Prova il nostro nuovo servizio gratuito AvRep WhatsApp! Salva nella tua rubrica il nostro numero di telefono +39 342 049 1665 e inviaci un messaggio WhatsApp con scritto "ok aviation". Ti invieremo un articolo a settimana tra quelli più letti e a fine mese la newsletter con tutti gli articoli più letti. Nulla di più! Per annullare l'iscrizione sarà sufficiente cancellare il nostro numero dalla tua rubrica. Iscrivendoti accetti la privacy del sito web
Aviazione Esercito

1000 ore di volo per gli elicotteri italiani ad Erbil – Iraq

Nei giorni scorsi, dopo quasi due anni di impiego in Teatro operativo iracheno, gli UH90 dell’Esercito Italiano inquadrati nell’Airmobile Task Group (ATG) Griffon e impiegati nell’ambito all’Operazione “Inherent Resolve”, hanno superato le 1000 ore di volo operative in Iraq.

Un prestigioso traguardo per l’Airmobile “Task Group Griffon” un’unità aeromobile altamente specializzata, che fino allo scorso mese di dicembre è stato l’unico assetto, nel quadrante nord del teatro iracheno, chiamato ad assicurare, in supporto all’Operazione citata, il Personal Recovery (PR), ossia il recupero di personale rimasto isolato sul terreno.

Questa eccezionale capacità era stata raggiunta grazie alla sperimentata sinergia procedurale e addestrativa sviluppata dall’Esercito Italiano, tra componente ad ala rotante (elicottero da trasporto tattico UH90A e da esplorazione e scorta AH129D) e fanteria aeromobile del 66° Rgt. fanteria aeromobile “Trieste”.

Attualmente il dispositivo militare italiano in Iraq assolve il nuovo compito di trasporto di personale e materiali a favore dei Paesi membri della Coalizione e le 1000 ore di volo di UH90A rappresentano un importante traguardo per l’Aviazione dell’Esercito e sono il prodotto della professionalità, dell’impegno e della dedizione al lavoro degli uomini e delle donne delle Forze Armate Italiane.

L’Italia contribuisce all’Operazione “Inherent Resolve”, con compiti di contrasto al terrorismo internazionale, nell’addestramento delle Forze di Sicurezza irachene e curde (Peshmerga) oltre a garantire la sicurezza della struttura della diga di Mosul.

Fonte e photo credits: Esercito Italiano

Condividi
Redazione di Aviation Report

Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto