L’Operazione Christmas Drop nasce nel 1952 come una operazione aerea umanitaria della US Air Force che ancora oggi è utilizzata per la distribuzione di generi di prima necessità nella regione della Micronesia. E’ la più lunga operazione di trasporto aereo al mondo che da 63 anni è utilizzata anche per addestrare il personale di volo degli Stati Uniti all’aviolancio di beni di prima necessità in caso d’intervento umanitario.

Quest’anno, con le festività natalizie alle porte, per la prima volta gli equipaggi di volo dei C-130 Hercules della Japan Air Self-Defense Force, della Royal Australian Air Force e della US Air Force, a partire dalla base aerea di Yokota in Giappone e di Andersen a Guam, hanno iniziato la prima Christmas Drop congiunta con missioni di rifornimento di aiuti umanitari, materiali di prima necessità, materiali educativi e giochi sulle 56 isole più remote ed abitate dell’Oceano Pacifico.
Dall’8 al 15 Dicembre 2015, gli aiuti hanno interessano circa 20.000 persone e i C-130 Hercules hanno distribuito circa 18 tonnellate di materiali con lanci a bassa quota sulle isole del Commonwealth of the Northern Marianas, della Micronesia e della Repubblica di Palau in 22 missioni volando per circa 105 ore.
E’ importante anche sottolineare che tutti gli aiuti e i materiali di prima necessità, come i giochi per i bambini sono raccolti interamente grazie alle comunità di abitanti dell’isola di Guam e dai militari delle tre nazioni.

L’operazione è iniziata ufficialmente l’8 Dicembre 2015 sulla base aerea di Andersen sull’isola di Guam, ed ha visto la partecipazione di elementi del 36th Wing e del 734th Air Mobility Squadron qui residente, del 374th Airlift Wing proveniente dalla base aerea di Yokota, del 515th Air Mobility Operations Wing proveniente dalla Joint Base Pearl Harbor-Hickam, Hawaii, e da unità aeree della JASDF e della RAAF australiana.
Naturalmente per questi uomini e donne l’occasione è utile per addestrarsi insieme alle tattiche e procedure degli aviolanci di mezzi e materiali e per incrementare le proprie capacità operative in questo delicato settore del supporto umanitario in caso di calamità naturali.

Photo credits: U.S. Air Force photo by Staff Sgt. Alexander Riedel, Tech. Sgt. Melissa K. Mekpongsatorn, Staff Sgt. Katrina Brisbin, Osakabe Yasuo, Master Sgt. Christopher Bergstrom

Rispondi