Il 28 Dicembre 2014 quattro EF-2000 Eurofighter Typhoon dell’Aeronautica Militare Italiana sono atterrati alla base aerea di Siauliai in Lituania, per prendere parte per la prima volta alla missione NATO Baltic Air Policing.

nato baltic air policing efa italiani alla nato baltic air policing

Ieri 31 Dicembre 2014 si è svolta la cerimonia ufficiale di “Takeover” tra i contingenti militari che hanno svolto i passati 4 mesi, da Settembre, di controllo dello spazio aereo baltico con quelli che li avvicenderanno. Il contingente portoghese con 4 F-16 Fighting Falcon della Portuguese Air Force e il contingente canadese con 4 CF-188 Hornet della Canadian Royal Air Force, lasciano il posto all’Italia e alla Polonia.
Insieme ad Italia (Lead nation) e la Polonia, parteciperanno anche gli Eurofighters spagnoli dell’Ejercito del Aire (arrivati il 30 Dicembre 2014) che andranno a sostituire gli Eurofighters della Luftwaffe tedesca basati ad Ämari in Estonia, e gli F-16 Fighting Falcon belgi della Belgian Air Component che andranno a rilevare gli F-16 Fighting Falcon olandesi della Royal Netherlands Air Force a Malbork in Polonia.

Il Comandante del distaccamento italiano il Colonnello Marco Bertoli nella cerimonia ha ringraziato la Lithuanian Air Force per il caloroso benvenuto ed ha ricordato come l’Italia ora è la prima nazione membro della NATO ad aver partecipato a tutte le NATO’s Interim Air Policing Activities condotte per l’Albania, la Slovenia, l’Islanda e ora il Baltico.

Da oggi 1 Gennaio 2015 ufficialmente inizia la missione italiana in Lituania, gli aerei arrivati dalla base aerea di Grosseto sono stati accompagnati da un tanker KC-767A del 14° Stormo con a bordo personale e mezzi dell’equipaggiamento che l’Aeronautica Militare utilizzerà per i prossimi 4 mesi di attività nei cieli del Baltico.
Il contingente italiano sarà rinforzato da quello polacco, alla sua sesta partecipazione alla NATO BAP, che schiererà a fianco degli Eurofighter dell’Aeronautica Militare Italiana, 4 Mig-29 della Polish Air Force che arriveranno il 5 Gennaio 2014 dalla loro base aerea la 23rd Tactical “Minsk-Mazowiecki” Base.

italian air force nato baltic air policing

aeronautica militare nato baltic air policing

eurofighter aeronautica nato baltic air policing

typhoon italiani nato baltic air policing

La missione NATO Baltic Air Policing è iniziata nel Marzo 2004 quando la Lituania, l’Estonia e la Lettonia sono entrate ufficialmente nella NATO. Da quel momento 14 nazioni a rotazione hanno difeso lo spazio aereo delle tre repubbliche baltiche. La missione italiana, polocca, spagnola e belga rientra nella 37esima rotazione dall’inizio della missione e porta a 16 le nazioni membre della NATO a difendere lo spazio aereo del baltico.
Con i cambiamenti che si sono avuti negli ultimi mesi nella politica estera della Russia, con l’annessione della Crimea e con l’incremento dei voli dei caccia militari russi sul Baltico e il mare del Nord, la NATO Baltic Air Policing sta prendendo sempre maggiore importanza nel rafforzamento della sicurezza di questa zona dell’Europa.

Sicuramente per i reparti caccia italiani questo sarà un’impegno notevole in termini di risorse dedicate e soprattuto d’incremento di addestramento in ambito internazionale e d’incremento di esperienza dei nostri piloti militari che certamente saranno impegnati in interventi reali d’intercettazione.
Ricordiamo che l’Italia partecipava già, e ancora partecipa continuativamente, in ambito NATO alla difesa dello spazio aereo della Slovenia e dell’Albania (quest’ultimo insieme alla Grecia).

Testo: Stefano Monteleone
Photo credits: R. Vitkus www.kam.lt, Aeronautica Militare, NATO HQ AIRCOM

Rispondi