X

 

SOCIAL MEDIA AVIATION REPORT


A tre anni dal primo volo il Bell V-280 Valor procede nei test per i programmi FLRAA e FVL dell’esercito americano

@ Bell

Bell Textron e il Team Valor hanno celebrato i tre anni dal primo volo del V-280 Valor. Da quel primo volo, il team V-280 ha eseguito un rigoroso programma di test di volo, per 200 ore attraverso oltre 150 voli di prova. Il programma di test è stato sviluppato per dimostrare i parametri di prestazione chiave definiti da Bell per dimostrare le capacità avanzate, ridurre il rischio e per definire i requisiti per il futuro programma FVL – Future Vertical Lift per l’esercito americano e per l’iniziativa FLRAA – Future Long Range Assault Aircraft.

Il programma di volo di prova di Bell è una testimonianza del modo in cui la nostra forza lavoro si avvicina all’esecuzione del programma e siamo orgogliosi degli straordinari sforzi messi in questo velivolo rivoluzionario a sostegno delle forze armate della nostra nazione“, ha affermato Keith Flail, vice presidente esecutivo di Advanced Vertical Lift Systems. “Abbiamo molta fiducia, supportati dai dati, che il V-280 sarà un sistema d’arma FLRAA conveniente e manutenibile che offre l’autonomia, la letalità, l’agilità e la capacità di sopravvivenza di cui l’esercito USA ha bisogno per muoversi, convergere, combattere, rifornirsi e manovrare le forze su distanze senza precedenti“.

Il V-280 Valor ha superato gli obiettivi del programma di Bell e le tappe previste negli ultimi tre anni come parte del programma JMR TD (Joint Multi-Role Technology Demonstration). I test iniziali di questo nuovo velivolo si sono concentrati sull’elaborazione di dati sulle prestazioni per dimostrare la velocità, l’autonomia, l’agilità e l’efficienza del design del V-280. I test hanno incluso anche i piloti collaudatori e sperimentali dell’esercito americano. Gli eventi si sono concentrati sui piloti, i capi equipaggio, i meccanici e le squadre di fanteria per raccogliere gli input degli utenti finali e per definire meglio i requisiti del programma FLRAA.

Con il progredire dei test del V-280, Bell ha dimostrato la capacità del suo velivolo di eseguire manovre rilevanti per la missione come, tra le altre, operazioni di fast rope, trasporto con il gancio baricentrico e volo autonomo, tutto utilizzando un approccio modulare a sistemi aperti che ha consentito la rapida integrazione di sistemi del PDAS –  Pilotage Distributed Aperture System e del TCDL – Tactical Common Datalink  sviluppati da Lockheed Martin,  partner del Team Valor.

Dal nostro primo volo nel 2017 fino ad oggi, abbiamo lavorato a stretto contatto con i nostri colleghi dell’esercito per sviluppare un aereo per il programma FLRAA a basso rischio, economico e sostenibile che ridefinirà il campo di battaglia per i decenni a venire“, ha affermato Ryan Ehinger, vicepresidente e direttore del programma V-280 Valor alla Bell. “La tecnologia è pronta. L’aereo V-280 ha dimostrato la velocità, l’autonomia e l’agilità nei test di volo. L’accoppiamento di questa tecnologia aerea con il lavoro che abbiamo svolto sui sistemi di missione aperti cambierà il gioco e consentirà la consegna di un sistema d’arma che può servire l’esercito americano per decenni“.

Bell e il Team Valor continuano a lavorare sul design del V-280 Valor che si basa sui dati acquisiti negli ultimi tre anni di test come parte di un contratto di dimostrazione competitiva e riduzione del rischio (CD&RR) assegnato a marzo 2020.

Tutti questi test di capacità iniziali si sono aggiunto all’elenco degli obiettivi già raggiunti dal V-280 Valor nei tre anni di test di volo, come il raggiungimento di velocità superiori a 300 nodi, agilità a bassa velocità e rapidità di cambio di assetto, volo autonomo, insieme a molti altri obiettivi ingegneristici e operativamente rilevanti.

Redazione di Aviation Report: Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto