Wizz Air (WIZZ), compagnia aerea europea in rapida crescita e principale vettore low cost dell’Europa centrale e orientale, ha preso in consegna, il 4 giugno 2018, il suo 100° aeromobile della Famiglia A320, un Airbus A321ceo, durante una cerimonia organizzata presso l’aeroporto di Budapest.

Wizz Air ha iniziato a operare il suo primo Airbus 14 anni fa. Oggi Wizz Air rappresenta una vera e propria storia di successo, e siamo orgogliosi di aver svolto un ruolo importante in questo percorso. Abbiamo fornito l’aeromobile più efficiente e con i più bassi costi operativi disponibile sul mercato, che offre al contempo livelli di comfort senza eguali nella cabina a corridoio singolo più ampia del segmento“, ha dichiarato Eric Schulz, Chief Commercial Officer di Airbus.

L’aeromobile, che presenta una livrea speciale per celebrare l’occasione, è dotato di motori IAE e ha una configurazione con 230 posti. È inoltre equipaggiato con “Smart Lavs”, toilette dal design ottimizzato che permettono di disporre di una maggiore lunghezza della cabina, e quindi di avere più poltrone e più spazio per reclinare i sedili, garantendo così maggiore comfort per i passeggeri.

L’aeromobile verrà utilizzato sull’ampia rete domestica e internazionale di Wizz Air, che copre 141 destinazioni in 44 paesi europei e non solo. Il vettore prenderà in consegna 268 ulteriori aeromobili della Famiglia A320 nel corso dei prossimi anni.

La Famiglia A320 è la linea di aeromobili a corridoio singolo più venduta al mondo, con oltre 14.000 ordini dal lancio e oltre 8.100 aeromobili consegnati. Grazie alla loro cabina più ampia, tutti gli A320 offrono livelli di comfort senza eguali in tutte le classi e, per la classe economy, offrono poltrone standard da 18 pollici.

Con un aeromobile disponibile in quattro versioni (A318, A319, A320 e A321), che può ospitare da 100 a 244 passeggeri, la Famiglia A320 copre la totalità del segmento degli aeromobili a corridoio singolo: dalle tratte domestiche a bassa o alta densità a quelle di lungo raggio.

Fonte e photo credits: Airbus Industries, Wizz Air

Rispondi