A partire dalle 8:30 del 4 Novembre 2019, presso l’Altare della Patria in Piazza Venezia a Roma, il Presidente della Repubblica, On. Prof. Sergio Mattarella, accompagnato dalle alte Cariche dello Stato e dalle Autorità militari di vertice, deporrà una corona d’alloro al Sacello del Milite Ignoto. Non mancherà il tradizionale passaggio delle Frecce Tricolori che coloreranno di verde, bianco e rosso i cieli di Roma.

Sarà la città di Napoli ad ospitare le celebrazioni conclusive dedicate al 4 novembre 2019. Dopo Trieste, il Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate sarà celebrato con una manifestazione che si terrà sul Lungomare Caracciolo. Nei giorni del 31 ottobre, 1, 2, 3 e 4 novembre, le Forze Armate saranno presenti in Piazza del Plebiscito con stand espositivi.

Oltre al capoluogo campano, 35 città italiane saranno coinvolte nelle manifestazioni dedicate ad una ricorrenza particolarmente significativa per il nostro Paese. Il 4 novembre, infatti, l’Italia ricorda l’Armistizio di Villa Giusti – entrato in vigore il 4 novembre 1918 – che consentì agli italiani di rientrare nei territori di Trento e Trieste, e portare a compimento il processo di unificazione nazionale iniziato in epoca risorgimentale.

I programmi previsti nella varie città li trovate pubblicati a link ufficiale del Ministro della Difesa. Anche quest’anno tante opportunità di vedere mezzi, materiali e dimostrazioni del personale delle nostre Forze Armate. Aeronautica Militare, Marina Militare, Esercito, Carabinieri, Guardia di Finanza e Guardia Costiera – Capitanerie di Porto apriranno molte caserme e installazioni al pubblico.

Questo il link con tutte le informazioni divise per Regione: https://www.difesa.it/Content/Manifestazioni/4novembre/2019/Programma/Pagine/default.aspx

Da segnalare per gli appassionati di aviazione l’apertura degli aeroporti militari di Ghedi, di Frosinone, di Venaria Reale, di Amendola, di Gioia del Colle, della base di Martina Franca e del centro radar di Marsala.

“Forze Armate: uno straordinario quotidiano” è il tema dello spot ufficiale dell’evento che offre uno spaccato delle attività operative dei nostri militari, svolte in Patria e all’estero, vicino ai cittadini o lontano in terre martoriate dalle guerre.

Il 4 novembre terminava la Prima Guerra Mondiale. Per onorare i sacrifici dei soldati caduti a difesa della Patria il 4 novembre 1921 ebbe luogo la tumulazione del “Milite Ignoto”, nel Sacello dell’Altare della Patria a Roma. Con il Regio decreto n.1354 del 23 ottobre 1922, il 4 Novembre fu dichiarato Festa nazionale.

Tante le iniziative organizzate per commemorare il Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate: “Caserme Aperte” e “Caserme in Piazza”, esibizioni di Bande e Fanfare di Esercito, Marina, Aeronautica, Carabinieri e Guardia di Finanza. Inoltre, in tutti i comuni capoluoghi di provincia, e in quelli nei quali si registra una significativa presenza di reparti delle Forze Armate, si svolgerà la cerimonia dell’alzabandiera. Anche quest’anno sarà riservata grande attenzione alle nuove generazioni con conferenze tenute da personale militare nelle scuole.

Temi centrali, le circostanze storiche e le fasi salienti della Grande Guerra, ma anche le attuali missioni svolte dalle Forze Armate in patria e all’estero per far conoscere più da vicino ai giovani il mondo della Difesa. Alle scuole, inoltre, sarà consegnato simbolicamente il Tricolore, vessillo di libertà, simbolo di un popolo che trova la sua identità nei principi di fratellanza, di uguaglianza e di giustizia.

4 novembre 2019
Print Friendly, PDF & Email

Rispondi