Il 27 febbraio 1965, l’AN-22 Antei, il primo aereo da trasporto widebody al mondo, compì il suo volo inaugurale. A quella data l’AN-22 era l’aereo da trasporto più grande al mondo, superato solo nel 1969 dall’americano Lockheed C-5 Galaxy. I parametri dell’Antei erano impressionanti: peso al decollo di 225 t, diametro della fusoliera 6 metri, le eliche più grandi del mondo con diametro di 6,2 m. Nel giugno del 1965 questo aereo fu esposto al salone aeronautico di Le Bourget in Francia. Questa presentazione suscitò grande scalpore nel mondo. l’AN-22 finora ha stabilito 41 record mondiali di velocità e di carico, quest’ultimo arrivato a circa 104.444 Kg.

Lo sviluppo di questo aereo è stato un evento importante che ha segnato la storia dell’aviazione a livello globale. Il volo inaugurale dell’aeromobile è stato eseguito dall’equipaggio del capitano Yurii Kurlin, il copilota Volodymyr Terskiy, il navigatore Petro Koshkin, l’ingegnere di volo Volodymyr Vorotnikov, l’elettricista di volo Michael Rachenko, l’operatore radio Mykola Drobyshev, l’ingegnere capo collaudatore Viktor Shatalov, l’ingegnere Oleksandr Eskin.

Il 27 febbraio è diventato anche il Memorial Day di Yurii Kurlin, il primo capitano dell’equipaggio dell’AN-22, leggenda dell’aviazione mondiale, collaudatore ed eroe dell’Unione Sovietica, scomparso due anni fa. Oggi l’Antei è ancora in servizio operativo e infatti il 27 febbraio 2020, un AN-22 (seriale UR-09307) operato dalla Antonov Airlines è partito dall’aeroporto “Kyiv-Antonov-2” per Lipsia, in Germania, per effettuare un volo commerciale.

Antonov AN-22 Antei

Grazie alle elevate prestazioni di volo e alla capacità di operare da piste non asfaltate, l’AN-22 ha trovato ampia applicazione nell’economia nazionale dell’allora Unione Sovietica e della Russia di oggi per la consegna di merci e attrezzature di grandi dimensioni in aree remote e difficili da raggiungere e per il lancio di paracadutisti. L’ampia capacità e autonomia di carico, l’efficienza del carburante e del motore hanno garantito un’elevata redditività nell’operatività del velivolo. L’AN-22 è stato costruito in serie nello stabilimento di Tashkent Aviation in Uzbekistan. In totale furono ordinati 200 esemplari ma ne furono costruiti solo 66 (44 in versione militare e 22 in versione civile) dal 1965 al 1976 che sono stati in servizio con le forze aeree sovietiche prima, russe dopo e con alcuni vettori civili. Le cifre comunque potrebbero non essere attendibili.

Dal 1980, l’AN-22 Antei è stato utilizzato per il trasporto di componenti sovradimensionati per la costruzione degli AN-124 Ruslan e AN-225 Mriya. La sezione centrale dell’ala dell’aereo da trasporto pesante AN-124 Ruslan veniva fabbricata nello stabilimento di aviazione di Tashkent e da qui veniva trasportata sopra la fusoliera dell’Antei fino a Kiev destinazione dell’assemblaggio finale dell’AN-124. Anche i cassoni alati venivano trasportati allo stesso modo dall’Antei che effettuò oltre 100 voli per il trasporto delle ali degli aerei AN-124 Ruslan. Nel 1987 furono trasportati anche la sezione centrale e i pannelli esterni delle ali dell’AN-225 Mriya, il più grande aereo super pesante del mondo. Nel 1997, l’AN-22 Antei ha trasportato anche le ali dell’AN-140 da Kharkiv a Kiev, e nel 2004 le ali del velivolo AN-148.

Le forze aeree russe lo utilizzarono ampiamente e fu impiegato anche durante la guerra dello Yom Kippur per rifornire Egitto e Siria e nella campagna in Afghanistan durante la quale un esemplare fu abbattuto in decollo, vicino a Kabul, con la perdita di 240 persone che erano a bordo del velivolo. In totale sono andati persi 8 esemplari sui 66 costruiti.

Print Friendly, PDF & Email
 

Rispondi