E' online il nostro nuovo canale Telegram aggiornato giornalmente con immagini, video, notizie da tutto il mondo dell'aviazione militare e commerciale. Iscriviti oggi cliccando qui, siamo già in tanti!
News Militari

50 anni di superiorità aerea! Gli F-15 Eagle celebrano l’anniversario con oltre 100 abbattimenti e zero perdite

Il velivolo da combattimento e superiorità aerea F-15 Eagle festeggia questo mese il suo 50° compleanno con eventi programmati in tutti gli Stati Uniti che celebrano così uno dei velivoli da superiorità aerea più avanzati. Il 27 luglio ci sarà una celebrazione presso lo stabilimento Boeing di St. Louis, dove tutti gli F-15 erano e sono ancora in produzione. Il giorno successivo, 28 luglio, ci sarà un’esibizione statica a Wright-Patterson con il colonnello (in pensione) Cesar Rodriguez che ha il maggior numero di “kill” di MiG dalla guerra del Vietnam.

Rodriguez ha abbattuto due MiG durante la Guerra del Golfo nel 1991 e un altro sul Kosovo nel 1998. Inoltre il 24 giugno scorso ha segnato la data, del 1979, in cui gli F-15 israeliani hanno abbattuto tre MiG siriani iniziando il record di abbattimenti di 104 a 0 degli F-15 Eagle.

Oltre a questi sono stati programmati altri eventi che segnano mezzo secolo di operazioni di dominio aereo per il caccia che non è mai stato abbattuto in combattimento. L’F-15 è stato progettato alla fine degli anni ’60 da un team dell’allora McDonnell-Douglas con l’obiettivo di fare un balzo in avanti rivoluzionario.

Il 27 luglio 1972, l’F-15 Eagle fece il suo primo volo di prova e il 9 gennaio 1976 fu formalmente messo in servizio. Da allora le capacità della piattaforma sono state dimostrate in diverse occasioni e conflitti, portando poi anche allo sviluppo dell’F-15E Strike Eagle, la versione modificata ed ottimizzata per eccellere nel combattimento aria-terra e dell’F-15EX Eagle II, la versione aggiornata dell’F-15 Eagle “MiG Killer”.

È stato progettato pensando alla massima manovrabilità con la massima potenza che potevamo mettere su un aeroplano con due motori Pratt & Whitney F-100 e con il più grande radar che si poteva mettere su un caccia per la superiorità aerea, l’APG-63 di Hughes che in seguito divenne Raytheon“, ha detto Greg (Sherlock) Watson, un istruttore presso la F-15 Division della Wright-Patterson AFB. Tutto ciò è stato unito ad un cannone da 20 mm e a tutti i missili che si poteva trasportare. “Potremmo volare più lontano, potremmo volare più velocemente, potremmo volare più a lungo di qualsiasi altro caccia là fuori“, ha detto Watson.

Oltre ad essere rivoluzionario, il jet è stato anche molto evolutivo“, ha detto Craig (BJ) Hunnicutt, program manager alla F-15 Division sulla  Robins AFB, citando il passaggio dai computer analogici a quelli digitali passando da quadranti e manopole a touch screen e all’aggiunta del GPS.

L’F-15 Eagle si è guadagnato la reputazione di “MiG Killer” in numerosi conflitti e sotto diverse forze aeree, accumulando un record riportato di 104 vittorie in combattimento e zero perdite. Sebbene alcune forze avversarie affermino di aver abbattuto un F-15, nessuno è mai stato in grado di produrre prove a sostegno.

Il termine “MiG Killers” è nato durante la guerra di Corea quando i velivoli americani P-80 Shooting Stars e F-86 Sabres distrussero innumerevoli aerei MiG. La parola fu usata di nuovo durante la Guerra del Golfo quando le unità F-15 dell’USAF stabilirono la superiorità aerea dall’inizio del conflitto. A quel tempo, gli F-15 abbatterono molti MiG, contribuendo alla sua popolarità sul campo di battaglia. L’aereo, tuttavia, ha una storia che abbraccia oltre il suo processo di sviluppo, anche numerosi campi di battaglia.

Nella guerra di Corea, i piloti di P-51 Mustang e F-86 Sabre avevano un impressionante rapporto di uccisione di 13: 1 al termine del conflitto. La situazione fu totalmente diversa in Vietnam. Il presupposto utilizzato nella progettazione dei caccia di quell’epoca era che il combattimento aereo non fosse più necessario a causa della maggiore portata dei missili aria-aria. L’US Air Force aveva riconosciuto la necessità di un aereo con una notevole capacità di superiorità aerea per i futuri conflitti. L’F-15 fu quindi progettato e sviluppato in base a quei requisiti.

Nel giugno 1979, un F-15A dell’aeronautica militare israeliana abbatté un MiG-21 siriano, segnando la prima vittoria aria-aria del velivolo della McDonnell Douglas che dimostrò la capacità di schierare un potente caccia da superiorità aerea. Naturalmente anche l’US Air Force ha registrato risultati impressionanti con questo aereo.

Dalla guerra del Vietnam, Cesar Rodriguez, un ex ufficiale dell’USAF, ha abbattuto più MiG di chiunque altro. Le prime due uccisioni di Rodriguez furono contro un Mikoyan MiG-29 e un Mikoyan MiG-23 dell’aeronautica militare irachena nel 1991, durante la prima guerra del Golfo. Inoltre, durante le missioni di guerra della NATO sulla Jugoslavia del 1999, ha segnato la sua terza uccisione contro un MiG-29 dell’aviazione militare jugoslava.

L’impressionante serie di vittorie dell’F-15 è stata prolungata negli anni successivi da piloti israeliani, sauditi e americani, che hanno accumulato in totale 104 vittorie in combattimenti aria-aria senza perdere una solo Eagle a causa dei caccia nemici. L’elenco dei caccia che gli F-15 hanno abbattuto include una varietà di modelli MiG, velivoli Mirage F-1, un aereo da trasporto e un elicottero d’attacco iracheno.

Anche se l’aereo si sta avvicinando è ormai al suo 50° compleanno, è ancora tra i più sofisticati con enormi capacità di superiorità aerea per dominare il campo di battaglia, come dimostra anche la richiesta dell’Ucraina di ricevere un certo numero di F-15, e anche di F-16, per contrastare la preponderante aviazione militare russa.

Seguiteci anche sul nostro canale Telegram.

Condividi
Redazione di Aviation Report

Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto