Martedì 25 ottobre 2016, si è svolta a Sigonella la cerimonia di avvicendamento dei Comandanti dell’88° Gruppo e dell’86° Centro Addestramento Equipaggi del 41° Stormo Antisom. All’evento, molto sobrio e nel contempo significativo, ha partecipato il personale dei due Gruppi, una cospicua rappresentanza dell’Aeroporto di Sigonella e i congiunti degli avvicendati.

A presiedere la cerimonia il Comandante del 41° Stormo e dell’Aeroporto di Sigonella, Colonnello Pilota Federico Fedele.

Durante i discorsi, gli ufficiali uscenti e subentranti, dopo aver ringraziato il Comandante di Stormo per il supporto ricevuto e la fiducia accordata, hanno rivolto l’attenzione alla fase di transizione – già iniziata da alcuni anni – che porterà con un salto generazionale, al nuovo sistema d’arma: il velivolo ATR-72 nella versione militarizzata “Maritime Patrol” P-72A, in arrivo a breve a Sigonella.

Buona parte degli equipaggi di volo e del personale tecnico manutentivo hanno già concluso i primi corsi di transizione sul nuovo sistema d’arma. L’iter addestrativo continuerà per tutto l’anno 2016 e parte del 2017 con il restante personale da abilitare. Nel frattempo, il tecnologico velivolo P-72A potrà iniziare la propria vita operativa unitamente al velivolo BR-1150 “Atlantic”.

Il Comandante uscente dell’88° nonché subentrante dell’86°, rivolgendosi al personale che ha guidato e che guiderà ha sottolineato il “… momento emozionante che conclude quella che finora posso definire, senza dubbio, l’esperienza professionale più bella ed avvincente della mia vita: un viaggio incredibile e anni vissuti con i battiti del cuore sempre accelerati sia per l’intensità con cui abbiamo perseguito i nostri obiettivi, sia per la responsabilità di gestire gli uomini…! Conoscendo già la valenza del personale dell’86°, sono pronto ad affrontare nuove sfide con l’intento di innalzare il livello di prontezza del Reparto…”.

Il Comandante subentrante dell’88° si è concentrato sul suo nuovo delicato incarico riconoscendo che: “…il compito sarà difficile ma dalla mia parte ho personale preparato e motivato; tutti insieme forniremo il massimo contributo per la difesa degli interessi nazionali in scenari sempre nuovi, ottimizzando al meglio i nostri due aeroplani, il P72 e l’Atlantic…”.

Il Comandante uscente dell’86° ha sottolineato l’importanza dell’esperienza passata e – nel contesto – il sostegno ricevuto della propria Famiglia affinchè si potesse esprimere al meglio: “…un’intensa esperienza per me ricca di gratificazioni – professionali e personali – che mi hanno dato l’opportunità di continuare a far crescere dentro di me la passione per il volo…”.

A conclusione, il Col. Fedele, durante il suo intervento, nel ringraziare i Comandanti uscenti per gli ottimi risultati conseguiti e assicurato ai subentranti il necessario supporto, ha elogiato il personale dei gruppi per quanto e come è stato fatto: “… mi preme sottolineare l’ottimo lavoro svolto dai comandanti uscenti che hanno saputo garantire il raggiungimento degli obiettivi affidati e gestire sapientemente l’operato di tutto il personale dell’88° dell’86°. Personale che ha così trovato le giuste misure di equilibrio e costanza, interpretando l’azione di comando richiesta senza titubanza e con assoluta fedeltà d’intenti.”

Le missioni dell’88° Gruppo Antisom e 86° Centro Addestramento Equipaggi

L’88° Gruppo Antisom partecipa a tutte le maggiori attività nazionali e NATO ed è presente in numerose esercitazioni a cadenza annuale che rafforzano la capacità d’integrazione nei complessi scenari internazionali, cogliendo l’imprescindibile obiettivo di rappresentare un momento di crescita professionale di tutto il personale.

La variegata tipologia delle missioni assegnate all’88° e le caratteristiche del velivolo “Atlantic” in dotazione, richiedono un Equipaggio composto per il 50% da personale dell’Aeronautica e per l’altro 50% da personale della Marina. Tale peculiarità sottolinea la caratteristica interforze di tutto il 41° Stormo e rappresenta, sin dal 1957, il modo di operare, che ha permesso di conseguire eccellenti risultati sia in termini operativi che di vita quotidiana.

L’86° Centro Addestramento Equipaggi ha il delicato compito di curare l’addestramento iniziale dei Piloti, degli Operatori di bordo e di sistema del 41° Stormo, nonché il mantenimento dell’appropriato livello tecnico professionale e standardizzazione degli Equipaggi di volo del “Atlantic” e a breve anche del P-72A.

Fonte e photo credits: UCOM Aeronautica Militare, 41° Stormo

Rispondi