Terminata l’esercitazione complessa interforze ed internazionale “Mare Aperto”,  condotta dal Comandante in Capo della Squadra Navale (CINCNAV) Amm. di Sq. Donato Marzano, da venerdì 19 a lunedì 22 maggio, la portaerei Cavour (CVH 550) ed il cacciatorpediniere Andrea Doria (D 553) hanno sostato presso la Stazione Marittima di Napoli.

La “Mare Aperto” ha rappresentato il primo evento addestrativo complesso annuale della Marina Militare ed ha visto la partecipazione di vari assetti EI ed AM oltre ad unità navali dei due gruppi permanenti della NATO e della Forza Marittima Europea.

Dalla loro entrata in servizio, dall’emergenza post-terremoto ad Haiti fino al recente impiego nell’ambito dell’emergenza sbarchi che ha coinvolto (e continua a coinvolgere) centinaia di migliaia di profughi provenienti dall’Africa e dal Medio Oriente attraverso la Libia, le due unità hanno operato nell’ambito di numerose missioni umanitarie. In particolare, Nave Cavour, in quanto dotata di attrezzature mediche all’avanguardia, ha ospitato e curato migliaia di persone.

Le due unità, come altre della nostra Marina, sono state inoltre impegnate in attività di supporto alle popolazioni bisognose nonché, nell’ambito di un coordinamento voluto dall’Unione Europea, nella caccia a scafisti e trafficanti di vite umane.

Durante la sosta nella città partenopea, grazie ad una lodevole iniziativa dell’addetto stampa del Comando Logistico MM (MARICOMLOG) sig. Claudio Romano, la stampa – specializzata e non – ha avuto l’opportunità di effettuare una visita dedicata nel corso della quale è stato, tra l’altro, possibile incontrare il Comandante del Gruppo Aerei Imbarcati (GRUPAER).

In tale contesto, il fotoreporter napoletano di settore Raffaele Fusilli ha consegnato al Comandante di Nave Cavour, CV Roberto Micelli, un pannello fotografico inerente l’attività di volo svolta a bordo durante l’esercitazione “Twist – Tidal Wave In Southern Tyrrhenian Sea” svoltasi a Salerno nell’ottobre 2013.

Testo e foto Raffaele Fusilli e Vincenzo Pace

A proposito dell'autore

Fotoreporter free-lance accreditato presso gli Stati Maggiori delle Forze Armate e Corpi Armati dello Stato, il Dipartimento della Protezione Civile e (occasionalmente) presso la Marine Nationale francese e la United States Navy, operante in prevalenza nel settore militare (ma anche in quello civile, industriale e motoristico-sportivo) in contesti aeronavali e terrestri sia nazionali che esteri. Ho volato a bordo di aeromobili civili e militari quali: Airlines Ju 52/3m (velivolo d’epoca Lufthansa), AT-802 Air Tractor (New South Wales Rural Fire Service), alianti/gliders - monoturbina ad elica/single engine propellers - ULM, A-319, KC-767, C-27 Spartan, C-130 Hercules, BR-1150 Atlantic, P-180 Avanti, AB-212 (Aeronautica Militare), AB-412 Griffon, CH-47 Chinook, NH-90 (Esercito AVES), ATR-42, AB-412 (Guardia Costiera), ATR-42, AB-412 (Guardia di Finanza), AB-212, EH-101, SH-3D Sea King (Marina Militare).

Post correlati

Rispondi