Il 18 Febbraio 2016 è andato in volo per la prima volta il nuovo Predator® B/MQ-9 Reaper® Extended Range (ER) Long Wing della General Atomics Aeronautical Systems, Inc. Il velivolo APR, a pilotaggio repoto, è stato aggiornato con delle nuove ali più lunghe e con serbatori interni di carburante che ne che garantiscono un minor consumo legato, quindi, ad una maggiore autonomia. Inoltre sono stati aggiunti alcuni punti di attacco sub-alari per il trasporto di ulteriori carichi sterni.

L’ala nuova del Predator B ER, lunga 79 piedi, 13 piedi più lunga della versione standard, non solo contribuirà ad elevare la capacità operativa dell’UAV in termini di automonia dalle attuali 27 ore a circa 40 ore, ma servirà anche come test di design per il Predator B di prossima generazione concepito per la Type_Cretification.
L’ala è stata concepita per essere conforme allo standard STANAG 4671 [NATO Airworthiness Standard for RPA systems], che include le protezioni contro i fulmini e lo bird strike e l’utilizzo di materiali compositi per resistere in ambienti estremi, ma permetterà anche al Predator di aumentare le prestazioni in decollo, ad esempio accorciando la corsa di decoll o migliorando le capacità di precisione nell’atterraggio automatico grazie agli spoiler (winglets) sulle estremità aliari. Una versione di base del Predator B ER con i serbatoi aggiuntivi sub-alari è già in servizio con la U.S. Air Force, chiamato MQ-9 Reaper ER.

Il volo inaugurale del Predator B ER Long Wing ha dimostrato le capacità di decollo, salita fino a 7.500 feet (altitudine inizaile per i test), di esecuzione di manovre in volo e di ricovero ed atterraggio senza alcun problema. A seguire verranno effettuati tutta un’altra serie di test per verificare il raggiungimento della piena capacità operativa.

Ricordiamo anche che nella versione standard il Predator B (MQ-9A) è in servizio anche con la nostra Aeronautica Militare presso il 32° Stormo di Foggia, e che da un paio di settimane circa, un’aliquota di Predator americani sono rischierati sulla base aerea di Sigonella in Sicilia a supporto delle missioni aeree della coalizione internazionale anti-ISIS nell’ambito dell’operazione Inherent Resolve.

Rispondi