aerei militari giapponesi F-15J
@ Japan JSO, JASDF

Aerei militari giapponesi hanno intercettato aerei militari cinesi e russi 555 volte da aprile a dicembre 2023

Secondo l’Ufficio congiunto dello staff del Ministero della difesa giapponese, Joint Staff Office (JPO), le forze di autodifesa giapponesi hanno effettuato 555 scramble dei propri aerei da combattimento negli ultimi nove mesi del 2023, da aprile a dicembre, contro i 612 scramble del 2022. Il JSO ha affermato che il 98% degli scramble degli aerei militari giapponesi sono avvenuti contro aerei cinesi e russi, secondo i dati diffusi la scorsa settimana dal Ministero della Difesa.

Gli aerei cinesi hanno fatto scaturire 392 decolli (71%), una leggera tendenza al ribasso rispetto ai 462 nello stesso arco di tempo nel 2022. Tuttavia, il JSO ha affermato che i numeri sono ancora superiori alla media degli ultimi dieci anni. La Russia ha registrato un leggero aumento che ha portato a 148 scramble (27%) rispetto ai 133 dello stesso periodo del 2022.

Il comunicato del JSO ha inoltre mostrato che i rimanenti scramble degli aerei militari giapponesi per il periodo ammontavano a 14: un unico scramble contro Taiwan, due contro la Corea del Nord e 12 contro minacce non specificate. Oltre agli scramble per intercettare gli aerei, il Ministero della Difesa giapponese ha confermato che il 12 luglio e il 18 dicembre dello scorso anno i caccia F-15J della Japan Air Self-Defense Force (JASDF) erano stati fatti decollare in risposta ai lanci di missili balistici nordcoreani. Nel complesso, la JSDF ha registrato una diminuzione di 57 scramble rispetto allo stesso periodo del 2022, ma il Ministero della Difesa ha affermato che i numeri del 2023 sono comunque considerati elevati.

Una mappa del JSO sulle tracce dei voli ha mostrato che l’attività di volo cinese si è svolta in gran parte nel sud-ovest del Giappone e al largo della costa orientale di Taiwan. L’attività cinese nel Mar del Giappone è stata limitata ai voli congiunti tra i propri bombardieri H-6K con i Tu-95 della Russia. Gli aerei russi hanno volato principalmente intorno all’isola principale settentrionale del Giappone, Hokkaido, e nell’area del Mar del Giappone al largo delle isole di Honshu e Hokkaido, con lievi tracce al largo del sud-ovest del Giappone e attraverso lo stretto di Miyako, probabilmente durante i suddetti voli congiunti con i bombardieri cinesi.

scramble aerei giapponesi apr-dic2023
@ Japan JSO (aerei cinesi in rosso – aerei russi in giallo)

Il distretto aereo del sud-ovest ha visto il maggior numero di attività degli aerei militari giapponesi, poiché la maggior parte delle operazioni aeree militari cinesi si sono svolte in questa area operativa. I gruppi di portaerei della Marina dell’Esercito Popolare di Liberazione cinese conducono abitualmente operazioni in acque internazionali nel Pacifico occidentale, al largo delle isole sud-occidentali del Giappone e a est di Taiwan. Altre unità aeree cinesi effettuano voli con i bombardieri a lungo raggio attraverso lo stretto di Miyako e voli di ricognizione con velivoli a pilotaggio remoto al largo di Taiwan e oltre le isole sud-occidentali del Giappone.

Attività degne di nota hanno incluso il secondo volo congiunto del 2023 di bombardieri a lungo raggio di Cina e Russia, circa 570 decolli e atterraggi di caccia ed elicotteri da parte della portaerei cinese CNS Shandong, voli di bombardieri e caccia russi sul Mar del Giappone e una violazione dello spazio aereo giapponese sulle sue acque territoriali al largo della penisola di Nemuro di Hokkaido in ottobre da un elicottero russo.