Un B-52 Stratofortress proveniente dal 2nd Bomb Wing, Barksdale AFB, due B-52 provenienti dal 5th Bomb Wing, Minot AFB e due B-2 Spirits provenienti dal 509th Bomb Wing, Whiteman AFB stanno conducendo missioni simultanee con voli non-stop dagli Stati Uniti verso il mare del Nord e il Mar Baltico volando intorno al Polo Nord, l’Alaska e le isole Aleutine.

Durante le missioni “POLAR ROAR,” gli equipaggi dei bombardieri americani stanno consolidando le proprie capacità di interoperabilità con i partners europei conducendo attività di intercettazione, nella European Area of Responsibility, con l’ausilio di caccia intercettori americani e canadesi operanti sotto il controllo del NORAD e attività di sgancio di munizionamento inerte sul poligono Joint Pacific Alaska Range Complex (JPARC).

L’esercitazione POLAR ROAR sta dimostrando l’abilità e le capacità della “Bomber Force” americana di fornire una adeguata, flessibile e strategica vigilanza a lungo raggio e una elevata capacità di strike globale (Long-range Global-Strike Capability). L’esercitazione sta così fornendo opportunità uniche e preziose agli Stati Uniti per la formazione e l’integrazione con gli alleati e i partner europei.

A proposito dell'autore

Dalla redazione di Aviation Report

Post correlati

Rispondi