X

 

SOCIAL MEDIA AVIATION REPORT


Aeronautica Militare: 2 esercitazioni NATO per la TFA-R Gladiator rischierata in Romania

@ Ministero della Difesa / TFA-R Gladiator

La TFA-R Gladiator rischierata in Romania ha preso parte, in soli quattro giorni, a due tra le più importanti esercitazioni della NATO per l’anno in corso: la Air Defender 2023 (AD23) che si svolge contemporaneamente in più parti d’Europa e vede impegnate oltre 25 Nazioni, circa 10.000 uomini e più di 250 velivoli e la Dacian Strike 2023 (DS23), che ha l’obiettivo più specifico di evidenziare le capacità di integrazione del mezzo aereo con le forze di terra.

La AD23, sotto la leadership della Luftwaffe, l’Aeronautica militare tedesca, è stata pianificata con uno scenario altamente realistico, in cui una violazione dell’articolo 5 del Trattato del Nord Atlantico genera una reazione della NATO a difesa di uno dei partner dell’Alleanza, con lo scopo di potenziare l’integrazione e l’interoperabilità tra i diversi assetti coinvolti, anche attraverso il consolidamento delle “western tactics”, ovvero delle tattiche operative e delle modalità di addestramento comuni ai Paesi della NATO.

La Dacian Strike è stata pensata, invece, per esercitare il Comando e Controllo e verificare le procedure di integrazione del mezzo aereo con le forze di terra in un battlespace multidominio.

I due eventi esercitativi, attentamente pianificati e coordinati da remoto, hanno reso possibile una precisa esecuzione dei task assegnati, confermando la piena rispondenza agli standard operativi e qualitativi richiesti dalla NATO. In particolare il contributo della TFA-R Gladiator ha visto impegnati due Eurofighter Typhoon per la AD23 e ben quattro per la DS23.

I velivoli sono stati impiegati in specifiche zone d’operazioni per fornire supporto ravvicinato alle truppe a terra (CAS – Close Air Support), tramite contatto radio con personale qualificato J-TAC (Joint Terminal Attack Controller) olandese, italiano e rumeno in scenari ad alta intensità, supportando la manovra di terra sganciando armamento di caduta a guida laser sul poligono del Joint National Training Center di Cincu, nel centro della Romania, per la AD23 e Smardan-Mallina, nei pressi del confine della Moldavia, per la DS23.

Immagini: Ministero della Difesa / TFA-R Gladiator

Redazione di Aviation Report: Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto