Iniziata il 4 Dicembre, la TEI (Trilateral Exercise Initiative) è un’esercitazione che si sta svolgendo negli Stati Uniti tra UK, USA e Francia. Più di 500 uomini  e donne delle tre nazioni sono stati dislocati sulla Joint Base Langley-Eustis in Virginia presso il 1st Fighter Wing, fino al 20 Dicembre 2015.

Dopo i primi voli di familiarizzazione, l’8 Dicembre sono iniziate le prime missioni di “dogfights” combattimento aereo BFM (Basic Fighter Maneuvers) e a seguire nei giorni successivi quelle BVR (Beyond Visual Range) tra i partecipanti: Eurofighter Typhoon inglesi, Dassault Rafale francesi, Lockheed Martin F-22A Raptor, F-15E Strike Eagles e T-38 Talon americani.
Lo scopo di questa esercitazione di combattimento aereo manovrato è quella di migliorare l’interoperabilità e la conoscenza comune di tattiche, procedure e manovre di combattimento, in uno scenario altamente impegnativo, delle tre nazioni alleate che condividono anche un elevato livello di prontezza operativa su un ampio spettro di missioni aeree in conflitti ad alta intensità e in teatri operativi complessi.
E’ importante ricordare che proprio questi tre caccia di quinta generazione, tra i più tecnologicamente avanzati al mondo, impegnati in questa esercitazione sono stati utilizzati, o lo sono attualmente, nelle operazioni aeree sulla Siria e sull’Iraq, inquadrati nella coalizione che combatte lo Stato Islamico.

I combattimenti aerei vedono contrapposti i velivoli della Red Air, F15E e T38 Talon a quelli della Blue Air, F-22A, Eurofighter e Rafale, in missioni aeree con un livello di difficoltà sempre crescente a partire da duelli aerei due contro due fino ad arrivare verso la fine dell’esercitazione anche a combattimenti di quindici contro quindici aerei in attività di DCA (Defensive Counter Air) in un contesto degradato e con difese aeree a lungo raggio, dove saranno presenti anche velivoli da picchetto radar USAF E-3 Sentry Awacs e rifornitori americani e francesi.

Photo credits: US Air Force by Senior Airman Kayla Newman, Kimberly Nagle, Aubrey White e Armée de l’Air

Rispondi