Senza soluzione di continuità l’attività dell’Aeronautica Militare nell’ambito del soccorso aereo e dei trasporti sanitari a favore della comunità.  Nella tarda serata di ieri, venerdì 2 novembre, un elicottero AB-212 dell’80° Centro Combat SAR (Search And Rescue) di Decimomannu è intervenuto in soccorso di un membro dell’equipaggio della nave da crociera Artania, che navigava a circa 180km a largo di Arbatax, colto da un grave malore ed in imminente pericolo di vita.

L’elicottero è decollato dall’aeroporto militare di Decimomannu poco prima delle 22 a seguito dell’attivazione da parte del Rescue Coordination Centre del Comando delle Operazioni Aeree di Poggio Renatico (FE), il centro di coordinamento dell’Aeronautica Militare per il soccorso aereo.

Dopo circa un’ora di volo notturno effettuato utilizzando gli speciali visori notturni (Night Vision Googles), in dotazione esclusivamente agli equipaggi militari, l’elicottero del SAR ha raggiunto la nave da crociera ed ha iniziato le procedure di recupero dell’uomo grazie all’aerosoccorritore che tramite l’impiego di una barella verricellabile ha imbarcato l’uomo in precarie condizioni di salute.

L’equipaggio di Decimomannu si è diretto rapidamente all’ospedale Brotzu di Cagliari, dove il paziente è stato affidato per le specifiche cure mediche.

L’80° Centro Combat SAR (Search & Rescue) è uno dei reparti del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare che garantisce 24 ore su 24, per 365 giorni all’anno, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, inoltre concorre ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi. Dalla sua costituzione ad oggi, gli equipaggi del 15° Stormo hanno salvato circa 7.300 persone in pericolo di vita.

Fonte: Ufficio Pubblica Informazione Aeronautica Militare

Rispondi