I caccia F-18 Hornet e Super Hornet imbarcati sulla portaerei CVN-75 USS Harry S. Truman hanno iniziato da qualche giorno le operazioni aeree sulla Siria dal Mar Mediterraneo.

Partita dalla sua base navale di Norfolk in Virgina a Novembre del 2015 la portaerei americana per entrate nella zona di operazioni della 5^ e 6^ flotta per partecipare alle missioni aeree anti ISIS nell’ambito dell’operazione Inherent Resolve. Il Carrier Air Wing (CVW) 7 imbarcato sulla Truman alla data del 15 Aprile 2016 aveva completato 1,407 sortite di combattimento “distribuendo” 1.118 ordigni di precisione per più di 580 tonnellate di munizioni.
Nel 2015 il Theodore Roosevelt Carrier Strike Group utilizzò 1.085 ordigni di precisione a supporto delle operazioni anti ISIS.

Il Carrier Strike Group della Truman è transitato per il canale di Suez il 2 Giugno 2016 ed ha iniziato le operazioni aeree di bombardamento il 3 Giugno. Lo Strike Group è composto dalle seguenti unità navali: USS Harry S. Truman (CVN 75) con il Carrier Air Wing (CVW) 7 e il Comando del Carrier Strike Group 8; USS Anzio (CG 68); Destroyer Squadron (DESRON) 28; USS Bulkeley (DDG 84); USS Gonzalez (DDG 66); USS Gravely (DDG 107).

Il Carrier Air Wing CVW-7 è attualmente composto dai seguenti squadrons: Strike Fighter Squadron 103 “Jolly Rogers” (F/A-18F), Strike Fighter Squadron 143 “Pukin’ Dogs” (F/A-18E), Strike Fighter Squadron 83 “Rampagers” (F/A-18C), Strike Fighter Squadron 25 “Fist of the Fleet” (F/A-18E), Electronic Attack Squadron 140 “Patriots” (E/A-18G), Carrier Airborne Early Warning Squadron 117 “Wallbangers,” (E-2C) e Helicopter Anti-Submarine Squadron 5 “Nightdippers” (MH-60S).

Lo spostamento della Truman dal Golfo Persico al Mar Mediterraneo è sicuramente una mossa strategica a dimostrazione della capacità della US Navy di rispondere e colpire i terroristi in qualunque zona del mondo. Se necessario, dall’attuale zona di operazione, i 72 caccia bombardieri F-18 Hornet imbarcati sulla portaerei potrebbero essere utilizzati anche per attaccare obiettivi sensibili in Libia dove l’ISIS si sta facendo strada, anche se ufficialmente questo non è il motivo del dispiegamento in Mediterraneo delle forze navali USA.

La portaerei USS Harry S. Truman rientrerà a Norfolk intorno alla metà del mese di Luglio 2016.

Photo credits: U.S. Navy photo by Mass Communication Specialist 3rd Class Bobby J Siens/Released, Mass Communication Specialist 3rd Class Anthony Flynn/Released

Rispondi