Prova il nostro nuovo servizio gratuito AvRep WhatsApp! Salva nella tua rubrica il nostro numero di telefono +39 342 049 1665 e inviaci un messaggio WhatsApp con scritto "ok aviation". Ti invieremo un articolo a settimana tra quelli più letti e a fine mese la newsletter con tutti gli articoli più letti. Nulla di più! Per annullare l'iscrizione sarà sufficiente cancellare il nostro numero dalla tua rubrica. Iscrivendoti accetti la privacy del sito web
Esercitazioni

Aeronautica Militare: 82° Centro CSAR e il CNSAS si addestrano insieme

Giovedi 20  Settembre 2018, si è tenuto presso l’82° Centro C.S.A.R. (Combat Search and Rescue) di Trapani l’addestramento congiunto con il C.N.S.A.S. 10^ Zona – Sicilia (Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico) che ha visto impegnati 16 soccorritori, provenienti dalla Sezione di Palermo, in attività di recupero col verricello in zone impervie.

Presso la base aerea di Trapani Birgi, sede dell’82° Centro, si sono tenuti i briefing preparatori all’attività ed è stata effettuata 1 sortita di volo con l’elicottero HH-139A in dotazione al Centro S.A.R.. L’esercitazione si è svolta, nel tardo pomeriggio fino al calare del sole, in zona Macari (Trapani) ed ha consentito l’addestramento del personale del C.N.S.A.S.-Palermo al recupero con il verricello, sia singolarmente che in braga doppia, simulando di soccorrere e recuperare un ferito da zone impervie grazie anche all’ausilio di una barella verricellabile

Esercitazioni di questo tipo sono fondamentali sia per gli equipaggi dell’Aeronautica Militare che per gli enti che si trovano a cooperare con essi. L’utilizzo di procedure comuni assicura la massima celerità in caso di impiego reale, oltre a permettere di minimizzare i rischi operativi connessi agli interventi di soccorso, così come i numerosi interventi congiunti hanno nel tempo dimostrato, contribuendo a realizzare pienamente l’impiego dual-use degli elicotteri militari.

L’82° Centro è uno dei Reparti del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare che garantisce, 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, 365 giorni l’anno, senza soluzione di continuità, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, concorrendo, inoltre, ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi, operando in qualsiasi condizione meteorologica. Dalla sua costituzione ad oggi, gli equipaggi del 15° Stormo hanno salvato più di 7200 persone in pericolo di vita.

Fonte: Ufficio Pubblica Informazione Aeronautica Militare, 82° Centro CSAR

Condividi
Redazione di Aviation Report

Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto