Se il 5 Maggio ed il 24 Ottobre scorsi sono state giornate storiche per il programma Joint Strike Fighter e per l’Italia in particolare con il roll-out ed il “maiden flight” 5 mesi dopo del primo Lockheed Martin F-35B Lightning II STOVL, la data di ieri 30 Ottobre 2017 la possiamo tranquillamente annoverare tra le date da ricordare.

Come preannunciato da una nota del Ministero della Difesa, che annunciava l’inizio dei test per questa settimana, il primo esemplare italiano versione “B”, prodotto presso la F.A.C.O. di Cameri, (Final Assembly & Check-Out), ha compiuto il suo primo decollo corto ed atterraggio verticale al rientro dalla terza missione di collaudo. Lo stabilimento novarese è l’unico, al di fuori degli Stati Uniti, abilitato all’assemblaggio e collaudo della versione a decollo corto ed atterraggio verticale.

Per gli appassionati ed i pochi fortunati presenti, complice la bella giornata di sole ed il cielo terso, è stato uno spettacolo vedere il jet stealth di quinta generazione aprire tutti i portelli, ruotare l’ugello di scarico del potente motore P&W F135 e manovrare in hovering per testare l’intero ciclo del passaggio dal volo orizzontale a quello verticale.

ll sofisticatissimo “Lift System” di Rolls Royce, messo a punto per questa specifica versione del Joint Strike Fighter , ha funzionato perfettamente consentendo all’aereo di manovrare sulla pista , traslare e ruotare sul proprio baricento ed infine atterrare senza alcun tipo di comportamento nervoso tipico dell’Harrier, l’unico jet di questo genere operativo fino all’arrivo del nuovo F-35B.

Nonostante i programmi di acquisizione per le nostre forze armate procedano a rilento, possiamo tranquillamente affermare che le capacità messe in mostra dal discusso velivolo di fabbricazione americana, prodotto ad oggi in più di 240 esemplari, faranno fare un balzo tecnologico verso il futuro alle nostre Aeronautica Militare e Marina Militare.

Testo: Gianluca Conversi
Foto: Sergio Marzorati

A proposito dell'autore

Nato a Parma, vive a Brescia. Grande appassionato di fotografia aeronautica e sportiva, annovera un passato da radiocronista sportivo per alcune radio private emiliane. Collabora come fotografo sportivo con l’associazione Oldmanagency. Si occupa di processi aziendali i e formazione presso una multinazionale leader nei settori del trasporto internazionale e logistica integrata.


Autoren- und Journalisten-Siegel von European News Agency - Nachrichten- und Pressedienst

Post correlati

Rispondi