Giuramento Corso Eolo VI
@ Ufficio Pubblica Informazione Aeronautica Militare

Accademia Aeronautica: gli Allievi del Corso Eolo VI giurano fedeltà alla Repubblica Italiana

Ieri 21 marzo ha avuto luogo presso l’Accademia Aeronautica di Pozzuoli la Cerimonia di Giuramento e Battesimo degli allievi del corso Eolo VI, 1^ classe dei Corsi Regolari. 86 giovani allievi, provenienti da tutte le regioni d’Italia e selezionati tra oltre 4500 domande di ammissione, hanno giurato fedeltà alla Repubblica Italiana e alle sue Istituzioni e si sono impegnati formalmente ad onorare gli ideali di lealtà, coraggio e senso del dovere, principi fondanti della Forza Armata.

La cerimonia si è svolta alla presenza del Ministro della Difesa Guido Crosetto, del Capo di Stato Maggiore della Difesa Ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone, e del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Generale di Squadra Aerea Luca Goretti. Numerose inoltre le autorità militari, civili e religiose locali. Come da tradizione, erano presenti il Gonfalone della Città di Napoli decorato con Medaglia d’Oro al Valor Militare, quello della Regione Campania, della Città Metropolitana di Napoli e del Comune di Pozzuoli, i Labari e i rappresentanti delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma.

Il Comandante dell’Accademia Aeronautica, Generale di Divisione Aerea Luigi Casali, dopo aver ringraziato le autorità e gli ospiti intervenuti, si è rivolto così ai giovani protagonisti di questa giornata: “Allievi del Primo Corso, questo momento solenne avviene a valle di una severa selezione concorsuale che avete superato dimostrando capacità, determinazione, passione, carattere e forza di volontà non comuni. A ciò è seguito un periodo intenso di formazione militare ed accademica che vi ha consentito di acquisire le competenze e la consapevolezza necessaria per essere qui oggi, sul Piazzale Medaglie d’Oro, per celebrare il vostro giuramento. Fra pochi minuti, davanti alla nostra Bandiera d’Istituto, giurerete fedeltà alla Patria, siate sempre orgogliosi della vita che avete scelto, dell’uniforme che indossate e della Patria che servite. Affrontate le prossime sfide con determinazione. Ispiratevi al patto d’onore che pronuncerete tra poco e gridate, con intima convinzione, il vostro orgoglio, il vostro impegno e l’amore per la vita che avete scelto!

Dopo il Giuramento ha avuto luogo il Battesimo del Corso, momento in cui il gagliardetto, attraverso un ideale passaggio di consegne tra i padrini delle generazioni dei precedenti Corsi Eolo, è stato affidato al Capo Corso dell’Eolo VI. Un atto che ha sancito il benvenuto ufficiale nelle fila dell’Aeronautica Militare. I due momenti del Giuramento e del Battesimo del corso sono stati suggellati dal sorvolo delle Frecce Tricolori che hanno steso sul cielo di Pozzuoli il tradizionale tricolore.

Nel corso del suo intervento il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Generale di Squadra Aerea Luca Goretti, rivolgendosi alle famiglie degli allievi, ha voluto sottolineare l’amore, la trepidazione e l’orgoglio che promana dai genitori e dai parenti degli allievi. “Loro – ha detto – hanno l’indiscusso merito di aver saputo sostenere le aspirazioni di questi giovani, fortemente determinati, accompagnandoli a intraprendere un percorso professionale e di vita nel rispetto di principi morali ed etici da sempre presenti in una istituzione come la nostra”.

Continuando, il Generale Goretti ha evidenziato come la ricorrenza di oggi cada al termine delle commemorazioni per il Centenario dell’Aeronautica, entrata nel secondo secolo di vita: “Voi siete gli apripista del nostro nuovo cammino. La nostra Forza Armata è un albero ormai secolare, forte, tenace con le radici fermamente legate al suolo e i rami protesi verso il cielo. Ti tale albero voi costituite la linfa vitale che irrora tutta la struttura e ci permette di guardare con fiducia al futuro oltre l’orizzonte dei nostri anni, consapevoli dell’estrema qualità che stiamo introducendo con il vostro corso e con tutti i corsi presenti in Accademia. Durante questo lungo periodo pieno di gloria e passione, abbiamo ampliato i nostri orizzonti operativi, che vi porteranno ad operare in settori dall’estrema valenza tecnologica e scientifica. Uno slancio continuo verso nuove sfide che vedono tra le ultime arrivate anche i sistemi di quinta e sesta generazione nonché i nuovi domini d’intervento come spazio e cyber, oltre a quelli tradizionali, sempre esclusivamente al servizio dell’Italia! Benvenuti a bordo allievi del Corso Eolo VI!

Le parole della formula che avete appena pronunciato sono il sigillo di una scelta di vita, dedicata a una missione impegnativa, che richiederà sacrifici, ma che saprà anche essere affascinante e piena di gratificazioni. Queste parole vi accompagneranno nei momenti di gioia e di soddisfazione, ma soprattutto nelle difficoltà, quando dovrete farne tesoro, ricordando il valore superiore del nostro impegno verso la Nazione “, questo il monito del Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone nel suo indirizzo di saluto.

Il Ministro della Difesa Guido Crosetto ha infine voluto dedicare ai giovani parole di profonda stima e orgoglio per il percorso scelto, “…Allieve e Allievi del Corso EOLO VI, benvenuti nella grande famiglia della Difesa. Voi, insieme ai vostri colleghi delle altre Forze Armate, siete la base della sicurezza del nostro futuro. Avete deciso – ha affermato il Ministro Crosetto – di servire il vostro Paese per tutta la vita. Sarete portatori di valori antichi e moderni. Vi guardo con l’ammirazione di un padre e mi inchino davanti alla scelta che avete fatto“.

Come da tradizione, nel corso dell’evento è stata celebrata anche la “Giornata in onore delle Medaglie d’Oro al Valore Militare d’Italia“, durante la quale il Tenente Colonnello Gianfranco Paglia, decorato di Medaglia d’Oro al Valor Militare, ha voluto rivolgere un messaggio augurale ai giovani allievi che hanno appena assunto il loro solenne impegno.

In occasione del raduno delle precedenti generazioni dei Corsi Eolo, il Comitato dei Corsi Eolo ha voluto omaggiare la città di Pozzuoli, sede della pluriennale formazione accademica, con alcune donazioni all’Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Mutilati Aeronautica, alla Fondazione Tommasino, all’Opera Nazionale Figli degli Aviatori (ONFA) e infine di alcune apparecchiature mediche all’Ospedale Pediatrico Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli.

La consegna dei macchinari, avvenuta presso l’Ospedale puteolano nella giornata di ieri alla presenza del Generale di Squadra Aerea Francesco Vestito, Comandante della 1^ Regione Aerea nonché Capo Corso dell’Eolo IV, è stata rallegrata anche dalla consegna di uova pasquali ai piccoli pazienti.

Alcune informazioni sul Corso Eolo VI

Il corso è composto da un totale di 92 frequentatori, di cui 86 giuranti più sei di nazionalità straniera, per un totale di 67 uomini e 25 donne. Nello specifico il corso si compone di: 48 Piloti , 11 del Ruolo delle Armi, 16 del Corpo del Genio Aeronautico, 9 del Corpo di Commissariato e 8 del Corpo Sanitario Aeronautico.

Nel loro percorso accademico, in base agli accordi di cooperazione internazionale in atto formalizzati dall’Aeronautica Militare nel campo della formazione, i giovani cadetti sono affiancati da 6 allievi stranieri provenienti da 6 diverse nazioni (Djibouti, Burkina Faso, Etiopia, Libia, Niger e Tunisia). Come da tradizione ripristinata con la sesta generazione che vede attribuire ad ogni corso un colore, l’Eolo VI avrà come identificativo il viola ametista. Motto del Corso: “Eolo, è vela alla tua furia l’ala e il cuore è prora dritta all’infinito”.

Testo e immagini: Ufficio Pubblica Informazione Aeronautica Militare

Seguiteci anche sul nostro nuovo canale WhatsApp e sul nuovo canale Threads