Il Ministero della Difesa inglese ha annunciato alcuni giorni fa la stipula di nuovi contratti del valore di 167 milioni di sterline per ristrutturare e costruire nuove strutture presso la base aerea di RAF Marham, il primo aeroporto militare inglese ad accogliere i nuovi F-35B Lightning II.

I contratti creeranno circa 300 nuovi posti di lavoro che permetteranno la creazione e l’aggiunta di nuove strutture tecniche per la manutenzione, l’addestramento e la logistica, tutte dedicate alla gestione del nuovo caccia di quinta generazione Joint Strike Fighter.

Il Segretario di Stato per la difesa Michael Fallon ha dichiarato che:

“L’F-35 è il più avanzato aereo da combattimento al mondo e che operi da terra o dalle due nostre nuove portaerei assicurerà un formidabile forza da combattimento. Questi aerei sono parte dei nostri piani per disporre di una difesa più forte ed efficiente e sono supportati da un budget che in questi giorni sta incrementando per la prima volta in sei anni e che continuerà a crescere nei prossimi dieci anni.”

I lavori presso la base aerea di RAF Marham inizieranno grazie alla firma di tre contratti iniziali di 25 milioni di sterline per lavori di demolizione, cablaggio e preparazione per i lavori di ammodernamento della base. La costruzione di tre nuovi edifici ricade invece sotto un contratto di 142 milioni di sterline stipulato tra il Ministero della Difesa, la Lockheed Martin UK e la BAE System. Questi tre nuovi stabili saranno utilizzati per la gestione centralizzata dell’intera flotta inglese di F-35B. I lavori dovrebbero ultimarsi nel 2018 per accogliere circa 250 uomini e donne.
Ad oggi circa 500 aziende inglesi sono coinvolte nel programma F-35 Lightning II.

Queste nuove infrastrutture saranno un punto cruciale per l’intero programma inglese perchè dovranno supportare ed assicurare, nel prossimo futuro, la piena operatività della flotta del nuovo aereo militare di quinta generazione con tutto il suo carico di tecnologia allo stato dell’arte. Nell’immagine un rendering di come potrebbe essere una delle strutture per accogliere gli F-35B inglesi.

Rispondi