatto ambientale” – ha affermato Alexandre Ceccacci durante la presentazione alla stampa del primo H160 italiano – “In qualità di ambasciatore del piano di trasformazione di Airbus Helicopters, l’H160 stabilisce nuovi standard nel modo in cui gli elicotteri vengono sviluppati, prodotti e supportati e la sua versatilità lo rende adatto a una grande varietà di missioni“.

Gli ha fatto eco Gilles Armstrong, Head of H160 Program, che ha evidenziato le notevoli caratteristiche costruttive dell’elicottero e i sistemi di cui è dotato, sistemi che permettono agli operatori di volare in piena sicurezza e in ogni condizione riducendo il carico di lavoro per i piloti, ma mantenendo bassi consumi, basse emissioni sonore e garantendo costi di gestione e tempi di manutenzione estremamente ridotti.

La presentazione dell’H160 è stata l’occasione per visitare Airbus Helicopters Italia, il centro di manutenzione e assistenza tecnica e logistica di Airbus Helicopters Italia situato a Trento. Avevamo già parlato di questo centro di eccellenza di Airbus Helicoperts Italia nel 2021, ma durante questa visita abbiamo avuto modo di apprezzare i grandi miglioramenti fatti in termini di sicurezza ed efficienza operativa fatti in questi ultimi anni, miglioramenti che fanno di questo centro manutentivo un fiore all’occhiello di Airbus Helicopters e non solo.

Starei ore a parlare di come avviene la manutenzione di un elicottero e di come tecnica e passione permettono a tutti noi di volare su mezzi sicuri ed efficienti, ma fuori dall’hangar c’è un bellissimo H160 che mi aspetta e io non voglio farmi attendere.

In volo con l’H160 di Air Corporate

Prima ancora di salire a bordo si apprezza la silenziosità di questa macchina, non bisogna essere degli esperti di elicotteri per percepire l’enorme lavoro fatto da Airbus per ridurre le emissioni sonore. Bella anche la verniciatura esterna realizzata su disegno del cliente che rende ancora più accattivante questo mezzo già di per sé molto bello, ma è entrando in cabina che si apprezza l’enorme lavoro.

Mi occupo di elicotteri da oltre ventitré anni e la prima cosa che cerco una volta salito a bordo (dopo aver allacciato le cinture di sicurezza) sono le cuffie e mi assicuro che funzionino bene: con mio grande stupore su questo elicottero non ci sono! Dimenticanza o precisa scelta costruttiva? Non mi resta che scoprirlo!

Il grande portellone laterale permette di entrare agevolmente nella cabina e di sedersi sulle due poltrone fronte marcia, comode ed avvolgenti e di facile regolazione: ci si sente coccolati da subito. La cabina è spaziosa e permette anche ad uno spilungone come me di trovare la posizione ottimale senza sbattere la testa o i piedi. Gli ampi finestrini laterali, uno dei punti di forza di questo elicottero, oltre che rendere molto luminosa la cabina, permettono una vista senza paragoni sull’ambiente circostante: personalmente è una delle cose che ho apprezzato di più di questa macchina.

Comodo, pratico e funzionale il mobiletto centrale, ideale per riporre i propri effetti personali, il tablet o delle bottiglie nello scomparto refrigerato. In volo la rumorosità di questo elicottero è davvero bassa, solo ora mi spiego la scelta di non dotare questo elicottero di cuffie: semplicemente non servono, ci si può godere il volo chiacchierando con i compagni di viaggio senza dover urlare, ammirando il meraviglioso panorama alpino dagli enormi finestrini laterali avvolti e coccolati dal miglior elicottero di sempre.

Comoda anche la poltrona contromarcia che ben si sposa con tutto l’interno, interno caratterizzato da pelle chiara con radica su tetto e pavimento e inserti in alluminio per luci e bocchette dell’aria, frutto di attente scelte stilistiche di Airbus e del cliente: personalmente non avrei saputo scegliere un migliore abbinamento. Silenziosità, scelte stilistiche di primo livello, poltrone comode e avvolgenti fanno dimenticare al passeggero di essere su un elicottero e lo fanno sentire come a casa, e questo è il più bel complimento che si possa fare ad un elicottero.

C’è però una domanda a cui non abbiamo ancora risposto: questo mezzo ha definito dei nuovi standard nel mondo degli elicotteri? Con i suoi 68 brevetti, nuove tecniche costruttive, la suite avionica Helionix e tutte quelle innovazioni che ben conoscete, Airbus ha saputo dimostrare di cosa è capace da un punto di vista tecnico.

È tutto qui? No, ma per spiegarvi questo concetto devo fare un salto indietro, al gennaio 2006 esattamente quando ho volato per la prima volta dentro una nuvola con il mio parapendio. “Alzo lo sguardo e sorpresa: una nuvola bassa e larga. Cavolo cavolo cavolo che faccio? – risponde Emanuele – segui me, io ho il gps non preoccuparti”. C’è ancora tempo, tiro fuori la pentax di Lorenzo e inizio a far foto. Mi avvicino silenziosamente sento solo il fruscio dell’aria che accarezza la mia vela. Le sensazioni vanno dalla paura all’emozione vera e propria. Eccola, l’incredulità inizia a prendere il sopravvento.

Il sogno di un bambino, toccare le nuvole …. Lo sto facendo! Ho la pelle d’oca! Quando mi infilo completamente mi sembra quasi di essere su un altro pianeta …. il “pianeta nuvola“.

La paura scompare e mi godo questi 30 interminabili secondi nel “pianeta nuvola”. La prima volta in una nuvola … non ci credo non può essere vero. Ce l’ho fatta, ho realizzato il mio sogno di quando ero bambino! Il silenzio surreale viene rotto solo dalla radio. ” Manu che succede? non ti vediamo e non ti sentiamo, tutto ok?” – mio fratello preoccupato. “Tutto ok – singhiozzando – è… è… è che non ci sono parole!”

Airbus H160 di Air Corporate

Ecco, mentre ero in volo con l’H160 ho rivissuto le stesse emozioni provate in quel volo dentro una nuvola, ma con le coccole e le attenzioni che solo un elicottero di alta gamma sa darti, mentre ero in volo ho sorriso per tutto il volo perché la tecnica, le prestazioni, l’elettronica sono importanti ma il volo per me è emozione e questo elicottero ha saputo emozionarmi!

Air Corporate è un’azienda di trasporto vip/corporate e si rivolge ad una clientela di fascia alta abituata a servizi e attenzioni di primo livello e l’Airbus H160 è l’elicottero perfetto per soddisfare le richieste di una clientela così importante ed esigente.

Testo e immagini: Emanuele Ferretti

Seguiteci anche sul nostro nuovo canale WhatsApp e sul nuovo canale Threads